Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Installazione di Symfony

Come installare la versione più recente del framework PHP Symfony e utilizzare la Symfony Web Debug Toolbar per le operazioni di debugging del codice
Come installare la versione più recente del framework PHP Symfony e utilizzare la Symfony Web Debug Toolbar per le operazioni di debugging del codice
Link copiato negli appunti

Avendo scaricato il tool symfony, dall’interno del container app eseguiamo i seguenti comandi:

$ cd /var/www
$ rm -rf kvak
$ symfony new kvak --full --no-git

Il comando di rm potrebbe restituire un errore di risorsa busy, non preoccupiamoci e procediamo con il comando successivo.

L’operazione di installazione durerà qualche minuto. Attendiamo con pazienza e, non appena sarà completata, avremo un output simile a:

www-data@48bcdd265eee:~$ symfony new kvak --full --no-git
* Creating a new Symfony project with Composer
  (running /usr/bin/composer create-project symfony/website-skeleton kvak)
[OK] Your project is now ready in /var/www/kvak

Verifichiamo che l’installazione sia andata a buon fine aprendo il browser alla pagina http://kvak.local. Dovremmo visualizzare la pagina di benvenuto di Symfony con la versione corrente.

Symfony Web Debug Toolbar

Un altro elemento che risalta subito all’occhio è la barra in fondo alla pagina.

La toolbar si chiama Symfony Web Debug Toolbar e ci accompagnerà durante tutto lo sviluppo del progetto. Rappresenta uno strumento per debuggare il codice e raccogliere tutte le informazioni relative ad ogni singola pagina caricata.

Oltre a comunicarci la versione di PHP, le estensioni abilitate e l’environment corrente ci fornisce dettagli che possono aiutarci a risolvere i problemi che incontriamo durante il lavoro.

La toolbar al caricamento ci fornisce informazioni circa:

  • lo status code della risposta, il controller e la rotta che hanno fatto match con la URL corrente;
  • quanta RAM è stata utilizzata per elaborare la richiesta;
  • errori/Warning/Messaggi di deprecazione trovati durante il caricamento della pagina;
  • informazioni sulla sessione corrente (quando l’utente è loggato verrà mostrato il suo username);
  • informazioni sul rendering del template, quanti template sono stati utilizzati, quanti blocchi, etc.;
  • anche se in questo stadio del progetto non ci viene ancora mostrato, indicherà anche quante query al database sono state effettuate.

Ogni box della toolbar è cliccabile e porta all’interno del profiler che contiene molte più informazioni rispetto a quelle che abbiamo appena visto.

Tornando invece al codice, guardando all’interno della cartella app del progetto avremo tutti i file che compongono l’installazione di Symfony.

Approfondiremo la struttura del file system nella prossima lezione. Per adesso occupiamoci di effettuare una commit del codice appena aggiunto. Il codice della lezione è disponibile al tag symfony_installation.

Ti consigliamo anche