Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 25 di 30
  • livello avanzato
Indice lezioni

I sistemi di navigazione

Le strutture di navigazione all'interno di un sito Web
Le strutture di navigazione all'interno di un sito Web
Link copiato negli appunti

Un buon architetto delle informazioni non può fare a meno di conoscere tutti gli standard della navigazione, standard che di fatto costituiscono gli strumenti operativi del dialogo con il visitatore.

Come abbiamo visto in precedenza, lo scopo della navigazione è:

  • presentare ai visitatori, con il percorso più user friendly, la classificazione degli elementi del sito, così che possano trovare velocemente il contenuto che cercano;
  • assicurare che i visitatori sappiano sempre in che parte del sito si trovano;
  • permettere ai visitatori di muoversi velocemente e in modo logico attraverso il sito web;
  • dare ai visitatori i riferimenti appropriati del contenuto che stanno leggendo;
  • fornire esempi di contenuti che l'organizzazione vuole promuovere.

Vediamo alcuni esempi di sistemi di navigazione:

  1. Navigazione Centrale: quella che utilizza la parte centrale del corpo dell'informazione: il contenuto della pagina coincide in gran parte con i link di navigazione. Un esempio è il sito yahoo.it, con le sue directory "Arte e Cultura", "Economia", "Società", etc... Nella parte centrale della pagina risiede spesso l'indice del sito, organizzato per categorie.
  2. Navigazione Globale: contiene il link alla pagine che devono essere accessibili da ogni parte del sito (Home, contatti, etc). La navigazione globale dovrebbe anche essere posizionata al di sopra e al di sotto di ogni pagina. Nel raggruppamenti per schemi e categorie, la navigazione contiene il primo livello di categorizzazione del sito, le macro categorie che contengono tutte le altre.
  3. Navigazione caratteristica: si usa questo tipo di navigazione per enfatizzare alcune attrattive di contenuto del sito web . Per esempio: "La storia del giorno", oppure un prodotto appena uscito, etc. Si tratta di prendere un prodotto o una notizia dall'albero di navigazione e, per motivi promozionali, renderlo visibile a un livello superiore.
  4. Navigazione locale: si utilizza in genere sul lato sinistro del documento. Riprende l'indice delle categorie collegate al documento che si sta consultando.
  5. Storia della navigazione: contiene esattamente la ricostruzione del percorso effettuato per giungere alla pagina in cui ci si trova, ed è fortemente correlata al sistema generale di classificazione. Dovrebbe sempre iniziare con il link della Home e finire con la sezione in cui ci si trova. (Per esempio, Home/Prodotti/Computer/Portatili). Nielsen ha dato a questa tecnica il fiabesco nome di "bread crumbs", briciole di pane.
  6. Navigazione associativa: è un menu contestuale ad un singolo documento che cita altre pagine appartenenti a categorie diverse. E' la forma visibile dell'associazione tramite metadati già ampiamente trattata in questa guida.
  7. Url navigation: la url è l'indirizzo di un documento su Internet, e consiste nella comunicazione di un protocollo seguito da due punti e due barre. Questa navigazione ci dice l'indirizzo preciso della pagina in cui ci troviamo. Alcuni utenti esperti la utilizzano per muoversi a ritroso nelle cartelle del sito, e inoltre è una caratteristica utile per segnalare la pagina ad altre persone, ad esempio via email.

Lo schema seguente mostra come disporre i vari tipi di navigazione nella pagina, secondo la prassi consolidata nel web.

Figura 26
Immagine dei diversi tipi di navigazione spiegati in precedenza


Ti consigliamo anche