Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Angular 2, un'introduzione

Conoscere Angular 2 e i principi che sono alla base del framework: la semplificazione, la vocazione verso il mobile, la compliance con EcmaScript 2015.
Conoscere Angular 2 e i principi che sono alla base del framework: la semplificazione, la vocazione verso il mobile, la compliance con EcmaScript 2015.
Link copiato negli appunti

Sulla popolarità di AnguarJS non c'è da dire molto, il progetto iniziale di Misko Hevery e Adam Abrons, poi supportato da Google, è stato abbracciato da migliaia di sviluppatori Web e probabilmente da altrettanti è stato criticato per la sua complessità, per il modello di programmazione proposto e per la non semplice convivenza con altre librerie JavaScript.

Come spesso accade, l'annuncio di una nuova versione di un prodotto è accolta favorevolmente, perché si prospettano evoluzioni e benefici per gli utenti. Tuttavia l'annuncio dell'ottobre 2014 relativo all'inizio dei lavori per la versione 2 di Angular ha scatenato non poche polemiche non solo da parte di chi guardava il framework con una certa diffidenza, ma anche da parte di chi lo aveva apprezzato e utilizzato. Oggetto delle critiche era il fatto che Angular 2 sarebbe stata una completa riscrittura del framework senza alcuna compatibilità con la versione precedente:

Il nostro obiettivo con Angular 2 è di costruire il miglior insieme di strumenti per creare applicazioni Web senza essere vincolati a mantenere una retrocompatibilità con le API esistenti.

(da ng-europe, Angular 1.3, and beyond)

Dopo l'annuncio gli utenti di Angular si sono divisi in entusiasti, prudenti, delusi ed arrabbiati. Naturalmente apprezzamenti e critiche di quel periodo erano dettate dalle reazioni emotive suscitate dall'annuncio. Oggi possiamo toccare con mano il risultato di oltre un anno e mezzo di lavoro da parte del team di Angular e valutare con maggiore consapevolezza l'evoluzione di questo framework. È infatti questo l'obiettivo di questa guida: esplorare il nuovo approccio alla realizzazione di applicazioni Web proposto da Angular 2.

Principi di Design di Angular 2

La riscrittura di Angular è stata guidata da alcuni principi fondamentali che il team di sviluppo si è sforzato di seguire. Tra questi possiamo evidenziare:

Proiezione nel futuro

Angular 2 è pensato per supportare tutte le novità di ECMAScript 2015 ed è esso stesso scritto seguendo le ultime specifiche del linguaggio. Tuttavia sono supportate anche le specifiche ES5 di JavaScript in modo da rendere possibile un avvicinamento graduale alla nuova sintassi. Il framework supporta inoltre anche altri linguaggi come TypeScript e Dart.

Mobile first

Uno degli obiettivi del nuovo Angular è di proporsi per lo sviluppo di applicazioni Web sia per l'ambiente desktop che per il mobile. Infatti, Angular 2 supporta di default eventi touch e gesture e promette elevate prestazioni per assicurare una interazione fluida sui dispositivi mobile.

Riduzione della curva di apprendimento

Una delle principali critiche mosse alla precedente versione di Angular era la complessità del framework e la notevole mole di concetti che lo sviluppatore doveva comprendere, come direttive, controller, scope, view, factory, servizi, ecc. Era inoltre possibile fare la stessa cosa in modi diversi e non sempre era semplice comprendere quale fosse l'approccio migliore.

Angular 2 ha provato a semplificare le cose e sono stati eliminati concetti come i controller e gli scope, riducendo il numero di direttive e focalizzando l'attenzione verso l'elemento chiave di dell'interfaccia Web di un'applicazione: il componente.

Modularità

L'architettura di Angular 2 è altamente modulare e favorisce la scrittura di applicazioni modulari. La maggior parte dei componenti del framework è opzionale ed è possibile sostituirli con altri di terze parti o sviluppati da noi. Questo aspetto mitiga una delle principali limitazioni di Angular 1.x: l'integrazione con librerie esterne o con altri framework.

Prestazioni

Un'attenzione particolare è stata posta sulle prestazioni del framework: dalla riduzione dei tempi di caricamento e boostrapping dell'applicazione al rilevamento efficiente delle modifiche nel modello dei dati ed alla velocità dei tempi di rendering. Il risultato di questa attenzione è rilevabile da alcuni benchmark di terze parti.


Ti consigliamo anche