Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Testi alternativi

Descrizioni da fornire ai disabili tramite testi estesi, sonori o equivalenti.
Descrizioni da fornire ai disabili tramite testi estesi, sonori o equivalenti.
Link copiato negli appunti

Per
testi
alternativi
si intendono tutte le descrizioni che devono essere fornite
in alternativa a tutti gli elementi grafici (immagini, ma non solo) contenuti
nelle pagine html.

Ai
fini di rendere accessibili le pagine html agli utenti di Internet disabili
della vista, sarà necessario quindi inserire sempre:

  • gli elementi
    testuali che chiariscano la funzione di un'immagine
    nel contesto di un documento (sostanzialmente tali elementi testuali sono
    quelli inseriti tramite il comando ALT);
  • le descrizioni
    estese o Long Descriptions per tutte quelle immagini complesse che,
    essendo parte integrante di un testo, esigono di essere comprese da un
    non vedente: generalmente le descrizioni estese si forniscono su pagine
    separate e collegate alla pagina cui si riferiscono, ma possono essere
    indicate anche da didascalie, e in questo caso si può prevedere
    l'inserimento di una didascalia scritta nello stesso colore dello sfondo
    della pagina; i links di collegamento dovranno trovarsi in una locazione
    ben visibile all'apertura della pagina;
  • le descrizioni
    sonore per quanto riguarda, per esempio, didascalie, titolazioni: i files
    audio possono in tal caso sostituire gli elementi testuali introdotti tramite
    ALT;
  • le descrizioni
    testuali e sonore relative a filmati e animazioni
    (per esempio quelli riferiti alla grafica vettoriale); andranno fornite
    con pagine collegate i cui links siano agevolmente rintracciabili da parte
    dei non vedenti con gli strumenti ausiliari;
  • una trasformazione
    lineare dei contenuti delle celle di una tabella
    multicolonne; tali contenuti dovranno essere esposti in forma testuale
    (anche quando si tratti di elementi grafici) e impaginati in paragrafi
    successsivi che seguano lo stesso ordine delle celle del documento d'origine.
    Le celle dovrebbero avere senso se lette di seguito e dovrebbero includere
    elementi strutturali (che creino paragrafi, titoli, liste, ecc.) in modo
    che la pagina conservi il suo significato dopo la linearizzazione;
  • i contrasti
    di colore e le dimensioni dei fonts
    utili per la lettura dei testi sul monitor da parte degli ipovedenti;
  • una versione
    alternativa delle pagine html contenenti frames
    (non tutti i browsers e gli screen readers a disposizione dei non vedenti
    sono in grado di riconoscere frames).

A proposito
dei testi alternativi, sarà utile tener conto di alcune soluzioni
fornite nei vari capitoli in cui la presente guida è articolata
(si vedano in particolare gli esempi di seguito elencati, altri esempi
sono inseriti nel contesto dei rispettivi capitoli):


Ti consigliamo anche