Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 30 di 49
  • livello principiante
Indice lezioni

Operatori relazionali

Verificare le relazioni: gli operatori JavaScript
Verificare le relazioni: gli operatori JavaScript
Link copiato negli appunti

Nella lezione precedente abbiamo introdotto il concetto intuitivo di "condizione da valutare". In realtà si tratta più esattamente di valutare che la relazione tra due valori (o espressioni) sia vera.

Nella lezione precedente abbiamo introdotto il concetto intuitivo di "condizione da valutare". In realtà si tratta più esattamente di valutare che la relazione tra due valori (o espressioni) sia vera.

<valore> <operatore di relazione> <valore>

Ad esempio:

x == 5

Ed ecco gli altri operatori:

Operatore Spiegazione Esempio
> maggiore x>7
>= maggiore uguale x>=7
< minore x<7
<= minore uguale x<=7
== uguale nome==”Mario”
!= diverso Nome!=”mario”

Un errore tipico dei principianti è quello di confondere l'operatore di uguaglianza, con il doppio simbolo "=" (==) con l'operatore di assegnamento (=). Ad esempio questo:

x=8;
if (x=5) { //dovrebbe essere ==, non =
  alert("la variabile x è uguale a 5");
}

risulterà sempre vero, perché all'interno delle parentesi viene assegnato un valore, e non viene invece eseguito un confronto.

Inserire la relazione tra due valori in un alert è un metodo sbrigativo per sapere se la relazione è vera oppure no:

x = 5;
alert(x >= 5);
alert(x < 5);

Finora abbiamo sempre assegnato il valore delle variabili all'interno della pagina: tuttavia non si tratta di un procedimento molto utile, dal momento che la possibilità di valutare la veridicità di un espressione ci interessa soprattutto quando non conosciamo i valori delle variabili.

Ci interessa sapere ad esempio se:

variabileUtente == variabileImpostataDaMe;

oppure

variabileAmbiente == variabileImpostataDaMe;

negli esempi delle prossime lezioni vedremo come "catturare" questi valori.


Ti consigliamo anche