Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Widget su Qt

Qt offre un vasto insieme di elementi grafici per la realizzazione di interfacce utente elaborate e potenti. Tra questi spiccano i widget: ecco cosa sono.
Qt offre un vasto insieme di elementi grafici per la realizzazione di interfacce utente elaborate e potenti. Tra questi spiccano i widget: ecco cosa sono.
Link copiato negli appunti

Qt offre un insieme assortito e variegato di elementi grafici per la realizzazione di interfacce utente elaborate e potenti. La maggior parte delle classi che implementano le funzionalità principali di disegno e interattività risiedono nei moduli Qt GUI e Qt Widgets.

Qt GUI comprende una serie di API per il disegno 2D direttamente a schermo o su buffer in memoria centrale che astraggono il concetto di immagine, con possibilità di serializzazione in svariati formati raster su disco. Questo modulo comprende anche l'implementazione di un motore di rendering o paint engine specifico per ogni piattaforma e configurazione di sistema, che costituisce la base delle API multipiattaforma di Qt.

Qt Widgets è un'estensione costruita su Qt GUI che comprende tutte le classi che implementano il disegno ed il comportamento specifico delle singole widget del framework. In questo modulo quindi troviamo la classe QWidget che è la base di ogni entità con funzioni di elemento grafico interattivo del framework.

QWidget eredita le caratteristiche della classe QObject e quelle di QPaintDevice che costituisce il ponte di collegamento con le API di disegno di Qt.

Il framework predispone una gamma di widget pre-confezionate molto vasta. La collezione include sia semplici elementi di interattivi o di sola visualizzazione come pulsanti, checkbox e campi di testo sia elementi complessi come viste tabulari, ad albero o lista e finestre dockabili.

L'immagine seguente contiene un campionario delle widget presenti nel framework.

Stili e personalizzazione

Qt adotta lo stile nativo di molte piattaforme per garantire che il look&feel dell'applicazione si adegui alle linee guida stilistiche del sistema ospite. In particolare le versioni più recenti di Qt implementano lo stile Windows per le versioni XP, Vista e superiori, lo stile Machintosh per macOS e gli stili GTK o Qt nativo per KDE per le distribuzioni basate su kernel Linux.

Inoltre è possibile definire uno stile indipendente dalla piattaforma di riferimento per garantire che la nostra applicazione abbia una identità grafica propria utilizzando lo stile Fusion e le varie opzioni di personalizzazione offerte dal framework.

Una parte dei contenuti di questa guida sarà dedicata alla definizione di fogli di stile per widget Qt e di palette di colore alternative a quella di sistema.

Espandibilità

A parte la collezione di widget predefinite, è possibile creare widget personalizzate per ereditarietà e/o composizione, con la possibilità di integrazione nell'ambiente RAD di Qt Designer.

Il framework infatti supporta la possibilità di disegnare widget partendo da semplici direttive grafiche oppure di personalizzare l'apparenza di widget già esistenti mediante l'uso di classi delegate al disegno.

Le varie modalità di creazione di widget personalizzate saranno discusse nel dettaglio nelle lezioni seguenti.


Ti consigliamo anche