Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Come funziona AWStats

Comprendere la logica del servizio
Comprendere la logica del servizio
Link copiato negli appunti

A questo punto siete pronti per installare awstats sul vostro server.
Tuttavia, ritengo opportuno soffermarsi ancora qualche minuto sul funzionamento del programma. Si tratta di un passo necessario per comprendere al meglio le operazioni successive.

Awstats è un log analyzer. Questo significa che non traccia le informazioni "on-the-fly" come alcuni programmi di statistiche ma basa i suoi report sull'analisi dei log del server.

Ad ogni richiesta inviata al webserver da parte di un client, sia essa una immagine o un qualsiasi elemento pagine comprese, nei log vengono registrate tutte le transazioni eseguite con una serie di informazioni correlate: dall'indirizzo IP alla data, dal peso del file allo status dell'operazione.

Per funzionare Awstats deve poter leggere fisicamente i log. In genere, è abitudine configurare il webserver per generare i log in una cartella accessibile dal programma o, viceversa, è possibile abilitare ad awstats l'accesso in lettura alle cartelle del server.
Personalmente preferisco la prima soluzione che offre maggiori garanzie in termini di sicurezza.

I log sono unici per ogni singolo web. La definizione di web in un webserver non è del tutto trasparente: per semplicità diremo che un web corrisponde ad un singolo dominio.
www.html.it corrisponde ad un web, freeasp.html.it ad un altro ancora e così via.

Per ciascun web ci sarà uno o più log, a seconda del periodo temporale richiesto (in genere un log per ogni mese).
Awstats può essere installato in due modi:

  1. installazione completa per ogni web : questo significa che ogni web (dominio) avrà una sua installazione completa del programma che include tutti i file PERL ed i file aggiuntivi.
  2. installazione singola multiweb : è la soluzione più usata, soprattutto dai gestori di hosting. Attraverso una sola istanza del programma possiamo generare report per illimitati web selezionando la configurazione relativa al dominio che ci interessa verificare.
    Il vantaggio consiste nella riduzione al minimo dei file duplicati con incremento delle prestazioni, dello spazio sul server ma soprattutto la velocizzazione delle operazioni di aggiornamento dei sorgenti.

A livello di operatività, indipendentemente dal tipo di installazione, awstats può lavorare in due modi:

  1. generando report live : in questo caso viene richiamato direttamente il file principale del programma che genera al momento della richiesta i risultati.
  2. generando report statici periodici : attraverso delle operazioni pianificate sul server awstats scrive fisicamente i file html contenenti i report ad intervalli regolari definiti.

La sostanziale differenza tra le due metodologie consiste nell'aggiornamento dei dati. Nel primo caso in qualsiasi momento è possibile usufruire di valori reali.
Lo svantaggio è che si deve garantire all'utente visitatore (in genere il proprietario del sito) l'accesso in lettura al file principale di awstats ed in alcuni casi questa situazione può comportare alcuni rischi per la sicurezza.

Il secondo caso è ovviamente l'opposto. Garanzie sul piano di sicurezza ma minore elasticità per quanto riguarda la disponibilità di dati aggiornati.

Quale scelta adottare? Personalmente preferisco quasi sempre la prima soluzione, certamente su server in housing, con qualche accortezza in più su hosting.
Il secondo caso è invece la classica installazione da hosting con privilegi ristretti.

Nelle prossime pagine vedremo come installare awstats in modalità multiweb, poiché quella completa ad ogni web è praticamente identica come procedura con la differenza che si dovrà ripetere la procedura di configurazione separatamente e completamente per ogni nuova istanza.
Per quanto riguarda l'operatività prenderemo in esame entrambe le soluzioni.


Ti consigliamo anche