Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 37 di 134
  • livello avanzato
Indice lezioni

Interfacce Collection e List in Java

Scopriamo come implementare Interfacce Collection e List in Java per gestire insiemi di dati all’interno di particolari strutture dette collezioni di elementi.
Scopriamo come implementare Interfacce Collection e List in Java per gestire insiemi di dati all’interno di particolari strutture dette collezioni di elementi.
Link copiato negli appunti

Nella programmazione abbiamo spesso bisogno di gestire dinamicamente insiemi di dati all'interno di particolari strutture (collezioni di elementi), desideriamo quindi aggiungere, rimuovere o visualizzare elementi. In Java una buona pratica nella scelta della struttura di raggruppamento è partire dalle interfacce di alto livello che descrivono i tipi base in modo astratto, scegliendo successivamente la classe che implementa il tipo base, attraverso considerazioni che riguardano la velocità di esecuzione e il consumo di memoria. A questi aspetti ci si riferisce con i termini di costo di tempo e di spazio di un modulo software.

L'interfaccia java.util.Collection descrive il tipo astratto collezione tramite metodi di cui quelli di uso più frequente sono:

boolean add(E e)
boolean remove(Object o)
boolean contains(Object o)
boolean isEmpty()
void clear()
int size()
Iterator<E> iterator()

Con add() aggiungiamo un elemento alla collezione, remove() lo rimuove, mentre con contains() ne testiamo la presenza nella collezione. isEmpty() consente di verificare se la collezione è vuota (true).
clear() elimina ogni elemento dalla collezione mentre size() ne restituisce il totale.

Per iterare gli elementi della collezione possiamo far uso di un oggetto che implementa l'interfaccia
Iterator<E> attraverso l'invocazione di iterator().
L'interfaccia Iterator ha quattro metodi di cui i tre fondamentali sono:

boolean hasNext()
E next()
void remove()

hasNext() verifica durante l'iterazione e attraverso la restituzione del valore true la presenza di un elemento, next() ne consente il recupero mentre remove() la rimozione.

java.util.Collection è estesa da java.util.List<E> e java.util.Queue<E>
per realizzare i tipi lista e coda. Una lista mantiene i suoi elementi rispettando l'ordine d'inserimento, ogni elemento in lista ha un indice con valore di partenza 0. L'interfaccia List aggiunge metodi per l'indicizzazione degli elementi:

add(int index, E element)
E get(int index)
int indexOf(Object o)
E remove(int index)

add() aggiunge l'elemento nella posizione specificata dal parametro index, get() consente il recupero di un elemento in una particolare posizione, indexOf() recupera l'indice di un elemento della lista e remove() rimuove di un elemento tramite il suo indice.

Le classi più utilizzate che implementano List sono java.util.Vector, java.util.Stack e java.util.ArrayList. Vector fornisce un'implementazione sincronizzata dei metodi di List risultando Thread Safe. ArrayList è identica a Vector ma con metodi non sincronizzati.

Stack estende Vector aggiungendo i metodi push(), pop() e peek() per il supporto LIFO (Last in first out) di un dato Pila. Un'alternativa più completa suggerita dalle API Java 8 è utilizzare una classe che implementa l'interfaccia
java.util.Deque come java.util.ArrayDeque<E> al posto di Stack.


Ti consigliamo anche