Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Introduzione

Approfondiamo la conoscenza di Ruby on Rails, il framework diventato pietra miliare per lo sviluppo Web
Approfondiamo la conoscenza di Ruby on Rails, il framework diventato pietra miliare per lo sviluppo Web
Link copiato negli appunti

Abbiamo già fatto la conoscenza di Ruby on Rails nella prima guida: un framework open source per la realizzazione di siti e applicazioni internet che si pone l'obiettivo di rendere lo sviluppo Web rapido ed efficiente. Rails è scritto in Ruby, un linguaggio di programmazione dinamico a oggetti, e offre strumenti per lo sviluppo di tutte le componenti di un'applicazione Web, dal database fino agli effetti Ajax sulle pagine HTML.

Fin dal suo prima rilascio, Rails si è distinto per alcune caratteristiche che rendono semplice e piacevole lo sviluppo di nuove applicazioni:

  • l'implementazione del pattern MVC, che permette di organizzare il codice in una struttura coerente e di facile comprensione
  • la presenza di task automatici per l'esecuzione di procedure ripetitive
  • l'utilizzo di metaprogrammazione e generazione automatica del codice per aggiungere con il minimo sforzo nuove funzionalità alla propria applicazione
  • l'adozione del paradigma Convention Over Configuration per di ridurre i file di configurazione necessari all'applicazione; tutte le componenti di un progetto Rails per convenzione hanno determinate caratteristiche; solo nel caso di caratteristiche particolari è necessario scrivere del codice
  • il pieno supporto per la metodologia DRY (Do not Repeat Yourself) per riutilizzare il codice all'interno di un progetto, e per condividere codice fra differenti progetti
  • la suite di test integrata per la scrittura e l'esecuzione di unit test, test funzionali e di integrazione

Rails è stato estratto dal suo autore, David Heinemeier Hansson, dal codice di Basecamp, un'applicazione Web per il project management di 37signals, e rilasciato come progetto open source nel 2004; intorno al progetto si è sviluppata nel tempo una community molto attiva, tanto che la versione 2.1, rilasciata a giugno del 2008, ha visto la partecipazione di 1400 collaboratori che hanno contribuito con oltre 1600 patch. L'interesse verso il framework si è espresso anche con la pubblicazione di numerosi libri, blog, e l'organizzazione di conferenze in tutto il mondo.

Cosa c'è di nuovo in Rails 2

Con la versione 2.0 rilasciata nel dicembre del 2007, sono state introdotte alcune funzionalità che rendono l'adozione di Rails ancora più appetibile:

  • Supporto semplificato per Web service REST, che permettono l'esposizione delle funzionalità delle applicazioni realizzate con Rails
  • Gestione avanzata della cache, con supporto per la memorizzazione su file, in RAM o tramite memcache
  • Multiview, per creare viste in differenti formati (HTML, XML, JSON, CSV, ...) a partire da uno stesso codice di base
  • Distribuzione automatica degli asset (file di immagine, javascript, fogli si stile) su più server e compressione dei file Javascript per aumentare le performance dell'applicazione
  • Annotazione del codice

Oltre all'introduzione di nuove funzionalità, lo sviluppo di Rails si è concentrato all'aumento delle performance del framework, con l'ottimizzazione se non la riscrittura completa delle porzioni di codice meno performanti.

Caratteristiche tecniche

Ruby on Rails è scritto in Ruby, un linguaggio di programmazione disponibile per molti sistemi operativi (Windows e la quasi totalità dei sistemi operativi 'nix). Esistono diverse implementazioni di Ruby, differenti per motivazioni e per tecnologia utilizzata; fra queste due sono considerate sufficientemente mature da essere utilizzate per ambienti di produzione:

  • Ruby MRI è l'implementazione ufficiale di Ruby, riferimento per tutte le altre implementazioni
  • jRuby è un'implementazione di Ruby in Java che permette di eseguire programmi Ruby e Rails su JVM

Altre implementazione degne di nota, anche se non ancora da considerarsi complete, sono IronRuby, sviluppato per essere eseguito su piattaforma .NET, e Rubinious, una riscrittura di Ruby in Ruby.

Rails supporta diversi database fra cui MySQL, PostgreSQL, SQLite, Oracle, SQL Server, DB2, Firebird, e offre supporto per l'utilizzo di Web service REST e SOAP.

Come leggere questa guida

Questa guida è divisa in tre sezioni principali. Nella prima sezione viene offerta una panoramica su Ruby on Rails 2 e vengono descritte le procedure di installazione su sistemi Windows, OSX e Linux; nella seconda sezione realizzeremo un'applicazione per la gestione di bookmark, analizzando le differenti componenti del framework e le procedure di sviluppo in Rails; nella terza parte approfondiremo i concetti incontrati nelle sezioni precedenti utilizzando come banco di prova il codice dell'applicazione precedentemente creata.


Ti consigliamo anche