Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Strategia e progetto

Riflettere sull'importanza e gli strumenti della fase progettuale
Riflettere sull'importanza e gli strumenti della fase progettuale
Link copiato negli appunti

Questa sezione illustra le fasi preparatorie al posizionamento vero e proprio e quello che deve essere tenuto presente, per avere i migliori risultati.

È importante tener conto, volendo rendere visibile il sito sui motori di ricerca, che alcune scelte sono condizionate.

Gli algoritmi di indicizzazione dei motori, infatti, non considerano solo le pagine in sé, ma anche altri parametri relativi ai server impiegati, alle locazioni geografiche, ai nomi, ecc.

Non tutti i parametri sono ugualmente importanti e, nel caso il sito sia già stato realizzato, spesso non si ha modo di variarli. Si procederà, in tal caso, sapendo di non poter sfruttare tutte le possibilità.

I motori di ricerca danno maggior rilievo ad alcune regole rispetto ad altre, ma ne considerano sempre l'insieme. Per un risultato stabile è importante utilizzarne il maggiore numero possibile.

La mancata applicazione di una di esse, comunque, non è necessariamente pregiudizievole di un buon risultato, anche se non sarà il migliore.

Scelta della strategia

Prima di avviare le attività è importante definire una strategia che comprenda i metodi che saranno applicati.

Figura 1. Definizione della strategia
Definizione della strategia

Le fasi principali sono:

  • definizione degli obiettivi del sito;
  • studio della visibilità necessaria per il raggiungimento degli obiettivi;
  • identificazione dei visitatori desiderati e del loro profilo;
  • individuazione delle regole di posizionamento applicabili al tipo di sito;
  • scrittura di un documento delle specifiche di sviluppo, in relazione al posizionamento del sito.

Troppo spesso viene trascurato l'ultimo punto, che invece è fondamentale. La scrittura di un documento di specifiche consente di riordinare le idee, d'accertarsi del fatto sia stato tenuto conto di tutto, trasferendo correttamente la conoscenza al team del progetto.

Per semplificare la rappresentazione delle attività, è utile l'impiego delle mappe mentali (quella mostrata nella figura sopra ne è un esempio) e di un programma che ne consenta la gestione. Il sito html.it, riporta alcuni articoli su questo modello di rappresentazione e sugli usi possibili per le attività "web-oriented".La bibliografia e la sitografia, in fondo alla guida, riportano ulteriori riferimenti a risorse utili.

Figura 2. Esempio di mappa mentale delle specifiche funzionali
Esempio di mappa mentale delle specifiche funzionali

A titolo esemplificativo, è proposta una mappa mentale di un documento di specifiche. Sono previste le seguenti sezioni:

  • indicazione delle necessità di visibilità del sito in fase di creazione;
  • scheda con il profilo dei visitatori che si vorrebbe attirare verso il sito;
  • elenco delle chiavi che, a fronte dell'analisi, risultano a tema, con indicazione di quella principale, delle altre importanti e di quelle collegate;
  • disposizioni inerenti ai link in-bound, per la realizzazione di gruppi di pagine raggiungibili dall'esterno;
  • informazioni di quali servizi di Web Advertisement saranno attivati, per la preparazione delle pagine corrispondenti e la realizzazione di meccanismi software per il controllo della conversione Visitatore/Cliente;
  • specifiche di ottimizzazione delle pagine e del sito nel suo complesso.

È importante che il documento sia condiviso con i principali responsabili del progetto di realizzazione del sito. Almeno con:

  • il project manager;
  • il progettista del sito;
  • il grafico;
  • lo sviluppatore delle pagine;
  • l'editor di contenuti.


Ti consigliamo anche