Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Hello! Zend Framework

Il primo file progettato con Zend Framework: il classico file Hello! ... Zend Framework
Il primo file progettato con Zend Framework: il classico file Hello! ... Zend Framework
Link copiato negli appunti

Il classico esempio "Hello World!" è praticamente scritto interamente per noi da Zend_Tool, come possiamo vedere nel nostro browser andando all'indirizzo http://localhost/ZFHtmlIt/public/ .

Per comodità conviene impostare la DocumentRoot del web server sulla cartella del progetto che abbiamo creato poc'anzi, modificando il file httpd.conf . Sempre nel file httpd.conf dobbiamo assicurarci di attivare il rewriting sulla cartella ZFHtmlIt, aggiungendo alla fine del suddetto file le seguenti direttive:

<Directory "{percorso assoluto directory apache}Apache2htdocsZFHtmlIt">
Options Indexes FollowSymLinks
AllowOverride All
Order allow,deny
Allow from all
</Directory>

Nella directory application/configs troviamo il file application.ini responsabile della configurazione della web application. Qui infatti sono dichiarate le directory principali (quella delle librerie, dei controllers, dei models, delle views, ecc.), gli accessi alla base di dati e il nome del file di bootstrap:

[production]
phpSettings.display_startup_errors = 0
phpSettings.display_errors = 0
phpSettings.date.timezone = "Europe/Rome"
includePaths.library = APPLICATION_PATH "/../library"
includePaths.zend = APPLICATION_PATH "/../../Library"
bootstrap.path = APPLICATION_PATH "/Bootstrap.php"
bootstrap.class = "Bootstrap"
autoloadernamespaces.drin = "ZFHtmlIt"
resources.db.adapter = PDO_MYSQL
resources.db.params.host = localhost
resources.db.params.username = xxxxxxxxxxxxxxx
resources.db.params.password = xxxxxxxxxxxxxxx
resources.db.params.dbname = zf_html_it
resources.db.isDefaultTableAdapter = true
resources.frontController.controllerDirectory = APPLICATION_PATH "/controllers"
resources.frontController.moduleDirectory = APPLICATION_PATH "/modules"
resources.frontController.plugins.layout = ZFHtmlIt_Controller_Plugin_Layout
resources.modules[] =
resources.layout.layoutPath = APPLICATION_PATH "/layouts/scripts"
resources.layout.layout = default
admin.resources.layout.layout = admin
resources.view.helperPath.App_View_Helper = APPLICATION_PATH "/views/helpers"
[testing : production]
phpSettings.display_startup_errors = 1
phpSettings.display_errors = 1
resources.db.params.dbname = zf_html_it_test
[development : production]
phpSettings.display_startup_errors = 1
phpSettings.display_errors = 1
resources.db.params.dbname = zf_html_it_test

Il file implementa una struttura gerarchica in cui il figlio eredita le impostazioni dal padre; le relazioni padre - figlio seguono uno schema molto semplice:

[padre]
[figlio : padre]

Dunque nel nostro file di configurazione il nodo principale è [production], in cui abbiamo impostato tutto il necessario per l'ambiente di produzione della nostra web application, come ad esempio i parametri del database:

resources.db.params.host = localhost
resources.db.params.username = xxxxxxxxxxxxxxx
resources.db.params.password = xxxxxxxxxxxxxxx
resources.db.params.dbname = zf_html_it

Questi sono ereditati ad esempio dalla configurazione di development, che infatti è definita da una relazione padre - figlio con production:

[development : production]

L'ambiente di sviluppo dunque eredita tutte le impostazioni del database dell'ambiente di produzione, eccetto per il nome della base dati, che nel caso della configurazione di sviluppo viene sovrascritta:

resources.db.params.dbname = zf_html_it_test

In questo modo quando lavoriamo nell'ambiente di sviluppo abbiamo lo stesso ambiente di quello in produzione, utilizzando però una base di dati differente: i dati della produzione sono quindi salvaguardati e possiamo lavorare in tutta tranquillità.


Ti consigliamo anche