Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Introduzione ai Web Service

Sfruttare la Rete per far colloquiare software e sistemi diversi tra loro: il 'Web programmabile'
Sfruttare la Rete per far colloquiare software e sistemi diversi tra loro: il 'Web programmabile'
Link copiato negli appunti

Il Web è nato negli anni '90 come una piattaforma per la condivisione di documenti
distribuiti su diverse macchine e tra loro interconnessi. Il tutto è nato e si è evoluto
grazie alla standardizzazione di alcuni semplici concetti:

  1. URI - meccanismo per individuare risorse in una rete
  2. HTTP - protocollo semplice e leggero per richiedere una risorsa ad una macchina
  3. HTML - linguaggio per la rappresentazione dei contenuti

Questa semplice idea iniziale si è evoluta nel corso degli anni non tanto nei concetti di base, quanto nel modo di intenderli e di utilizzarli.

Al testo si sono aggiunti contenuti multimediali, i documenti sono generati dinamicamente e non pubblicati come pagine statiche, e poi il Web esce dalla visione esclusivamente ipertestuale per diventare un il contenitore di applicazioni software interoperabili: una piattaforma applicativa distribuita.

Questa prospettiva ha dato origine, intorno all'anno 2000, al concetto di Web Service: un sistema software progettato per supportare un'interazione tra applicazioni, utilizzando le tecnologie e gli standard Web. Il meccanismo dei Web Service consente di far interagire in maniera trasparente applicazioni sviluppate con linguaggi di programmazione diversi, che girano su sistemi operativi eterogenei.

Questo meccanismo consente di realizzare porzioni di funzionalità in maniera indipendente e su piattaforme potenzialmente incompatibili facendo interagire i vari pezzi tramite tecnologie Web e creando un'architettura facilmente componibile.

SOAP e REST

Allo stato attuale esistono due approcci alla creazione di Web Service:

  • Un approccio è basato sul protocollo standard SOAP (Simple Object Access Protocol), per lo scambio di messaggi per l'invocazione di servizi remoti, si prefigge di riprodurre in ambito Web un approccio a chiamate remote, Remote Procedure Call, tipico di protocolli di interoperabilità come CORBA, DCOM e RMI.
  • Un secondo approccio è ispirato ai principi architetturali tipici del Web e si concentra
    sulla descrizione di risorse, sul modo di individuarle nel Web e sul modo di trasferirle da una
    macchina all'altra. Questo è l'approccio che analizzeremo in questa guida e che prende il nome di
    REST (REpresentational State Transfer).

Nel corso della guida vedremo in cosa consiste l'approccio REST per la realizzazione di
Web Service, vedremo come rappresentare risorse e come gestire il loro stato, come consumare ed implementare servizi RESTful e quali strumenti sono disponibili per semplificare la realizzazione di questo tipo di servizi.


Ti consigliamo anche