Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Introduzione

Cos'è, perché utilizzarlo e come è nato Drupal
Cos'è, perché utilizzarlo e come è nato Drupal
Link copiato negli appunti

Drupal è uno dei più famosi CMS open source oggi sul mercato, il che sostanzialmente significa che è sviluppato da volontari che lasciano liberamente consultabile anche il codice sorgente.

Drupal viene utilizzato ogni giorno da moltissimi utenti e comunità per gestire i propri siti Web. Questo perché è possibile realizzare una gamma molto varia di applicazioni Web:

  • siti istituzionali (è stato utilizzato anche dall'università di Harvard, dal governo del Belgio e per alcuni siti della NASA)
  • portali e community di qualsiasi dimensione
  • siti Intranet
  • blog, blog multiutente
  • directory di contenuti
  • e-commerce
  • cloni di digg.com, emuli di youtube e flickr.

Se Drupal è risultato la scelta ottimale per questi siti Web, è probabile che soddisfi anche le nostre necessità. con questa guida mettiamo le basi per approfondire la conoscenza di Drupal e realizzare ciò che abbiamo in mente.

Perché usare Drupal

Drupal è tra i CMS Open Source più performanti e flessibili disponibili sul mercato. Con le ultime versioni 6.x, sono migliorate molte cose, come ad esempio l'installazione: se prima era necessario modificare a mano i file di configurazione, ora si può installare tutto comodmente, con una procedura guidata, direttamente online.

Notevoli miglioramenti sono stati apportati grazie ad un'accurata analisi di usabilità ed al conseguente miglioramento dell'interfaccia di amministrazione, che ora presenta controlli avanzati che ci permettono, ad esempio, di disegnare il layout dei blocchi attraverso il drag and drop.

La community, che ha reso possibile raggiungere questi risultati, conta un numero impressionante di sviluppatori, utenti e tester, che forniscono costantemente nuove idee e prodotti - spesso gratuitamente - per poter realizzare le funzionalità più svariate.

In definitiva Drupal offre stabilità, sicurezza e performance, e a quanto pare si è lavorato anche molto sulla semplicità di utilizzo.

Un po' di storia

la storia di Drupal ha inizio nel 2000, tra i banchi dell'università di Anversa. All'epoca l'ateneo non forniva l'accesso gratuito ad internet per gli studenti, per questo Dries Buytaert e Hans Snijder decisero di installare un router Wireless alla connessione ADSL per condividere la connessione.

Tuttavia non vi era alcun sistema per condividere file ed informazioni, per cui Dries creò un piccolo sito interattivo che permettesse agli studenti di inviare note e notizie utili a tutti. Finita l'università, il gruppo di studenti decise di pubblicare il sito in internet, in modo che essi potessero continuare a comunicare, per cui nacque drop.org.

Una volta pubblicato sul Web, l'utenza del sito aumentò e i membri iniziarono a parlare di autenticazione, moderazione, rating, syndication e di come implementarle sul sito.

Nel 2001 Dries decide di rilasciare il software dietro drop.org con il nome di Drupal e con licenza open source, per permettere ad altre persone di utilizzare ed estendere il sistema.

Drupal è oggi un CMS molto potente, ma anche un progetto che, per dimensioni e complessità, all'inizio può intimidire. Non c'è da lasciarsi spaventare, seguendo fino in fondo il filo conduttore di questa guida impareremo a un po' tutta l'infrastruttura di un sito Web. Soprattutto ricordiamo che è l'esperienza la più grande maestra: più tempo si passa cercando di configurare il sito, più ci si addentra tra i segreti di Drupal e se ne comprendono potenza e flessibilità.


Ti consigliamo anche