Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Contenitori di informazione

Come influisce l'aggregazione dei contenuti nel posizionamento
Come influisce l'aggregazione dei contenuti nel posizionamento
Link copiato negli appunti

Glossari, FAQ e News

Componenti di un sito utilissimi per i visitatori sono i glossari, le FAQ (risposte a domande frequenti) e le News. Oltre ad essere utili agli utenti, queste parti servono ancor di più al sito stesso, per essere ben visibile sui motori di ricerca.

Un glossario è un deposito cospicuo di informazioni e contenuti, rigorosamente a tema, e contenente le chiavi collegate agli argomenti trattati. Per sua natura, avrà maggiori ripetizioni delle chiavi importanti, senza che alcuna cura debba essere posta dal SEO. Si suol dire che il glossario si posiziona da solo, se è scritto in HTML. Non è raro, infatti, che a fronte di una ricerca, si arrivi proprio al glossario del sito.

Il fatto che da tutte le pagine vi siano dei link che dalla parola portano direttamente al punto di glossario che la spiega, aumenta l'inter-link del sito, con tutti gli aspetti benefici già descritti.

Le FAQ sono un'estensione del glossario, con in più la possibilità di un frequente aggiornamento. Aggiungere una FAQ a settimana, oltre ad aumentare la fidelizzazione degli utenti, invoglia lo spider alla visita e fa ritenere vivo il sito (fattore estremamente positivo per il posizionamento).

Le News sono da considerarsi uno degli strumenti più importanti nelle mani del SEO. La continua aggiunta di articoli su temi collegati, con la possibilità di esplorare nuove chiavi, consente di ampliare lo spettro di visibilità del sito.

Le regole sono le stesse per glossario, FAQ e News:

  • le pagine devono essere ottimizzate, come già precedentemente descritto;
  • devono esservi dei cambiamenti ogni settimana e nelle News meglio ogni giorno;
  • dalle altre pagine devono esservi molti link verso queste;
  • devono essere "linkate" dalla home;
  • le news devono stare su documenti separati, uno per ogni novità.

Gli RSS

RSS è l'acronimo di Rich Site Summary (riassunto arricchito di un sito) o Really
Simple Syndication (distribuzione veramente semplice) ed è il sistema emergente per tenersi allineati con i cambiamenti di un sito, un blog, un portale o semplicemente una lista variabile di risorse interessanti.

Nell'ambito del posizionamento, l'RSS non ha ancora una valenza precisa, anche se si può ipotizzare la crescita della sua importanza.

La presenza di un feed RSS su una pagina, infatti, è ritenuta sicuramente d'utilità per il visitatore e i suoi contenuti potrebbero rappresentare una sorta di abstract interessante per il motore di ricerca.

Anche senza avere ancora indicazioni precise da esperimenti, la presenza di un RSS è auspicabile, nei contesti ove ciò ha senso. Anticipare, qualche volta, ha senso ed in questo caso la strada parrebbe tracciata.

I blog

Il blog è una forma di sito che per sua struttura, modo di gestione, suddivisione del contenuto e schema di link inseriti, si presta ad essere ben posizionato sui motori di ricerca, per i temi trattati.

Il blog, infatti, rispetta molte delle regole viste in questo manuale ed in particolare:

  • presenza di contenuti a tema;
  • link tra le sezioni a tema;
  • titoli con chiavi (se opportunamente redatti);
  • frequenza di aggiornamento;
  • natura informativa riconosciuta dal motore;
  • presenza di link out-bound;
  • se il blog ha una certa importanza, presenza di link in-bound.

Per ottenere i massimi risultati, occorre:

  • ottimizzare il codice delle pagine personalizzando il software dove serve;
  • ottimizzare i testi seguendo le regole viste in precedenza;
  • scegliere una grafica snella ed essenziale.

Il resto, verrà da sé.

Il Forum

Con alcune differenze rispetto al Blog, anche il Forum è un grande contenitore di testi e come tale, ottimo deputato al posizionamento nelle prime posizioni.

Ai motori sono particolarmente graditi i forum con argomento specifico, perché viene continuamente aggiunto ed aggiornato il materiale, per la lunghezza delle discussioni, per la grande presenza di testi rispetto alla grafica.

Alcuni piccoli svantaggi sono presenti tra le pagine del forum:

  • URL spesso zeppe di parametri (cosa normalmente negativa);
  • discussioni in cui le chiavi a volte non sono presenti o eccessivamente diluite nei testi con larghe porzioni non attinenti;
  • titoli che a volte non offrono spunti per la ricerca (help, guardatemi, aiuto!).

La gestione di un forum, inoltre, può essere eccessivamente gravosa e non si giustifica al solo fine di un buon posizionamento sui motori di ricerca. Ovviamente se la scelta di avere un forum è dettata da altre motivazioni, sarà buona decisione sfruttare l'opportunità offerta.

Per una buona visibilità:

  • rendere statiche o con pochi parametri le URL delle discussioni (thread);
  • completare il forum con alcune sezioni di articoli, approfondimenti, news e FAQ;
  • editare i title delle discussioni per avere frasi di senso compiuto ed attinenti ai temi trattati;
  • far sì che le discussioni non diventino troppo lunghe, spezzando eventualmente su più thread;
  • far in modo che le discussioni restino quanto più possibile a tema;
  • far "girare" le chiavi, per avere una buona rappresentazione degli argomenti trattati, sulla base dei glossari dei motori.

Un forum trova la sua maggior giustificazione se associato ad un sito che lo ospita, fornendo contenuti statici a tema e godendo del traffico rappresentato dagli utenti (se il forum ha una certa notorietà).

Dovendo scegliere se avere un forum collegato al proprio sito, comunque, evitare di avviare un organismo che poi resterà vuoto e senza vita. Oltre al danno d'immagine, si può ipotizzare che gli stessi motori di ricerca non considerino positivamente una simile situazione. In un ottica di studio sui modelli comportamentali degli utenti, ciò sarebbe sicuramente penalizzante.


Ti consigliamo anche