Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 3 di 43
  • livello principiante
Indice lezioni

Pascal, Delphi, Linux

Il Pascal, padre di Delphi, è un linguaggio progettato per sviluppare programmi multipiattaforma. Ecco come Delphi può essere utilizzato sotto Linux.
Il Pascal, padre di Delphi, è un linguaggio progettato per sviluppare programmi multipiattaforma. Ecco come Delphi può essere utilizzato sotto Linux.
Link copiato negli appunti

Come già menzionato nell'Introduzione storica, l'intento del professor Niklaus era
quello di sviluppare un linguaggio facilmente implementabile su piattaforme differenti.
Esistono diverse implementazioni del Pascal alcune di queste sono disponibili anche in
ambiente Linux. Si tratta di implementazioni di tipo GNU e Open-Source, quale per esempio il
"Free Pascal". Questa implementazione è completamente compatibile con il Pascal
standard e nelle sue ultime versioni implementa anche l'Object Pascal.

Esistono anche ambienti di sviluppo GNU come per esempio Lazarus che riproducono quasi in
maniera speculare l'IDE di Delphi e che permettono di realizzare con la stessa facilità
(anche se ancora con molti problemi) interfacce grafiche per applicazioni Linux. Le
distribuzioni menzionate supportano nativamente codice Delphi. Ciò permetterà di
effettuare il porting di applicazioni per Windows in ambiente Linux apportando il minor
numero possibile di modifiche al codice.

Sulla stessa strada sta lavorando Borland che ha già rilasciato la versione 1.0 del
suo nuovo prodotto, il Kylix. Questo prodotto è a tutti gli effetti il porting di Delphi
per Windows in ambiente Linux. La stessa Borland afferma che dalla versione 6.0 di Delphi
sarà possibile effettuare il porting di applicazioni da Windows a Linux semplicemente
ricompilando il codice con il Kylix
. Il Kylix, per chi già conosce Delphi, ne è la
riproduzione esatta: stessa interfaccia grafica, stessi tools, stesse impostazioni e
disposizione dei comandi. La cosa più importante è che il codice compilato con il Kylix
è nativo per Linux ovvero in formato ELF. Per permettere il porting nella maniera più
semplice possibile la Borland ha dovuto riscrivere l'intera VCL (Visual Component Library,
ovvero la libreria dei componenti visuali di Delphi) in maniera tale che fosse
indipendente dalla piattaforma. Ciò è stato realizzato creando una nuova libreria la CLX
(si legge clix) che si basa per la parte grafica sulle librerie Qt (oggetti
multipiattaforma della trolltech) le stesse utilizzate anche per la realizzazione della
parte grafica di KDE.

Purtroppo per le prime due edizioni del Kylix non esiste una licenza
Open Source
o GPL per cui andranno acquistate e non a basso prezzo. Si vocifera però
la prossima uscita di una terza edizione che andrà a coprire questa fascia. L'intento di
Borland infine è anche quello di integrare sotto lo stesso tool di sviluppo sia Delphi
che C++ BUILDER. Staremo a vedere.


Ti consigliamo anche