Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 12 di 59
  • livello principiante
Indice lezioni

Definire oggetti figlio

Le modalità più utilizzate per annidare e comporre gli elementi
Le modalità più utilizzate per annidare e comporre gli elementi
Link copiato negli appunti

Un elemento può avere un singolo figlio oppure una collezione di figli, questo fatto da vita a due casistiche. Nel primo caso il singolo elemento figlio viene definito tramite la proprietà Content, la quale, come abbiamo già notato nelle lezioni precedenti, può essere impostata utilizzando la sintassi basata sugli attributi XAML:

<Button x:Name="sampleButton"   
        Content="Cliccami!" />

oppure tramite la sintassi Property Element:

<Button x:Name="sampleButton"  >
  <Button.Content>
    <Rectangle x:Name="sampleRectangle" 
                 Fill="Blue" />
  </Button.Content>
</Button>

Tale proprietà è di tipo object, quindi permette di impostare qualsiasi elemento come contenuto, come per esempio un immagine, un video piuttosto che un'altro controllo, come già mostrato per i Property Element.

Nel secondo caso il controllo definisce una collezione di elementi figlio, quindi per aggiungere istanze alla collezione basta dichiarare elementi annidati:

<ListBox x:Name="sampleListBox"  >
  <ListBoxItem Content="SampleListBoxItem1" />
  <ListBoxItem Content="SampleListBoxItem2" />
  <ListBoxItem Content="SampleListBoxItem3" />
</ListBox>

Abbiamo creato un controllo ListBox con tre elementi figlio di tipo ListBoxItem. Un altro esempio lampante di oggetto che può avere molteplici figli è l'elemento principale del file XAML, lo UserControl.

Ti consigliamo anche