Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Monitoring di un e-commerce basato su WordPress e WooCommerce

L'importanza di monitorare uno store online basato su WordPress e WooCommerce per garantirne la sicurezza e il corretto funzionamento
L'importanza di monitorare uno store online basato su WordPress e WooCommerce per garantirne la sicurezza e il corretto funzionamento
Link copiato negli appunti

Le pagine destinate alla gestione del carrello della spesa e della fase di checkout sono fondamentali per il regolare funzionamento di uno store online, grazie ad esse infatti i visitatori memorizzano i prodotti e i servizi che desiderano acquistare e procedono con il loro pagamento. Parliamo quindi di due aspetti in grado di condizionare notevolmente la shopping experience, sia in positivo, quando tutto procede regolarmente fino al completamento di un ordine, che in negativo, quando si verificano dei malfunzionamenti.

Un utente che dovesse impiegare il suo tempo a consultare le schede dei prodotti in vendita, effettuare le proprie scelte e optare per l’acquisto, potrebbe essere infastidito dall’impossibilità di formulare regolarmente un ordine così come dalla presenza di anomalie durante il checkout, per questo motivo potrebbe rivelarsi particolarmente utile un servizio che effettui il monitoraggio costante a carico del back-end di ordini e carrelli.

Un esempio di monitoring in ambiente hosting gestito è offerto dall’Hosting WooCommerce Gestito di Aruba che viene fornito come funzionalità a corredo al momento dell’attivazione del servizio. Si tratta di uno strumento completamente automatico che tiene sotto controllo le pagine del carrello e di checkout senza la necessità di un intervento manuale da parte dell’utilizzatore, genera dei report sui risultati del monitoraggio e invia delle notifiche via email o (opzionalmente) tramite SMS nel caso in cui dovessero essere registrati errori o altre problematiche.

Funzionamento del monitoring automatico

Il servizio di monitoraggio offerto dall’Hosting WooCommerce Gestito di Aruba svolge in particolare due funzioni:

  1. verifica che le pagine del carrello della spesa e di checkout siano raggiungibili;
  2. controlla che prodotti e ordini vengano gestiti correttamente.

Tali compiti vengono eseguiti attraverso alcune procedure di simulazione che in sostanza replicano la consueta attività di un e-commerce. Per questo motivo il sistema:

  1. inserisce un prodotto nascosto, cioè un prodotto che non è visibile a chi visita il sito Web;
  2. assegna una quantità predefinita al prodotto in modo da simulare la presenza di uno stock in magazzino;
  3. genera un ordine memorizzando nel carrello della spesa un’unità del prodotto nascosto;
  4. imposta l’ordine come non ancora pagato definendone lo stato corrente;
  5. verifica che la quantità di prodotto sia stata aggiornata (in questo caso “quantità aggiornata = quantità assegnata - 1”);
  6. cancella l’ordine del prodotto nascosto;
  7. effettua un secondo controllo sulla quantità di prodotto nascosto che dovrà essere uguale a quella originariamente assegnata;
  8. elimina il prodotto nascosto utilizzato per il monitoraggio.

Attivare il servizio di monitoring

Il servizio di monitoraggio dell’Hosting WooCommerce Gestito di Aruba funziona in modo completamente automatico ma per diventare operativo necessita di essere attivato dall’utilizzatore, tale operazione è possibile solo dopo aver opportunamente configurato il proprio store online basato su WordPress e WooCommerce.

Tale funzionalità è accessibile tramite il Pannello di Controllo dell’hosting dopo aver cliccato sulla voce “Gestione Monitoring” situata all’interno della sezione “Hosting WooCommerce Gestito”.

Come impostazione predefinita il servizio è disattivato e per abilitarlo è necessario cliccare sul pulsante “Attiva” per poi comunicare al sistema alcuni semplici parametri di configurazione.

I parametri richiesti sono 3:

  1. l'URL della pagina Web contenente il carrello della spesa;
  2. l'URL della pagina Web di checkout;
  3. l'indirizzo di posta elettronica per la ricezione delle notifiche.

Una volta inserite le informazioni per l’attivazione del servizio, non resta altro da fare che cliccare sul pulsante “Conferma” per fare in modo che il monitoring venga inizializzato.

Lo stato del monitoring passerà così da “disattivato” (in rosso) ad “attivo” (in verde), l’utilizzatore ha in ogni caso la possibilità di disattivarlo in qualsiasi momento per poi riattivarlo periodicamente per delle verifiche sul funzionamento del proprio e-commerce.

Monitoraggio e notifiche

Una volta abilitato, il servizio di monitoraggio restituirà un’istantanea della più recente attività di controllo effettuata a carico delle pagine del carrello e del checkout, lo stato ideale è quello mostrato nell’immagine seguente, cioè “Esistente e accessibile”, che indica la perfetta raggiungibilità di entrambe e quindi il loro corretto funzionamento.

Nel caso in cui dovessero verificarsi delle anomalie il sistema provvederà ad inviare una notifica via mail all’indirizzo di posta elettronica indicato in fase di configurazione del monitoring. Nello specifico è previsto un massimo di 3 notifiche per ciascuna anomalia a cui aggiungere un’ulteriore notifica di risoluzione della problematica segnalata.

Per testare il funzionamento delle notifiche via email è possibile cliccare sul pulsante “Invia notifica di prova”, se tutto dovesse andare come previsto si riceverà un messaggio a conferma della corretta configurazione del sistema di monitoraggio. In ogni caso, dopo l’invio di prova è bene verificare che un eventuale mancato recapito non sia dovuto al fatto che l’email è stata salvata nella cartella dello SPAM.

Opzionalmente è possibile attivare il servizio a pagamento di notifica via SMS acquistando gli appositi pacchetti. Tale servizio funziona in modo simile a quello via email notificando eventuali anomalie al numero di telefono indicato dall’utilizzatore, ma in questo caso sono previste fino a 100 notifiche SMS al mese per un massimo di 3 notifiche per singola problematica e una notifica aggiuntiva sulla risoluzione dell’anomalia.
Per chi volesse testare questa funzionalità si hanno a disposizione fino a 5 invii di prova al giorno. È comunque necessario aspettare almeno 10 minuti prima di un nuovo invio di prova.

Storico del monitoraggio
Gli utilizzatori del servizio di monitoring possono consultare uno storico completo dedicato a tutte le attività di controllo effettuate dal sistema. Per ciascuna attività è disponibile la data e l’ora del controllo effettuato e una breve descrizione del suo esito.

I record relativi al monitoring sono associati ad una scheda, accessibile tramite il link “Dettagli”, in cui vengono proposti i risultati dei controlli effettuati sulle singole pagine e sul sistema per l’inserimento degli ordini e dei prodotti.

Esaurito il discorso riguardante il monitoraggio, nella prossima lezione si parlerà di due attività fondamentali per la sicurezza di un e-commerce e non solo: il backup e la gestione degli aggiornamenti.


Ti consigliamo anche