Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Introduzione a Sorgenti di traffico

Il primo report del gruppo sulle provenienze dei visitatori
Il primo report del gruppo sulle provenienze dei visitatori
Link copiato negli appunti

Studiare le fonti di traffico, in modo approfondito, oltre a far capire da dove, chi e perché è entrato nel sito, ha lo scopo di suggerire azioni da intraprendere nel futuro; ad esempio si potrebbe scoprire che una vecchia campagna dell'anno scorso porta più visitatori dell'ultima realizzata, capirne il perché e provare a correggere la successiva. Oppure che un certo referrer porta proporzionalmente più conversioni di tutti gli altri, e quindi cercare di instaurare un business con il sito in questione per sviluppare ulteriormente questo canale.

Figura 16.1 - La panoramica delle sorgenti di traffico
la panoramica delle sorgenti di traffico

Il pannello introduttivo, delle sorgenti di traffico, serve a darci il polso della situazione, prima di approfondire le analisi, e contiene riassunti e link a tutti gli altri report disponibili nella sezione. Il grafico, che sovrasta il pannello principale, è impostato per definizione sulle visite, analogamente alla bacheca, e successivamente troviamo la ripartizione percentuale delle visite per provenienza:

  • traffico diretto: visitatori provenienti da link non riconducibili a nessun dominio;
  • siti di provenienza: link su altri domini;
  • motori di ricerca: visite provenienti da pagine dei risultati di motori di ricerca, per risultati organici o sponsorizzati.

Il grafico a torta relativo, tuttavia, può contenere una quarta voce ("altro") e include sostanzialmente le campagne di promozione che abbiamo dotato di specifici tag e le visite che per problemi tecnici non è stato possibile attribuire a una delle tre categorie nominate in precedenza.

Scendendo ancora si trovano i primi cinque record del report "tutte le fonti di traffico" e le prime cinque parole chiave dell'omonimo rapporto, con link ai report stessi e al dettaglio dei record mostrati. Essendo dati riassuntivi, il dettaglio riportato è minore ed è possibile conoscere soltanto il numero di visite e la percentuale di esse sul totale del sito.

Vale la pena di fare ora una piccola parentesi e spiegare un concetto che tornerà utile nelle valutazioni dei report successivi: la fonte di traffico è un dato che Google Analytics scrive nei cookie del browser dell'utente e che viene inviato ogni volta che il codice javascript viene eseguito. È fondamentale comprendere quando questo valore viene modificato nel cookie, perché è in base a quel che c'è scritto nel cookie che viene attribuita una eventuale conversione.

Le regole dicono che le visite provenienti da campagne, organico, referrer e AdWords aggiornano sempre il cookie, e che il traffico diretto ha la minore precedenza tra tutti. In pratica, se un visitatore arriva da un motore tramite una ricerca, nel cookie ci sarà scritto "organico|keyword", se poi torna digitando direttamente l'indirizzo e fa una visita diretta nel cookie ci sarà sempre scritto "organico|keyword". Idem per quel che concerne il rapporto campagne / traffico diretto e siti di provenienza / traffico diretto. Se un visitatore proviene da una campagna il cookie viene sempre aggiornato, qualsiasi cosa vi sia scritta dentro.


Ti consigliamo anche