Quando implementiamo un’app mobile per Android sfruttando Kotlin, è spesso necessario interagire con i file: in questo tutorial vedremo come gestirli.

Esistono numerosi formati di file specificamente pensati per l’ambito dei Big Data: ecco quali sono, e quali caratteristiche li rendono più adatti ad Hive.

Una panoramica sui tipi di dato supportati da Hive: quali sono, le differenze tra ognuno di essi, ed in che modo possono essere utilizzati.

Imparare ad interagire ed utilizzare Hive sfruttando le due console principali supportate: Hive CLI (oggi deprecata) e Beeline.

Introduzione ad Apache Hive, framework di datawarehousing per l’elaborazione distribuita di grandi quantità di dati, basato su Hadoop.

Alcuni semplice esempi pratici che mostrano come gestire le date quando programmiamo su Kotlin, sfruttando (in modo analogo a Java) le DateTime API.

Un esempio pratico per interagire, tramite uno script R, con un qualsiasi servizio REST basato sullo scambio di dati in JSON.

Le Window Function, introdotte su MySQL a partire dalla versione 8, permettono di eseguire funzioni di aggregazione su gruppi di righe: ecco come usarle.

Così come avviene in Java, anche Kotlin supporta l’utilizzo degli Stream, mediante le Stream API: in questa lezione vedremo come utilizzarli.

Kotlin supporta una serie di strutture dati (mutabili e non), derivate da Java: ecco quindi come utilizzare liste, set e mappe.