Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Android: aggiornare il sistema operativo

Scopriamo perché è importante tenere Android costantemente aggiornato e come effettuare periodicamente gli upgrade
Scopriamo perché è importante tenere Android costantemente aggiornato e come effettuare periodicamente gli upgrade
Link copiato negli appunti

Salve e bentornati in questo quarto appuntamento con la nostra serie di articoli dedicati al tuning delle prestazioni di Android. Nella precedente lezione abbiamo illustrato il modo più semplice per disabilitare le animazioni di sistema cosi da massimizzare le prestazioni del nostro device oltre a preservare la durata e la longevità della batteria dello smartphone o del tablet.

Quest'oggi invece ci focalizzeremo sulle procedure di aggiornamento del sistema operativo. Eseguire il download e l'installazione degli upgrade di Android fornisce accesso alle più recenti innovazioni tecniche sviluppate dai coder Google.

Android, aggiornamenti e sicurezza

Tenendo aggiornato Android è possibile, oltre a massimizzare le performance del telefono, accedere ad un ventaglio di funzioni che possono semplificarci la vita e rendere più fluido il workflow sul device.

Non di rado gli ingegneri di Google, o del produttore hardware di un dispositivo, implementano nuove funzioni proprio tramite i vari minor upgrade. Quindi è sempre consigliabile eseguire l'update al firmware più recente.

Installare gli aggiornamenti del sistema operativo offre accesso anche a tutto quel bacino di bugfix e patch che preservano la sicurezza di uno smartphone o di un tablet.

Mese dopo mese emergono quasi sempre nuove vulnerabilità software all'interno del codice di Android, anche molto gravi, che normalmente sono etichettate dai ricercatori di sicurezza con la sigla CVE (Common Vulnerabilities and Exposures).

Tali bug, inoltre, possono permettere ad un utente malintenzionato di penetrare all'interno del telefono sfruttando un exploit, ovvero eseguendo codice basato su una falla nota per accedere al sistema e prenderne il controllo da remoto tramite un escalation dei privilegi non autorizzata.

Tali operazioni solitamente vengono condotte spingendo l'utente ad installare software da siti non sicuri o compromessi. Ecco perché è sempre meglio evitare di installare programmi che non provengono direttamente dal Play Store o da fonti fidate.

Oggi infatti sono in circolazione decine di malware anche per Android, come ad esempio i temuti ransomware che bloccano l'accesso ai dati contenuti nel dispositivo e successivamente richiedono un riscatto, tipicamente da pagare in criptovaluta, per riabilitare la lettura.

Sostanzialmente, nei casi peggiori, se non si fa attenzione e non si eseguono gli aggiornamenti è possibile che un hacker possa sfruttare una falla nota e compromettere il nostro device anche in modo irreparabile.

Oggi più che mai è essenziale tenere conto della sicurezza del proprio dispositivo visto che al suo interno è presente un vasto bacino di dati personali come ad esempio foto, password o numeri di carte di credito. Dunque non bisogna mai trascurare l'upgrade del firmware dello smartphone o delle applicazioni installate su di esso.

Infatti, oltre al sistema operativo è necessario tenere aggiornati anche i diversi applicativi di terze parti che utilizziamo quotidianamente su Android. Per tali software valgono le medesime raccomandazioni specificate in precedenza, quindi se desideriamo ottenere il massimo delle performance da un programma, e al contempo tutelarci da possibili furti di dati o manomissioni, dobbiamo premurarci di tenerlo aggiornato tramite il Play Store.

Eseguire un upgrade di Android è davvero semplice. L'intera operazione viene svolta con una comodissima utility integrata. L'utente deve solo richiedere al sistema di verificare la disponibilità di un nuovo update ed immettere il suo PIN, oppure farsi riconoscere tramite l'impronta digitale o il riconoscimento facciale, per lanciare il download e la successiva installazione.

Per implementare l'aggiornamento è necessario inoltre un riavvio del telefono. Quindi consigliamo di eseguire questa procedura solo quando non si stanno svolgendo operazioni particolari con il device. Infatti a causa del reboot è possibile perdere tutti i dati che non sono stati salvati correttamente.

L'ideale è procedere con gli upgrade di Android la sera, mentre si è già messo in carica il telefono per poi andare a risposare.

Come aggiornare Android

Aggiornare Android è un'operazione davvero semplice e può essere svolta da chiunque, anche da coloro che hanno da poco acquistato un telefono, oppure un tablet, Android. 

Come accennato in precedenza in questo articolo l'intera operazione viene svolta tramite un apposito strumento software presente nel pannello di controllo del device.

Il tool sviluppato dagli ingegneri Android si fa carico di scaricare tutti i pacchetti necessari ed ovviamente anche di installarli e configurarli assicurandosi che funzionino secondo i parametri prestabiliti dai developer. L'utente quindi non deve fare altro che avviare questo programma ed attendere che lo smartphone faccia tutto da solo.

Per controllare la presenza di un aggiramento rechiamoci sui setting di sistema. Avviamo l'app drawer, tramite uno swipe verso l'alto oppure tappando sull'apposita icona presente nel dock, e cerchiamo il programma chiamato "Impostazioni" facendo scorrere il dito verso l’alto, oppure da destra a sinistra in base al launcher che stiamo utilizzando.

In alternativa per reperire l'applicativo è possibile sfruttare il campo di ricerca integrato nell'app drawer. Sui telefoni Google Pixel il software in questione è disponibile anche all'interno di una sezione dedicata del menu a tendina, richiamabile con uno swipe dall’alto verso il basso, tra i vari toggle di sistema.

Impostazioni Android

Una volta all'interno di "Impostazioni" verrà mostrata una lunga serie di opzioni. Quella che serve al nostro scopo si chiama "Sistema". Tappiamo dunque su tale voce per trovarci all'interno di una sottosezione dedicata alle configurazioni generali di Android.

sistema android

Successivamente spostiamoci all'interno della voce chiamata "Aggiornamento di Sistema" per avviare in automatico un controllo della disponibilità degli aggiornamenti di Android.

aggiornamento Android

A questo punto Android controllerà se Google, o il produttore hardware del device, ha reso disponibile una nuova build del sistema operativo. Se l'update è disponibile ci segnalerà la sua presenza, in quel caso bisognerà cliccare sul pulsante, presente in basso a destra, che riporta la voce "Scarica ed Installa" e successivamente inserire il PIN di sicurezza, o l'importa digitale, per avviare il processo di installazione del nuovo upgrade.

aggiornamento Android

Le tempistiche del processo d'aggiornamento di Android dipendono interamente dalla velocità della vostra connessione ad Internet e dalla potenza della CPU presente nel SoC ARM del device.


Ti consigliamo anche