Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Principali sistemi operativi

Breve descrizione dei SO più diffusi nel mondo "mobile"
Breve descrizione dei SO più diffusi nel mondo "mobile"
Link copiato negli appunti

Nell'articolo precedente abbiamo considerato le capacità hardware delle varie famiglie di dispositivi. Non è stata di certo una rassegna esaustiva, ma è stata utile per delineare i tratti fondamentali di questi strumenti. In questa pagina saremo invece interessati a conoscere le principali piattaforme disponibili per device mobili. In quanto piccoli calcolatori, tutti possiedono ormai un vero e proprio sistema operativo al quale spetta il compito di gestire le molteplici funzionalità che essi devono assolvere.

Il sistema operativo è costituito da un insieme di componenti software che hanno il compito di tradurre il funzionamento logico del calcolatore in una serie di comandi direttamente interpretabili dalle parti fisiche (processore, memoria, periferiche). Rappresenta l'anima di ogni strumento di dotato di capacità di elaborazione. Ad alto livello, invece, si occupa di gestire la comunicazione tra il dispositivo e l'utilizzatore attraverso l'interfaccia-utente.

Una caratteristica importante dei sistemi operativi moderni è data dalla possibilità di utilizzare il medesimo sistema operativo anche su dispositivi costruiti con componenti hardware differenti. Nel settore dei dispositivi portatili questo aspetto si traduce nell'esistenza di poche principali alternative. Ciascuna di esse, tuttavia, condivide una serie di caratteristiche comuni, quali l'elaborazione multi-tasking, interfaccia grafica, gestione dell'input tramite schermo sensibile e pennino, eventuale supporto per tastiere alfanumeriche.

  • Windows Mobile. È il sistema sviluppato da Microsoft per dispositivi mobili. L'ultima versione (5.0) è stata presentata lo scorso maggio, rappresenta un'evoluzione dei suoi predecessori (Windows CE, Pocket PC 2002 e 2003) ed è pensato per gestire sia architetture smartphone che PDA. Si tratta di un software molto potente in grado di gestire più processi in esecuzione contemporaneamente (multi-tasking), orientato alla multimedialità e alla produttività da ufficio. Un suo punto di forza è sicuramente l'elevata compatibilità con i desktop che si avvalgono di sistemi Windows, in particolare con programmi di personal management come Outlook. Il sito di riferimento è www.microsoft.com/windowsmobile;
  • Palm OS. Sviluppato da PalmSource per i prodotti della famiglia Palm, è un sistema giunto ormai alla sua sesta versione. Distintosi fin da subito per la sua stabilità e per le elevate prestazioni in termini di gestione dell'informazione personale, dall'ultima sua release (denominata Cobalt) ha iniziato a supportare lo standard IEEE 802.11 (Wi-Fi) aprendosi così alla connettività wireless. Primariamente diffuso su architetture PDA, di recente è stato utilizzato anche in strumenti di tipo smartphone come Treo di PalmOne. Maggiori informazioni su questo sistema possono essere rintracciate presso www.palmsource.com;
  • Symbian. Symbian rappresenta ad oggi la più diffusa piattaforma di gestione di sistemi smartphone. Nato come evoluzione di EPOC, il sistema operativo costruito da Psion per i suoi pionieristici assistenti personali, viene sviluppato da un'omonima azienda creata appositamente da player del settore come Nokia, Ericsson, Motorola e Psion, soggetti alla ricerca di un sistema comune dall'elevata interoperabilità e personalizzabilità. Oltre quaranta modelli di telefoni cellulari sono commercializzati con questo sistema operativo: tra di essi citiamo Nokia 7650, Sony-Ericsson P900 e Motorola A100. Una caratteristica molto importante è il supporto per il linguaggio Java, grazie al quale possono essere così realizzate applicazioni indipendenti dalla piattaforma di esecuzione. Tutti i dettagli relativi a Symbian sono reperibili presso www.symbian.com;
  • Linux. Pur trattandosi di certo di un sistema ancora di nicchia per il settore dei device mobili, Linux attrae i produttori per l'assenza di costi di licenza e per le elevate potenzialità di portabilità e di configurazione: recentemente anche Nokia ha annunciato che il suo prossimo tablet (Nokia 770 Internet Tablet), pensato per consentire l'accesso nomade al web, sarà basato proprio su una personalizzazione di Linux. Una risorsa molto completa sull'adozione di Linux su sistemi portatili è sicuramente il sito linuxdevices.com.


Ti consigliamo anche