Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Le directory

La struttura delle directory in Linux: descrizione dettagliata delle principali directory
La struttura delle directory in Linux: descrizione dettagliata delle principali directory
Link copiato negli appunti

Ogni sistema, appena installato, crea le sue directory di default: ovviamente, in un'installazione di linux, le directory sono di gran lunga differenti da quelle che troviamo in altri sistemi quali ad esempio windows. Iniziamo quindi a vedere le directory principali del nostro sistema e che tipo di dati queste contengano.

Nella directory /bin sono contenuti tutti i programmi fondamentali del sistema, utilizzabili sia dall'utente root sia dagli utenti ordinari. Ad esempio, non possono mancare in questa directory i comandi per copiare e rimuovere file, per spostarsi fra le directory ma anche alcuni applicativi di rete.

/boot contiene di norma i file essenziali per l'avvio del sistema: solitamente, al suo interno viene conservata anche l'immagine del kernel, necessaria per il boot del sistema.

La directory /cdrom, assieme a /floppy, è utilizzata per leggere i contenuti dei CD e dei floppy; a differenza di windows, comunque, inserendo un media all'interno del lettore ed entrando nella rispettiva directory, non ne vedremo i contenuti: questo perchè il media deve essere, come si dice in gergo, "montato". Vedremo in seguito questo tipo di operazione.

Nella directory /dev sono contenuti i file che identificano i device presenti nella nostra macchina, fungendo da tramite fra la macchina ed il device stesso. Come ricorderete, abbiamo identificato la prima partizione del primo disco IDE come /dev/hda1: esplorando questa directory, ovviamente, lo troverete assieme a molti altri.

/etc è una directory "contenitore", visto che al suo interno trovano spazio i file di configurazione dei programmi installati nel sistema. Per chiarezza, solitamente, ogni programma crea una propria sottodirectory di /etc nella quale inserisce i propri file di configurazione (a meno che il file di configurazione sia solo uno). Per la configurazione del sistema, quindi, /etc è il primo punto di partenza.

La directory /home è la "casa" degli utenti ordinari del sistema: al suo interno trovano infatti spazio diverse directory, una per ogni utente e con il nome dell'utente stesso (ad esempio, /home/pippo e /home/pluto). Ogni utente, dopo il login, verrà mandato proprio nella sua home directory dove potrà lavorare in libertà, visto che nel resto del sistema difficilmente potrà scrivere file.

/lib contiene le librerie del sistema quali, ad esempio, libc, pam e le librerie curses. Le altre librerie proprie dei programmi si trovano invece solitamente sotto la idrectory /usr.

La directory /lost+found, creata in automatico dal sistema quando viene creato un filesystem, è una directory che dovrete sempre sperare di trovare vuota: essa infatti contiene i "pezzi" del filesystem dopo operazioni di chiusura non pulite o dopo che alcune parti del disco risultino danneggiate.

/proc è anche definita come un filesystem virtuale: essa infatti è un po' lo specchio del sistema, visto che contiene informazioni prese in real-time dal sistema stesso relativamente agli "eventi in mutamento" (ad esempio, il login o il logout di un utente) o agli eventi statici (come le carateristiche del processore in uso). Quasi tutti i file al suo interno sono leggibili, sebbene moltissimi dei quali non siano interpretabili! Per iniziare l'esplorazione, provate ad esempio a lanciare il comando:

less /proc/cpuinfo

Come /home per gli utenti ordinari, poi, /root è la directory principale dell'utente principale del sistema, root.

/sbin contiene invece una serie di eseguibili che di norma possono essere lanciati solamente dall'utente root: ad esempio, è presente il comando fdisk che, in mano ad un normale utente (pensate ad un sistema con molti utenti magari collegati via telnet) potrebbe essere pericolosissimo per il sistema.

Come in ogni sistema che si rispetti, è poi presente la directory temporanea, chiamata /tmp. Qui ogni utente può scrivere, ed il suo contenuto sarà cancellato periodicamente o, al più, al riavvio del sistema.

/usr è una directory con contenuti molto variegati, che vedremo in dettaglio in seguito; contiene, ad esempio, documentazioni, eseguibili, librerie e molto altro.

Per finire, vediamo la directory /var. Sebbene meno "poliedrica" di /usr, anch'essa contiene parecchie cose: ad esempio, i file di spool (di stampa, delle email ecc), gli articoli scaricati da usenet, i PID dei processi in esecuzione ecc.

Nella prossima lezione vedremo più in dettaglio i contenuti delle directory di sistema che abbiamo appena esaminato.


Ti consigliamo anche