Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 30 di 30
  • livello principiante
Indice lezioni

interfaccia FSO (FileSystenObject) per creare e salvare file

Un parserizzatore ci permette di verificare la correttezza del nostro codice e di eseguirlo. Microsoft Internet Explorer.
Un parserizzatore ci permette di verificare la correttezza del nostro codice e di eseguirlo. Microsoft Internet Explorer.
Link copiato negli appunti

Microsoft mette a disposizione il modello di oggetti FSO (FileSystemObject), che supporta la creazione e la gestione di file di testo in ambiente Windows. FSO è un ActiveX contenuto nella libreria dei tipi di scripting (Scrrun.dll), che quindi deve essere installata nel vostro sistema. Di solito questa dll viene installata assieme a MS ScriptEditor, contenuto anche nelle ultime versioni di Office.
FSO ha esiti potenzialmente distruttivi su di un filesystem, di cui prende il controllo assoluto (è infatti utilizzato per creare virus html). Per questo motivo IE5 vi avverte sempre prima dell'esecuzione di uno script che utilizza FSO e se il livello di protezione settato è elevato non esegue per nulla. Comunque raccomandiamo di:

- segnalare chiaramente all'utilizzatore la presenza di questi comandi;

- limitarsi ad usare metodi di creazione anziché di modifica e modificare solamente file creati dal programma.

FSO è sicuramente meno potente di altre tecniche (CGI, ASP...), ma ha il vantaggio di essere eseguito su client, quindi potete utilizzarlo sul vostro PC senza aver installato un server web.

L'utilizzo di FSO parte con l'istanziazione dell'oggetto ActiveX corrispondente:

  var fso = new ActiveXObject("Scripting.FileSystemObject")

Questo oggetto è unico: ogni altra istanziazione avrà esito negativo. Il motivo è chiaro: fso è ora un operatore virtuale del vostro filesystem e un altro operatore potrebbe generare contrasti. Le operazioni di FSO si dividono fra quelle riferite all'oggetto "operatore" (che chiameremo fso) e quelle riferite agli oggetti del filesystem (che chiameremo fsvar), che possono essere assegnati a delle variabili del programma. L'oggetto fso individua la cartella corrente, come se stessimo utilizzando "gestione risorse" di Windows. I percorsi usati come parametri nei metodi possono essere assoluti o fare riferimento alla posizione attuale dichiarata per fso.
[Notazione: i parametri fra parentesi quadre sono facoltativi]

1. Operazioni con le cartelle:

Attributi:

- Name: di fsvar, restituisce il nome
- Path: di fsvar, restituisce la posizione

Metodi:

- GetFolder(percorso e nome); di fso, permette di creare un fsvar
- CreateFolder(percorso e nome[, sovrascrittura]): di fso, crea la cartella indicata, sovrascrittura può essere impostato su true o false (default)
- Delete (percorso e nome[, forza]): di fsvar, cancella la cartella, se forza è impostato su true cancella anche i contenuti di sola lettura (default = false)
- DeleteFolder(percorso e nome[, forza]): di fso, cancella la cartella
- Move (destinazione): di fsvar, sposta la cartella
- MoveFolder (percorso e nome, destinazione): di fso, sposta una o più cartelle
- Copy (destinazione[, sovrascrittura]): di fsvar, sposta la cartella
- CopyFolder(percorso e nome, destinazione): di fso, copia una o più cartelle
- FolderExists(percorso e nome): di fso, restituisce un booleano

2. Operazioni con i file:

Attributi:

- Name
- Path

Metodi per la creazione e l'istanziazione:

- CreateTextFile (percorso e nome[, sovrascrittura[, unicode]]): di fso, unicode indica con true che il testo deve essere Unicode, con false (default) ASCII. La creazione di un file è ottenibile anche con i metodi OpenTextFile e OpenAstextStream con l'impostazione dei flag di modo I/O su sovrascrittura e formato su true.
- GetFile: come per le cartelle
- FileExists: come per le cartelle

Metodi per la lettura e la scrittura: queste operazioni si basano su di un oggetto ausiliario detto TextStream (in pratica un buffer di testo). Prima di qualsiasi operazione è necessario effettuare l'apertura del file. Il risultato del metodo di apertura, assegnato ad una variabile locale, è un oggetto TextStream:

- OpenTextFile(percorso e nome[, modo I/O[, creazione[, formato]]]): di fso restituisce un oggetto TextStream;
Modo I/O, valori: 1 (sola lettura, default), 2 (sovrascrittura), 8 (scrittura in coda)
Creazione: se il file indicato non esiste con true viene creato (default: false)
Formato, valori: -2 (apre utilizzando l'impostazione predefinita di sistema), -1 (apre in formato Unicode), 0 (apre in formato ASCII, default)
- OpenAstextStream([modo I/O[, formato]]): di fsvar, funziona come OpenTextFile
- Read (caratteri): di TextStream, legge il numero di caratteri indicato
- Readline(): di TextStream, legge una riga fino al carattere di nuova riga escluso
- ReadAll(): di TextStream, legge tutto il file
- Write([stringa]): di TextStream, scrive senza andare a capo
- WriteLine ([stringa]): di TextStream, se non viene indicata la stinga va semplicemente a capo
- WriteBlankLines (n): di TextStream, inserisce n righe bianche
- Close(): di TextStream, salva e chiude il file, svuota il buffer TextStream


Ti consigliamo anche