Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

John The Ripper: attacco alle password

Utilizzare John The Ripper al fine di ottenere una password a partire dal suo hash memorizzato sul file SAM di Windows 7 o versioni successive.
Utilizzare John The Ripper al fine di ottenere una password a partire dal suo hash memorizzato sul file SAM di Windows 7 o versioni successive.
Link copiato negli appunti

Nelle precedenti lezioni abbiamo visto come vengono manipolate le password
dei sistemi operativi basati su Linux. Vediamo ora come ottenere le stesse
informazioni dalle varie versioni di Microsoft Windows.

Utilizzando un semplice tool, abbiamo visto come ottenere le
password dei sistemi Linux. In questa lezione useremo John the Ripper, un altro
tool di Kali, per attaccare le password di Windows.

Ribadiamo preventivamente che appropriarsi di un file SAM, contenente le password di
accesso degli utenti per un determinato PC, costituisce reato. Noi
partiremo con l’acquisizione del file SAM di una nostra macchina campione.

Detto questo, procediamo con l’analisi. Il nostro file SAM di esempio
contiene gli hash di quattro utenti Windows:

Administrator:500:00000000000000000000000000000000:A1F666E43A1DFFE40B96201AFDD26CF3:Account predefinito per l'amministrazione del computer/dominio::
Guest:501:00000000000000000000000000000000:00000000000000000000000000000000:Account predefinito per l'accesso come utente ospite al computer/dominio::
Gaz:1000:00000000000000000000000000000000:0130FA6701FAB7E584FBF4634EF27B76:::
Test_HTML_psw:1000:579DA0AF433BC64A3832C92FC614B7D1:B0214CFC129F0AF9AD7A992241280E3E:::

I primi due sono gli utenti creati di default dal sistema operativo in fase
di installazione (lo sappiamo dal codice 500 presente dopo il nome utente).
Il terzo è il mio utente mentre, ed il quarto è un utente creato appositamente
per questa guida (il loro codice identificativo 1000 ci indica che sono
stati creati dall’utente del PC).

Noi ci concentreremo sul quarto.

La prima stringa di zeri ci dice che abbiamo il file SAM di una machina su
cui è istallata una versione di Windows 7 o superiore. La seconda
stringa ci dice che l’hash è di tipo NT.

Quindi cerchiamo di usare John per attaccare l’hash della password.

Avviamo la macchina con Kali Linux, creiamo un file winhash.txt in una
cartella a piacere (nel nostro esempio, l'abbiamo creata sul Desktop) e copiamo al suo interno il contenuto del file SAM relativo
all’utente GAZ. Apriamo quindi una shell e digitiamo:

john --format=NT ~/Desktop/winhash.txt

Nel comando precedente:

  • --format = NT indica a John con quale formato gli abbiamo fornito
    l’hash della password;
  • ~/Desktop/winhash.txt è il path del file che contiene gli hash estratti dal file SAM.

Per velocizzare la ricerca, possiamo fornire a John il nostro dizionario, specificando l'opzione --wordlist.

Dopo pochi minuti, John mostrerà la password del nostro bersaglio.

L’utente Test_HTML_psw ha come password HTML_psw. Da questo momento, potremo
accedere a questa macchina con delle credenziali lecite, senza destare
sospetti e tentare una escalation di privilegi per compromettere
definitivamente il PC.

Conclusioni

Come visto nella lezione precedente, se diamo accesso al nostro PC a un
malintenzionato o se qualcuno viene in possesso del nostro file SAM, rischiamo di rivelare
le nostre credenziali di accesso. Molti utenti utilizzano, per pigrizia, la stessa
password per diversi servizi. Anche in ambiente Windows, è bene quindi evitare di
utilizzare password semplici e di lasciare il PC senza averlo
precedentemente bloccato. Sottolineiamo il fatto che (sia per il file
SHADOW che per il file SAM) non c’è modo, se non con una attenta analisi
forense, di accorgersi degli accessi fraudolenti effettuati con le nostre
credenziali, in quanto risultano a tutti gli effetti accessi leciti
dell’utenza.

Nota: questa lezione ha puro scopo educativo, e tutti i test sono stati eseguiti in ambiente di laboratorio. Eventuali tentativi di replica su siti web o indirizzi IP pubblici costituiscono reato informatico.


Ti consigliamo anche