Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Le funzioni con iniziale D

Analisi delle principali funzioni buit-in: date, define, die, dirname e altre
Analisi delle principali funzioni buit-in: date, define, die, dirname e altre
Link copiato negli appunti
  • date: visualizza la data in formato che è possibile definire; la funzione riconosce come validi i seguenti formati:

a: am/pm;
A: AM/PM
d: giorno del mese in due cifre, da "0" a "31";
D: giorno del mese in formato testo, ad esempio "Mon";
F: mese, in formato testuale, ad esempio "March";
h: ora nel formato "01", "12";
H: ora nel formato "00", "23";
g: ora nel formato "1", "12";
G: ora nel formato "0", "23";
i: minuti, nel formato "00", "59";
j: giorno del mese nel formato "1", "31";
l: giorno della settimana, ad esempio "Monday";
L: specifica se l'anno è bisestile o meno ("1" oppure "0");
m: mese nel formato "01", "12";
n: mese nel formato "1", "12";
M: mese in formato testuale corto, ad esempio "Jan";
s: secondi da "00" a "59";
S: suffisso inglese per gli ordinali, "st", "nd", "rd", "th";
t: numero di giorni nel mese corrente, da "28" a "31";
w: giorno della settimana in formato numerico ("0"=domenica);
Y: anno in quattro cifre, ad esempio "2000";
y: anno in due cifre, ad esempio "00";

Ad esempio, si potrebbe scrivere:

echo (date("l d F y H:i:s a"));

per avere la data corrente, che ad esempio potrebbe essere:

Friday 23 June 00 11:45:48 am

  • debugger_off: disabilita il debugger PHP;
  • debugger_on: abilita il debugger PHP;
  • decibin: converte un numero da decimale a binario; ad esempio, il numero "10" decimale è "1010" in formato binario, e con del semplice codice PHP potremo scrivere:

$bin = decbin(10);
echo $bin, "n";

che restituirà appunto "1010";

  • dechex: converte un numero da decimale a esadecimale; la sintassi è identica a quella utilizzata per decbin();
  • decoct: converte un numero da formato decimale a formato ottale; la sintassi è la stessa utilizzata per decbin();
  • define: definisce una costante; come abbiamo visto nel capitolo sulle costanti, queste sono simili alle variabili solamente che non hanno il simbolo del dollaro davanti; per definire una costante si utilizza la seguente sintassi:

define("COSTANTE", "Questa è una costante");
echo COSTANTE;

L'esempio riportato sopra visualizzerà "Questa è una costante";

  • defined: controlla che una certa costante esista: un esempio potrebbe essere:

define("COSTANTE", "Questa è una costante");
if (defined("COSTANTE")) {
echo "La costante è definitan";
} else {
echo "La costante non è definitan";
}

che visualizza un messaggio a seconda che la costante sia o meno definita;

  • die: visualizza un messaggio ed esce dal programma:

if (defined($num)) {
echo "$num è definiton";
} else {
die ("$num non è definito; impossibile proseguiren");
}

  • dirname: quando si specifica un path, riporta il path senza il nome del file finale: se ad esempio il path è "/home/yourname/public_html/index.php" la funzione restituirà solamente "/home/yourname/public_html":

$path = "/home/yourname/public_html";
echo(dirname($path));

Avrete notato che questa funzione fa l'esatto contrario della funzione basename(); combinando le due funzioni, si può avere il path completo di un file, compreso il suo nome;

  • diskfreespace: restituisce lo spazio di disco libero; se volessimo ad esempio vedere quanto spazio rimane nella directory root della macchina, potremo scrivere:

echo(diskfreespace("/"));


Ti consigliamo anche