Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 5 di 45
  • livello principiante
Indice lezioni

RubyGems e gli IDE per Ruby

Il framework Rubygems e una panoramica dei principali ambienti di sviluppo disponibili per Ruby
Il framework Rubygems e una panoramica dei principali ambienti di sviluppo disponibili per Ruby
Link copiato negli appunti

RubyGems

Oltre ai tool precedenti, distribuiti con Ruby, risulta di grande utilità RubyGems, un framework per la gestione di librerie e applicazioni distribuite sotto forma di appositi pacchetti ("gems"). Come tutti i package manager che si rispettano permette di cercare, installare, disinstallare e aggiornare librerie e applicazioni, e inoltre ne permette la convivenza di diverse versioni. Anche in questo caso, in una prossima puntata, mostreremo come distribuire una nostra applicazione sotto forma di gem.

IDE

Esistono diversi ambienti di sviluppo (IDE, Integrated Development Environments), sia pensati espressamente per Ruby sia adattati da altri linguaggi. Tra i principali troviamo:

  • FreeRIDE: progetto open source, scritto interamente in Ruby. L'unico difetto è una certa lentezza nei rilasci di nuove versioni e nell'aggiunta di nuove caratteristiche.
  • Ruby Development Tool (RDT): plug-in per Eclipse, quindi porta con se tutti i difetti e i pregi di eclipse.
  • Komodo: progetto commerciale di ActiveState, è uno degli IDE più completi e, ad oggi, l'unico a comprendere un GUI builder integrato. Komodo Editor è invece liberamente scaricabile.
  • ArachnoRuby: progetto commerciale, non è ancora completamente stabile e richiede requisiti minimi di sistema abbastanza alti. Inoltre lo sviluppo della versione Linux procede più lentamente di quella per Windows, mentre la versione per Mac OS X non è stata ancora rilasciata.
  • Ruby Development Environment (RDE): progetto non commerciale ancora in fase di sviluppo. Esiste solo per Windows.

Oltre agli IDE appena visti sono molti utilizzati dalla comunità Ruby anche alcuni editor con caratteristiche avanzate per gli sviluppatori. A tale proposito vanno sicuramente citati, oltre ai classici Vim ed Emacs, SciTE e TextMate il primo open source e disponibile per Windows e Linux mentre il secondo commerciale e disponibile solo per Mac OS X.

Altre implementazioni

Concludiamo questo capitolo citando le altre implementazioni del linguaggio Ruby. Su tutte va ricordato per completezza e importanza JRuby, un'implementazione del Ruby scritta in Java. Con JRuby è possibile, tra l'altro, chiamare gli oggetti Java dall'interno delle applicazioni Ruby e quindi sfruttare tutti i vantaggi del framework di casa Sun.  Esistono anche implementazioni, però non ancora mature, per il framework .NET e sono RubyCLR e Ruby.NET.

Dopo questa breve carrellata dei principali strumenti, che useremo nel corso della guida, andiamo a vedere come installarli sul nostro sistema qualora non siano già  presenti.


Ti consigliamo anche