Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Vocabolari e termini

Familiarizziamo con l'organizzazione del contenuto in Drupal
Familiarizziamo con l'organizzazione del contenuto in Drupal
Link copiato negli appunti

Organizzare il contenuto offerto attraverso il sito è un compito che spesso si rivela arduo, e non sempre il CMS scelto offre tutte le possibilità che vorremmo: a volte abbiamo bisogno di più opzioni per catalogare i nostri contenuti, altre volte le funzioni offerte non soddisfano pienamente le necessità.

Drupal fornisce un ottimo meccanismo per catalogare il contenuto, ovvero la tassonomia, attraverso il modulo Taxonomy. Esso viene attivato di default, per cui fin dall'installazione possiamo accedere alla gestione della tassonomia attraverso il menu "Amministra", quindi selezionando le voci "Gestione dei contenuti" e "Taxonomy". La pagina elenca la lista delle tassonomie attualmente adottate dal sistema, ed inizialmente è vuota.

Per comprendere la gestione della tassonomia di Drupal, introduco due nuove definizioni: i vocabolari ed i termini. Per vocabolario si intende un concetto che viene descritto attraverso i termini. Ad esempio, il vocabolario "Sport" ha come possibili termini calcio, nuoto, pallavolo.

Dovendo creare un sito di news, possiamo suddividere le notizie in base all'argomento, creando ad esempio il vocabolario "Argomento della notizia", ed i termini politica, sport, cronaca, eventi.

Per aggiungere un nuovo vocabolario, apriamo il pannello di amministrazione di Drupal, clicchiamo la voce "Gestione dei contenuti" e selezioniamo "Taxonomy". In questo pannello clicchiamo la voce Aggiungi vocabolario.

Per ogni tipologia di contenuto offerta attraverso il sito è possibile assegnare più vocabolari, in questo modo la gestione della tassonomia di Drupal permette di creare categorie, sottosezioni, gerarchie, categorie incrociate, sistemi di tagging.


Ti consigliamo anche