Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Perché sviluppare applicazioni vocali

I benefici che si ottengono e i vantaggi per gli utenti
I benefici che si ottengono e i vantaggi per gli utenti
Link copiato negli appunti

Nella precedente lezione abbiamo visto come sia possibile definire una applicazione vocale come un'estensione di una esistente applicazione web, e come questa si innesti perfettamente nella pre-esistente architettura di sistema senza alterarla.

Un'altra importante considerazione, soprattutto qualora ci si riferisca ad applicazioni di un certo livello, nasce dal fatto che il VoiceXML opera di fatto una netta separazione tra logiche applicative e logiche di presentazione, permettendoci cosi di lavorare sui due layer separatamente.

Ma non solo: il lasciare inalterato le logiche applicative significa, inoltre, che la nostra applicazione non verrà modificata per supportare la nuova logica di presentazione, e che non verranno neppure alterati i nostri database.

I benefici ottenibili da una applicazione vocale non sono soltanto legati alla facilità, con cui questa si leghi alla nostra architettura aziendale, ma sono soprattutto individuabili in:

  • Accesso ai nostri dati in modo naturale:

    la voce è il metodo più semplice e naturale per accedere ai nostri dati, fare domande e ricevere risposte è una attività che non ha alcun bisogno di addestramento, a differenza dell'uso di un personal computer.

    Alla luce dello stato dell'arte delle tecnologie di sintesi e di riconoscimento, creare interfacce vocali in grado di permettere all'utente di esprimersi in liguaggio naturale, oggi, è possibile.

  • Aumentare il bacino di utenti:

    un altro dato che non bisogna sottovalutare è la diffusione della telefonia cellulare: il rapporto tra utenti di telefonia mobile e di computer è di dieci a uno.

    Se ai primi aggiungiamo coloro che hanno un telefono fisso, il divario aumenta ulteriormente. Rendere la nostra applicazione fruibile attraverso il telefono significherebbe perciò conquistare nuove fasce di utenti.

  • Accessibilità 24/24 ore:

    la maggior parte dei servizi di help desk sono limitati nell'arco della giornata. Se fosse il nostro server a rispondere alle domande degli utenti potremmo rendere disponibile il servizio 24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana e 365 giorni all' anno, senza nessun costo aggiuntivo.

    La nostra applicazione sarà in grado di filtrare le chiamate, fornendo risposte a quelle più frequenti in modo automatico lasciando libero l'operatore di gestire solo i casi più difficoltosi o particolari. Questo si tradurrebbe in una maggiore fluidità delle evasioni delle chiamate ed eviterebbe all'utente lunghe e snervanti attese.

  • Accesso indipendente dalla locazione e dal tempo:

    possibilità di accedere ad informazioni importanti da qualsiasi posto ed a qualsiasi ora. Si pensi al vantaggio di poter sfogliare i documenti su un server attraverso il telefono cellulare ed ascoltare le informazioni desiderate.

    Prendiamo ad esempio il caso di un agente di commercio che necessita di sapere un prezzo o la disponibilità di un particolare prodotto in tempo reale: potrebbe farlo senza doversi preoccupare di dover raggiungere l'ufficio, l'albergo o in luogo in cui sia disponibile una connessione Internet.

    E ovviamente possiamo applicare lo stesso principio a informazioni come orari di musei, prenotazioni a teatro, viabilità, previsioni metereologiche, orari dei treni, risultati sportivi, etc.

  • Portatori di handicap:

    aumento delle possibilità d'impiego per portatori di handicap come ipovedenti o persone con difficoltà di movimento. Rendere disponibili le nostre applicazioni ed i nostri siti all'interazione vocale permetterà non solo un ampliamento del bacino di utenza, ma, soprattutto, renderà fruibili le risorse in modo completo ed efficiente da parte di quelle categorie di utenti disabili che normalmente hanno grosse difficoltà ad accedervi.

  • Maggiore accessibilità:

    l'utilizzo da parte di utenti le cui mani sono impegnate o che comunque non possono utilizzare una interfaccia grafica. Basti pensare ai navigatori satellitari e ai più moderni computer di bordo installati sulle automobili, oppure ad un operatore di un particolare strumento meccanico che ha le mani impegnate nel manovrarlo. In ognuno di questi casi il nostro utente potrà accedere alle informazioni di suo interesse senza dover distogliere l'attenzione e lo sguardo e soprattutto senza utilizzare le mani.

  • Tastiere piccole o assenti:

    molti supporti hanno una tastiera limitata, piccola o assente. Per esempio i nuovi cellulari UMTS che sono in grado di navigare perfettamente all'interno di una pagina XHTML presentano grosse difficoltà quando si deve accedere ad alcuni menu a tendina o peggio ancora a moduli in cui in inserire dati. Stesso discorso è valido per palmari o altri dispositivi simili.


Ti consigliamo anche