Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 65 di 134
  • livello avanzato
Indice lezioni

Connessione ad un database e gestione delle eccezioni

Abilitiamo la connessione ad un database con Java e JDBC e gestiamo le eccezioni tramite blocchi try-catch e sistema try-with-resources.
Abilitiamo la connessione ad un database con Java e JDBC e gestiamo le eccezioni tramite blocchi try-catch e sistema try-with-resources.
Link copiato negli appunti

Abbiamo concluso il precedente capitolo con un semplice programma per aprire una connessione verso
Postgres. L'apertura di una connessione, ma anche altre operazioni come vedremo in seguito, possono provocare
delle SQLException per errori come l'impossibilità di comunicare con il database, credenziali non corrette,
statement di interrogazione o modifica costruiti in modo
errato.

Queste eccezioni devono essere gestite correttamente per evitare il crash dell'applicazione e possibili
perdite di dati. Vediamo due possibili tecniche di gestione partendo da quella probabilmente più conosciuta.

try-catch

Modifichiamo il codice del programma precedente come segue:

package it.html.jdbc;
import java.sql.Connection;
import java.sql.DriverManager;
import java.sql.SQLException;
import java.util.Properties;
public class JdbcDemo2 {
	public static void main(String[] args) {
		String url = "jdbc:postgresql://localhost:5432/postgres";
		Properties props = new Properties();
		props.setProperty("user", "postgres");
		props.setProperty("password", "postgres");
		Connection conn = null;
		try {
		    conn = DriverManager.getConnection(url, props);
			System.out.println("Test di connessione avvenuto con successo");
		} catch (SQLException e) {
			e.printStackTrace();
		} finally {
			try {
				if (conn != null)
					conn.close();
			} catch (SQLException e) {
				e.printStackTrace();
			}
		}
	}
}

Questa tecnica di gestione prevede l'utilizzo di blocchi try-catch innestati per la gestione delle eccezioni e la corretta chiusura
delle risorse utilizzate.

Preliminarmente dobbiamo dichiarare ed inizializzare a null gli oggetti relativi alle risorse che andremo ad utilizzare,
nel nostro esempio è presente soltanto un oggetto Connection. Successivamente racchiudiamo in un blocco try-catch il tentativo di apertura di una
connessione. Nel caso di esito negativo avremo una SQLException che verrà gestita attraverso il relativo blocco catch.

Il blocco final viene eseguito sia in caso di esito positivo che negativo, al suo interno trova quindi posto il rilascio della connessione
con il metodo close(). Anche close() può lanciare una SQLException, per questa ragione deve qessere racchiuso in un
blocco try-catch.

Riassumendo lo schema generale per la gestione delle eccezioni JDBC è del tipo:

try {
 //Esecuzione task di database
} catch (SQLException e) {
 //Gestione eccezioni
} finally {
  try {
   //Rilascio Connessioni e Statements
  } catch(SQLException e) {
   //Gestione eccezioni
  }
}

try-with-resources

In Java 8 abbiamo la possibilità di utilizzare un metodo alternativo che si differenzia dal precedente per la gestione automatica
del rilascio delle risorse. Riprendiamo il codice del programma e modifichiamolo nel modo seguente:

package it.html.jdbc;
import java.sql.Connection;
import java.sql.DriverManager;
import java.sql.SQLException;
import java.util.Properties;
public class JdbcDemo3 {
	public static void main(String[] args) {
		String url = "jdbc:postgresql://localhost:5432/postgres";
		Properties props = new Properties();
		props.setProperty("user", "postgres");
		props.setProperty("password", "postgres");
		try ( Connection conn = DriverManager.getConnection(url, props);) {
			System.out.println("Test di connessione avvenuto con successo");
		} catch (SQLException e) {
			e.printStackTrace();
		}
	}
}

Questa soluzione prevede di inserire la creazione di connessioni e statements a livello del blocco try ed è nota con il nome
di try-with-resources.

In questo caso non abbiamo più bisogno del blocco finally in quanto la chiusura delle risorse utilizzate
avverrà automaticamente. Con Java 8 possiamo scrivere del codice più compatto rispetto alle versioni precedenti. In allegato trovate
il codice sorgente degli esempi JDBC all'interno del package it.html.jdbc


Ti consigliamo anche