Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Aggiornamenti

Aggiornare i contenuti e gestire i cambiamenti delle URL
Aggiornare i contenuti e gestire i cambiamenti delle URL
Link copiato negli appunti

Contenuti aggiornati

I motori di ricerca preferiscono siti aggiornati, vivi ed in continua evoluzione. Per quanto un documento possa essere interessantissimo anche se vecchio, in generale è vera la regola che contenuti in evoluzione sono più aderenti alla realtà ed al momento.

Un sito interessantissimo, anche se mai aggiornato, è un'eccezione ed i motori di ricerca, invece, tendono a lavorare sulle consuetudini.

Quanto espresso porta ad affermare che modifiche quotidiane al sito lo fanno ritenere "vivo". Gli effetti sul posizionamento sono stati innumerevoli volte confermati e, secondo molte voci, contribuiscono a velocizzare l'uscita da Sandbox.

È importante che gli aggiornamenti non siano concentrati su una sola pagina del sito, ma che si ripercuotano sul più largo insieme possibile di contenuti.

La presenza di sezioni FAQ, News, Eventi e Glossario, consente di avere spazi per aggiornamenti continui, non forzati, utili al visitatore ed ancor di più al posizionamento.

Codice 301 "Moved Permanently"

Nel caso sia necessario spostare una pagina o cambiarle nome, si incorre nel rischio che i link in-bound presenti sul web e i riferimenti posti sulle SERP dei motori di ricerca, restino orfani.

Se è strettamente necessario, si possono adottare le seguenti procedure:

  • creare una seconda pagina, trasformare la prima in un abstract e inserivi una frase di spiegazione ed un link che porti il visitatore alla nuova;
  • creare una nuova pagina, far rispondere al server col codice 301 "moved permanently" al browser o spider che chiedono la prima, aggiungendo l'indirizzo della nuova. In automatico lo spider si sposterà sulla nuova destinazione, rimovendo dopo un certo lasso di tempo la vecchia (anche alcuni mesi, però).

Il codice 301 "moved permanently" indica appunto a chi richiede una pagina, che questa è stata spostata ad altro indirizzo, provocando un balzo automatico.

Mai usare un redirect automatico, per spostare il browser o lo spider alla nuova destinazione. Per quanto fatto a fin di bene, la cosa potrebbe essere mal interpretata dai motori di ricerca e portare a penalizzazioni.

Nel caso siano molte le pagine da "traslocare", accertarsi che i contenuti siano diversi tra le versioni. Un'alta presenza di pagine mirror potrebbe far pensare al motore di ricerca di trovarsi di fronte ad un intero sito mirror, con rischio di penalizzazione.


Ti consigliamo anche