Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Conclusioni

Tiriamo le somme del nostro viaggio all'interno di questo framework
Tiriamo le somme del nostro viaggio all'interno di questo framework
Link copiato negli appunti

Nelle lezioni precedenti abbiamo avuto modo di approfondire l'utilizzo di Symfony per realizzare un'applicazione di una certa complessità. All'interno del capitolo abbiamo spiegato i metodi per personalizzare l'applicazione ed evidenziato come sia possibile modificare ogni classe, modulo e form prodotto in automatico da Symfony. La personalizzazione è ovviamente necessaria in quanto i form e i moduli prodotti da Symfony sono piuttosto "generali" e quindi necessitano di alcuni "ritocchi" prima di poter mettere in produzione l'applicativo.

Parliamo di ritocchi grafici, e quindi modifiche ai CSS e al disegno del codice puramente HTML, ma anche di ritocchi nella logica di business che prevedono implementazione di metodi specifici per l'applicativo (ad. es. la funzione __toString o il calcolo dei giorni mancanti al compleanno del contatto della rubrica) o la modifica di alcuni metodi creati automaticamente dal framework (ad. es. la funzione executeIndex nel Cap.12).

Abbiamo visto anche la personalizzazione delle regole di validazione e accennato ai widget utilizzati per i campi presenti nei vari moduli. In altre parole: Symfony è completamente personalizzabile in ogni sua parte basta avere qualche conoscenza di PHP e fare riferimento alla manualistica riportata nel sito ufficiale.

Conclusioni

In questa breve guida ho cercato di presentare Symfony, un framework PHP che costituisce un utilissimo strumento per la realizzazione di applicativi web-based pofessionali in maniera piuttosto semplice e veloce.

Infatti con pochi passi Symfony è capace di generare, a partire da una definizione della base dati scritta in un linguaggio molto intuitivo (lo YAML), di generare classi, metodi e form che consentono ad un utente di effettuare le operazioni di base: inserimento, ricerca, modifica e eliminazione. Il modello architetturale utilizzato (MVC: Model-View-Controller) consente di cambiare specifiche realizzative, come ad esempio un tipo di database oppure una GUI, con poche modifiche da fare su alcuni file di configurazione o semplicemente rigenerando alcuni moduli e lasciando inalterato il resto dell'applicativo.

Una volta realizzato il cuore dell'applicazione in maniera automatica Symfony consente allo sviluppatore con conoscenze di PHP la personalizzazione di ogni parte del codice dell'applicativo. Uno strumento facile da utilizzare, dunque, che permette un forte risparmio di tempo nella realizzazione di progetti professionali.


Ti consigliamo anche