Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

I vantaggi di Zend Framework

Perché usare Zend Framework? Ecco un elenco delle caratteristiche principali di questo strumento e i vantaggi che si hanno ad usarlo
Perché usare Zend Framework? Ecco un elenco delle caratteristiche principali di questo strumento e i vantaggi che si hanno ad usarlo
Link copiato negli appunti

Se la nostra decisione ricade nell'utilizzare un framework esistente, perché dovremmo decidere a favore di ZF rispetto ad altri framework PHP? Per rispondere a questa domanda dobbiamo conoscere le sue caratteristiche. Zend Framework si basa su alcuni concetti chiave che analizzeremo uno ad uno:

Rapidità e semplicità di sviluppo

Zend Framework velocizza l'estensione o l'aggiunta di nuove funzionalità per i nostri progetti web. La rapidità diventa evidente quando dobbiamo implementare progetti che hanno bisogno di funzionalità aggiuntive: generazione dinamica di pdf, l'invio di mail, la gestione dei form e del multilingua. Tutto questo codice è già stato scritto e testato per noi, dunque tutto ciò che dobbiamo fare è scrivere esclusivamente il codice necessario per il nostro applicativo, includendo lì dove è necessario le classi messe a disposizione dal framework.

Ogni componente del framework ha inoltre una configurazione di default che lo rende utilizzabile fin da subito scrivendo pochissime righe di codice. Nella pratica questo si traduce in un grande risparmio di tempo: non è necessario impostare molte direttive di configurazione per ogni componente prima di poterlo integrare ed usare all'interno del nostro applicativo.

Design Moderno

Il successo di ZF è strettamente legato ad un lavoro attento e curato da parte del team di sviluppo, che ha utilizzato le più moderne e performanti tecniche di sviluppo software.

ZF è scritto interamente in PHP5 seguendo le tecniche dell'Object-Oriented Programming ormai consolidate da anni e sfruttando moderne tecniche di design del software. Zend Framework fa un uso massiccio dei design pattern per permettere la massima flessibilità agli sviluppatori alleggerendo di molto il loro lavoro. Il framework sfrutta appieno le caratteristiche positive di PHP, colmando i punti deboli di questo linguaggio con un'architettura e una struttura solida e davvero flessibile.

ZF è flessibile: ogni componente all'interno del framework ha pochissime dipendenze con ogni altro componente. Lo sviluppatore è libero di utilizzare solo le parti del framework che sono strettamente necessarie al suo progetto.

Facilità di apprendimento

La modularità e l'indipendenza dei componenti hanno un altro vantaggio per nulla trascurabile: potendoli studiare separatamente, la curva di apprendimento di ZF è decisamente leggera. Inoltre il design di ogni componente è tale per cui non siamo obbligati a capirne fin da subito l'intero funzionamento prima di poterlo utilizzare: una volta che le nostre conoscenze sono tali per cui possiamo approfondire la nostra esperienza questo diventa un procedimento relativamente leggero, potendo procedere a piccoli passi e avendo un'idea generale del suo funzionamento.

La separazione delle diverse responsabilità facilita e velocizza anche la ricerca e la riparazione dei bug che inevitabilmente sono presenti nelle nostre applicazioni: è più semplice trovare ciò che stiamo cercando, perché possiamo delimitare già in partenza l'area in cui si presenta il problema.

Documentazione completa

Può sembrare un elemento di poco conto, ma se ci fermiamo a riflette sulla quantità di tempo che perdiamo quando utilizziamo strumenti poco documenti risulta chiaro il contrario. Per questo motivo fin da subito il team di sviluppo ha documentato in maniera attenta e completa tutto il codice del framework.

Zend Framework è accompagnato da due tipi di documentazione: quella per l'utente finale e quella dedicata alle API (Application Program Interface) per gli sviluppatori ZF. La prima è una raccolta ad alto livello delle caratteristiche principali del framework, mentre la seconda è generata utilizzando phpDocumenter e viene automaticamente aggiornata utilizzando uno speciale blocco (DocBlock) nel codice sorgente, che tra le altre cose può essere inserito in modalità di auto-completamento se sviluppiamo con IDE tipo Eclipse (con il plugin PDT - PHP Develpment Tool) o Zend Studio, invogliando la scrittura di codice ben documentato.

È inoltre possibile includere il manuale di ZF all'interno dell'ambiente di sviluppo, in modo da godere di tutte le informazioni disponibili durante la fase di implementazione.

Community Driven

La costante crescita della community Zend Framework contribuisce di molto alla diffusione di questa tecnologia: essa rappresenta la fonte principale di ispirazione per lo studio di nuove funzionalità o per migliorare quelle esistenti, giocando dunque un ruolo di primo piano in questo contesto. I tutorial e le guide a disposizione sono in gran parte dedicati alla installazione e configurazione iniziale, essendo questo uno degli argomenti più discussi normalmente quando si lavora con i framework.

Il sito del progetto non è solo il punto di riferimento per la documentazione e per i download dei file, ma dispone anche di uno strumento validissimo per il ticketing e il tracking dei bug che gli utenti riscontrano durante lo sviluppo: è sufficiente registrarsi al sito per accedere a tale sistema e contribuire al miglioramento e allo sviluppo della piattaforma.


Ti consigliamo anche