Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 4 di 49
  • livello principiante
Indice lezioni

La storia di JavaScript

Come è nato, come si è evoluto e quali sono gli standard di JavaScript
Come è nato, come si è evoluto e quali sono gli standard di JavaScript
Link copiato negli appunti

Nel 1995 Netscape decise di dotare il proprio browser di un linguaggio di scripting che permettesse ai web designer di interagire con i diversi oggetti della pagina (immagini, form, link, ecc.), ma soprattutto con le applet Java (programmi che permettono di interagire con l'utente). Infatti in quello stesso anno Netscape era particolarmente vicina alla Sun Microsystems (ideatrice di Java), con cui aveva stretto una partnership. Brendan Eich venne incaricato del progetto e inventò LiveScript (chiamato così ad indicare la propria vivacità e dinamicità).

Le due aziende il 4 dicembre 1995 annunciarono la nascita di questo nuovo linguaggio, descrivendolo come «complementare all'HTML e a Java». La versione beta di Netscape Navigator 2.0 incorporava quindi LiveScript, ma - in omaggio a Java - Netscape decise di ribattezzare il nuovo linguaggio di scripting JavaScript.

La versione 2.0 di Netscape Navigator fu un grande successo, ma i webdesigner non utilizzarono JavaScript per interagire con le applet java (come avrebbe voluto Netscape), ma piuttosto per rendere più vive le pagine. È in quest'anno che nacque nel web l'effetto di roll-over.

Microsoft rispose a JavaScript in due modi:

  • con l'introduzione di VBScript all'interno di Internet Explorer 3
  • con una propria versione di JavaScript, sotto molti aspetti simile all'originale, chiamata JScript (siamo nel luglio 1996)

JScript è dunque la versione di JavaScript supportata da Internet Explorer.

A causa di alcune differenze presenti in Internet Explorer 3 Netscape e Sun decisero di standardizzare JavaScript e si affidano all'European Computer Manufacturers Association (ECMA). La stessa associazione che oggi è incaricata da Microsoft di standardizzare il C#. La standardizzazione incominciò nel novembre 1996 e fu adottata nel giugno 1997 da ECMA e nell'aprile 1998 da ISO (International Organization for Standardization, una delle più prestigiose organizzazioni internazionali che si occupano di standard).

Attualmente siamo alla terza versione di ECMAScript.

ECMAScript è dunque figlio di JavaScript. E oggi quando si dice JavaScript, JScript ed ECMAscript sostanzialmente si indicano tre varietà dello stesso linguaggio.

Bisogna poi tener conto che differenti versioni del browser, implementano differenti versioni di JavaScript (la più recente è la 1.4, mentre la 1.5 è ancora in beta), quindi il modo di interpretare determinati costrutti potrebbe variare da una sottoversione del browser all'altra.

Tutto questo tuttavia non ci deve minimamente preoccupare: si tratta della normale evoluzione (e crescita) di un linguaggio di scripting che si adatta alle diverse esigenze sopraggiunte (dei programmatori e del commercio). La versione di JavaScript è comunque pur sempre la 1.x e dunque tra una sottoversione e l'altra non ci saranno degli sconvolgimenti sostanziali. E quando la differenza c'è ci penseranno i manuali (o meglio ancora i reference) ad avvertirci.

Per quel che riguarda il futuro del nostro linguaggio, attualmente esistono due proposte di Netscape per JavaScript/ECMAScript (passerà del tempo, però prima che le proposte siano riviste e accettate, e prima che i browser siano in grado di leggere le nuove versioni del linguaggio): JavaScript 2.0 e EcmaScript 4 .

Un tabella di confronto sulle varie versioni di JavaScript rispetto al browser la potete trovare sul Corso di Javascript di HTML.it.

Per completezza bisogna inoltre notare, che JavaScript può anche essere utilizzato per scrivere delle applicazioni server side, nel caso che il web server lo consenta (se, ad esempio, si utilizza iPlanet di Sun): in questo caso JavaScript può dunque svolgere mansioni analoghe a quelle che normalmente vengono effettuate da php, asp o jsp. L'utilizzo di JavaScript lato server è per lo più un caso sporadico, e comunque non ce ne occuperemo nella presente guida.

La sintassi di JavaScript può essere utilizzata inoltre per scrivere pagine asp, ma questo dipende dalla versatilità di asp, più che essere una caratteristica di JavaScript.


Ti consigliamo anche