Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Connettersi alla macchina virtuale con SSH

Se non disponiamo di un'interfaccia grafica sulla macchina virtuale, il modo più pratico per connetterci ad essa è tramite un client SSH. Vediamo come.
Se non disponiamo di un'interfaccia grafica sulla macchina virtuale, il modo più pratico per connetterci ad essa è tramite un client SSH. Vediamo come.
Link copiato negli appunti

Se non disponiamo di un'interfaccia grafica sulla macchina virtuale, il modo più pratico per connetterci ad essa è tramite un client SSH. Durante la fase di creazione della macchina virtuale (sebbene non specificato esplicitamente all'interno del Vagrantfile) viene configurato l'accesso SSH utilizzando dei parametri di default.

Questo è uno stralcio dell'output di un vagrant up:

default: SSH address: 127.0.0.1:2222
default: SSH username: vagrant
default: SSH auth method: private key
default: Warning: Remote connection disconnect. Retrying...
default: Vagrant insecure key detected. Vagrant will automatically replace
default: this with a newly generated keypair for better security.
default: Inserting generated public key within guest...
default: Removing insecure key from the guest if it's present...
default: Key inserted! Disconnecting and reconnecting using new SSH
         key...

Vagrant creerà per noi anche una chiave da usare al momento dell'autenticazione e la salverà all'interno della directory di progetto.

A questo punto potremmo usare il nostro client SSH di fiducia per connetterci alla macchina fornendo i default che Vagrant ha generato, oppure, in maniera molto più rapida potremo lanciare il comando vagrant ssh e attendere:

C:\vm-htmlit>vagrant ssh
Welcome to Ubuntu 12.04 LTS (GNU/Linux 3.2.0-23-generic-pae i686)
Welcome to your Vagrant-built virtual machine.
Last login: Fri Sep 14 06:22:31 2012 from 10.0.2.2
vagrant@precise32:~$

Nel caso in cui sul computer host sia già presente un client SSH, saremo connessi alla macchina guest e da lì potremo iniziare a lavorare, in caso contrario ci verrà mostrato un messaggio che invita ad installarne uno o a configurare propriamente %PATH% affinché questo venga trovato.

Vagrant consiglia vari client SSH tra cui quello di Cygwin. Per ottenerlo è sufficiente scaricare Cygwin e durante l'installazione scegliere tra i pacchetti da installare, nella categoria net, la voce open ssh.

A questo punto proviamo a digitare nuovamente vagrant ssh, se neanche questa volta dovesse funzionare controlliamo la variabile di ambiente %PATH% e assicuriamoci che Cygwin sia presente.

In un solo passaggio, e senza aver dovuto configurare nulla, possiamo fare tutto quello che vogliamo sulla macchina guest.


Ti consigliamo anche