Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 35 di 53
  • livello principiante
Indice lezioni

Modificatori: Bend, FFD, Noise

I modificatori nel dettaglio: usi e opzioni
I modificatori nel dettaglio: usi e opzioni
Link copiato negli appunti

Bend

Il modificatore Bend serve a piegare un oggetto tridimensionale su di un asse (figura 1):

Figura 1
screenshot

Tra i parametri troviamo Angle (l'angolo, o quantità), Direction (la direzione), Bend Axis X, Y e Z (asse sul quale piegare l'oggetto) e l'opzione Limit Effect, per limitare l'effetto entro un certo range.

FFD

Il modificatore FFD serve a modificare il volume di una mesh utilizzando dei punti di controllo (figura 2):

Figura 2
screenshot

Nella lista di modificatori esistono vari preset di FFD (2x2x2, 3x3x3, 4x4x4), che si differenziano per il numero di punti di controllo su ciascun asse; è possibile tuttavia utilizzare i modificatori FFD Box o FFD Cylinder per creare un volume (rispettivamente, cubico o cilindrico) con un numero N di punti di controllo.

Per accedere ai punti di controllo di FFD, è sufficiente scendere a livello sub-oggetto del modificatore, cliccando sull'apposito simbolo “+” accanto al nome del modificatore (figura 3):

Figura 3
screenshot

In modalità sub-oggetto, la selezione degli oggetti viene “bloccata”, ed è possibile selezionare solamente i sub-oggetti del modificatore attualmente attivo. Per uscire dalla modalità sub-oggetto del modificatore basta cliccare nuovamente sul nome del modificatore stesso.

Noise

Il modificatore Noise crea un “disturbo” frattale sulla superficie dell'oggetto, controllabile su ciascun asse (figura 4):

Figura 4
screenshot

È possibile specificare la scala dell'effetto (parametro Scale), le varianti (Seed), la complessità (Iterations) o limitare l'effetto su uno o più assi.


Ti consigliamo anche