Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Service Provider in Laravel

Impariamo cosa sono e come si creano i Service Provider in Laravel, elementi che costituiscono la parte interna del framework per registrare e avviare i componenti presenti in un'applicazione.
Impariamo cosa sono e come si creano i Service Provider in Laravel, elementi che costituiscono la parte interna del framework per registrare e avviare i componenti presenti in un'applicazione.
Link copiato negli appunti

I service provider rappresentano il cuore del framework, la parte interna che si occupa di registrare e avviare tutti i componenti presenti in una WebApp, come ad esempio i servizi, eventuali listener di eventi, i middleware e le rotte. All'interno del file config/app.php è possibile visualizzare l'elenco dei service provider configurati per la nostra applicazione.

Ovviamente Laravel viene fornito con un set di service provider già configurati: alcuni di questi fanno parte del framework vero e proprio (quelli che appartengono al namespace Illuminate\) mentre altri, nonostante sono già automaticamente disponibili, sono fisicamente locati all'interno del nostro progetto (in app/Providers) e che appartengono al namespace custom definito (nel caso della nostra applicazione Biblios\). Tale differenza risiede nel fatto che questi ultimi presentano funzionalità che potrebbero essere personalizzate e quindi gli autori del framework hanno deciso di rendere eventuali modifiche più semplici.

Nel dettaglio i service provider sono:

Service Provider Descrizione
AppServiceProvider Un service provider vuoto, da utilizzare per piccole configurazioni.
AuthServiceProvider Un service provider utilizzato per definire il modello di autenticazione scelto.
EventServiceProvider Un service provider dedicato alla registrazione di eventuali eventi custom.
RouteServiceProvider Un service dedicato alla configurazione delle rotte al cui interno viene incluso il classico app/Http/Routes.php.

Creare service provider

Oltre ai service provider già disponibili in Laravel è ovviamente possibile registrarne altri. Il suggerimento è quello di crearne di nuovi solamente se i 4 descritti precedentemente non sono sufficienti. Per esempio per definire comportamenti personalizzati a livello di rotte o per creare eventi application-wide bisognerebbe utilizzare rispettivamente il RouteServiceProvider e l'EventServiceProvider.

Per creare nuovi provider Laravel mette a disposizione il comando

php artisan make:provider NomeProvider

I provider così creati verranno posizionati insieme agli altri in app/Providers. Le classi create dovranno estendere Illuminate\Support\ServiceProvider e dovranno avere due metodi: register e boot. Ovviamente generando il file con make:provider tutto sarà già correttamente configurato.

Il metodo register deve occuparsi esclusivamente della registrazione di nuovi componenti all'interno del service container. Non è consigliato scrivere frammenti di codice diversi dalla registrazione perché il metodo viene invocato prima del completamento del container e quindi eventuali servizi richiesti potrebbero non essere ancora pronti e istanziabili.

Il metodo boot deve occuparsi di eventuali altre logiche da demandare al service provider, come per esempio configurare dei ViewComposer. All'interno del metodo boot, abbiamo la certezza che il service container è già stato inizializzato con successo e che quindi tutti i componenti sono già stati bindati con successo.

Una volta definita la nostra classe è necessario registrare il service provider appena definito all'interno del file config/app.php nella sezione providers.

Biblios, servizi e provider

Il nostro progetto è rimasto fermo da qualche articolo. La situazione attuale è la seguente:

  • i modelli disponibili sono Book, Author e User. Tra Book e Author esiste una relazione uno a molti, mentre tra Book e User una relazione molti a molti (che permette di capire quali utenti hanno letto quali libri).
  • All'url /book è disponibile l'anagrafica dei libri, gestita dal BookController.
  • All'url /author è disponibile l'anagrafica degli autori, gestita dall'AuthorController.
  • Le rotte sono configurate tramite Route::resource

La parte disponibile potrebbe essere considerata una sezione di BackOffice (anche se non ancora resa privata). Occupiamoci ora di definire la parte publica a partire dalla home. La homepage presenterà diverse sezioni:

  • Gli ultimi 3 libri caricati in catalogo.
  • I 3 autori più prolifici.

Questi blocchi di contenuti dovranno essere riutilizzati in differenti pagine del sito e per questo motivo creeremo dei ViewComposer.

Partiamo quindi creando un ViewComposerServiceProvider con il comando

php artisan make:provider ViewComposerServiceProvider

e lo registriamo in config/app.php. Nel provider registriamo due view composer:

public function boot()
{
    View::composer('shared.lastBook', \Biblios\Http\ViewComposers\LastBookViewComposer::class);
    View::composer('shared.prolificAuthor', \Biblios\Http\ViewComposers\ProlificAuthorViewComposer::class);
}

Creiamo quindi i due view composer, il primo che si occuperà di recuperare gli ultimi 3 libri e il secondo i 3 autori più prolifici.

class LastBookViewComposer {
    protected $lastBookList = [];
    public function __construct() {
        $this->lastBookList = Book::orderBy('created_at', 'desc')->limit(3)->get();
    }
    public function compose(View $view) {
        $view->with('lastBookList', $this->lastBookList);
    }
}
class ProlificAuthorViewComposer {
    protected $prolificAuthorList = [];
    public function __construct() {
        $this->prolificAuthorList = Author::with('books')->limit(3)->get()->sortBy(function($author) {
            return $author->books->count();
        })->reverse();
    }
    public function compose(View $view) {
        $view->with('prolificAuthorList', $this->prolificAuthorList);
    }
}

Passiamo quindi alla creazione di una nuova rotta per la homepage nella quale includeremo due viste che dovranno chiamarsi esattamente come i nomi registrati nel service provider: shared.lastBook e shared.prolificAuthor. Puntiamo quindi il nostro browser su:

localhost:8000

e dovremmo vedere le due liste.


Ti consigliamo anche