Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Opzioni di configurazione avanzate

Miglioriamo le prestazioni e la sicurezza di Drupal
Miglioriamo le prestazioni e la sicurezza di Drupal
Link copiato negli appunti

Impostiamo il fuso orario che deve assumere il sito selezionando "Configurazione del sito", quindi il link Data e ora.Possiamo permettere ad ogni singolo utente registrato di selezionare un fuso orario personale, in modo che venga visualizzata correttamente l'ora nelle varie sezioni del sito. Sempre nello stesso pannello possiamo scegliere quale giorno indicare come il primo giorno della settimana, quindi impostare un formato di visualizzazione della data predefinito.

Figura 1. Impostazione fuso orario e ora
Maschera di configurazione del database

Ora selezioniamo File System e impostiamo il metodo di download: se vogliamo avere un certo livello di controllo su chi può scaricare i file forniti per il download sul sito, conviene settare il download privato, in modo che Drupal possa gestire la distribuzione dei file attraverso i permessi utente. Altrimenti, possiamo impostare il download pubblico e delegare il controllo dei download al server Web. Impostiamo in modo corretto i percorsi delle cartelle di sistema (dove verranno conservati i file disponibili per il download) e la cartella temporanea. Attenzione, perchè se volete offrire il download privato, la cartella di sistema non deve essere raggiungibile dai browser web, ma solo dal server.

Nel pannello Formati di input decidiamo qual'è la tipologia di filtro da applicare ai contenuti inseriti dagli utenti: di default abbiamo HTML filtrato (selezionato come predefinito) e HTML completo. Ambedue i metodi consentono di trattare l'input utente, correggendo l'HTML incorretto, verranno convertiti i caratteri "a capo" in tag br e p e verranno trasformati tutti gli URL http e e-mail in links cliccabili. In più HTML filtrato applica un filtro che rimuove JavaScript e CSS. Possiamo aggiungere un nuovo formato di input, e associare ad ognuno di essi dei ruoli utente.
Quando ad un ruolo utente sono assegnati più formati di input, sarà l'utente stesso a selezionare quello che ritiene più adatto al momento dell'inserimento di nuovo contenuto.

Selezionando Lingue possiamo decidere quali linguaggi attivare, quale settare come predefinito ed aggiungere una nuova lingua. Avendo installato Drupal aggiungendo la lingua italiana, dovremmo avere due linguaggi di scelta. Nel tab Configura abbiamo la possibilità di decidere come viene gestita la scelta automatica della lingua: infatti Drupal è in grado di impostare in modo autonomo la lingua in cui presentarsi al visitatore in base al percorso dell'URL (sito/en oppure sito/it), in base al nome di dominio (it.sito.com oppure en.sito.com), oppure in base al percorso ma controllando anche le preferenze dell'utente oppure la lingua richiesta dal browser.

Arriviamo al pannello Logging and alerts. Qui abbiamo la possibilità di impostare il numero massimo di righe da tenere nel log sul database.

Figura 1. Miglioriamo le prestazioni di Drupal
Miglioriamo le prestazioni di Drupal

Infine, apriamo la pagina Prestazioni. Abilitare la cache è una operazione che serve a migliorare le prestazioni del sito quando è sottoposto ad un carico di accessi notevole. Attivando la cache le pagine del sito non vengono rigenerate da zero ad ogni richiesta, ma soltanto quando viene effettuato il primo accesso alla pagina. Gli accessi successivi non portano alla ricostruzione della pagina, ma il server consegna al browser una copia del codice HTML che ha mantenuto conservata in memoria. Abbiamo tre opzioni per il caching: non attivarlo, attivarlo in modalità normale oppure in modalità aggressiva, opzione che come avverte il pannello potrebbe causare qualche problema dovuto al caricamento dei moduli. Possiamo anche impostare quanto far durare il tempo di caching dal pannello.

Vi sono alcune opzioni utili per risparmiare banda e migliorare i tempi di download, come attivare la compressione delle pagine HTML. Possiamo inoltre ottimizzare i file CSS e JavaScript, facendo in modo che multipli files siano aggregati in uno solo. Drupal offre poi opzioni avanzate per gestire la visualizzazione dei moduli quando il server è sotto stress usando il modulo Throttle, parleremo di questo più avanti.


Ti consigliamo anche