Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 1 di 40
  • livello principiante
Indice lezioni

Introduzione alla guida

Intorduzione al corso e dichiarazioni d'intenti: cosa troverete nelle lezioni seguenti
Intorduzione al corso e dichiarazioni d'intenti: cosa troverete nelle lezioni seguenti
Link copiato negli appunti

Dreamweaver Ultradev 4 è uno dei prodotti di punta di Macromedia. Si
tratta di una versione "potenziata" del celebre Dreamweaver, il programma
considerato da molti come il migliore editor per pagine web in circolazione.
Mantenendo la stessa interfaccia e le straordinarie doti di editing, Ultradev
aggiunge al prodotto gemello la possibilità di realizzare siti e pagine
dinamiche, basate sui linguaggi di scripting lato server più comuni,
almeno in ambiente Windows: ASP, CFML (Cold Fusion), JSP (Java Server Pages).
Non spaventatevi se non siete avvezzi alla programmazione! Ciò che rende
Ultradev un software "non per soli programmatori" è la sua
dotazione di funzioni predefinite (Comandi, Oggetti e i famosi Behaviors) che
consentono allo sviluppatore di poter realizzare applicazioni web di una certa
complessità anche senza scrivere una riga di codice! Poniamoci allora
insieme un obiettivo: riuscire a realizzare, dopo aver letto questa guida, una
semplice applicazione web dinamica pronta per essere pubblicata. Vedrete che
con Ultradev è possibile.

Prima di iniziare la lettura della guida è opportuno chiarire alcuni
concetti:

  1. Le lezioni che leggerete non sono una vera e propria guida a Dreamweaver! In pratica,
    non troverete qui spiegazioni dettagliate sulla sua interfaccia e sulle sue
    fondamentali funzionalità. Ovviamente, la conoscenza basilare di Dreamweaver
    è un presupposto fondamentale per seguire con profitto queste lezioni.
    Pertanto, abbiamo deciso di dedicare una lezione
    ai principali elementi dell'interfaccia e un'altra
    che serva da guida allo svolgimento delle principali operazioni (creare un
    nuovo file, formattare il testo e inserire link, inserire immagini, lavorare
    con tabelle e form). Se volete approfondire lo studio su Dreamweaver, vi rimandiamo
    all'help in linea del programma, a qualche buon manuale o all'ottima
    guida pubblicata da Html.it.
  2. I riferimenti saranno alla versione in lingua inglese di Ultradev. Una
    versione dimostrativa pienamente funzionale, ma limitata a trenta giorni si
    può scaricare dal sito di Macromedia.
    La versione demo non è distribuita in lingua italiana.
  3. Studiate il linguaggio ASP. Il nostro Ultradev è una specie
    di poliglotta. Riesce infatti a parlare, come detto, almeno tre lingue (linguaggi
    forse è meglio!): ASP, Cold Fusion, JSP. La nostra preferenza va, per
    motivi che chiariremo in seguito, ad ASP. Ora, è vero che con Ultradev
    si può fare a meno di scrivere codice, ma se imparate la basi di questo
    linguaggio potrete spremere il meglio dal programma e realizzare applicazioni
    sempre più complesse. Su ASP trovate in Internet e in libreria molta
    documentazione. Anche in questo caso vi rimandiamo alle pagine
    e al sito di Html.it dedicati all'argomento.
  4. Imparate a lavorare con i database. Il cuore di un'applicazione web
    o di un sito dinamico è spesso rappresentato da un database. Anzi,
    un database ben costruito è il primo passo per realizzare un prodotto
    efficiente. Non è necessario certo spendere milioni per SQL Server
    o per Oracle8i! Basta Access e un pò di pazienza. E soprattutto cercate
    di farvi una base sul linguaggio SQL, lo strumento che consente di interagire
    con i database che create.
  5. Procuratevi un server web. Per poter lavorare con Ultradev è
    fondamentale installare sulla propria macchina un software che funga da web
    server. In una prossima lezione vedremo quali programmi scegliere e come configurarli.
    Per il momento ci limitiamo ad un avviso: installate Ultradev solo dopo
    aver installato e configurato il web server!

La guida si articola in due parti. Nella prima ci concentreremo sui requisiti
software e sulle principali funzionalità del programma. La seconda parte
sarà invece strutturata nella forma di un tutorial che vi guiderà
passo per passo alla realizzazione di un semplice sito dinamico. Buona lettura.


Ti consigliamo anche