Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Casa Mia: una griglia di valutazione dei contenuti testuali

Come valutare l'efficacia e la qualità dei contenuti testuali del vostro sito Web
Come valutare l'efficacia e la qualità dei contenuti testuali del vostro sito Web
Link copiato negli appunti

Facendo clic su un link iniziamo un viaggio che ci porta in un mondo nuovo, a volte inaspettato. Veniamo accolti da colori, immagini e, sempre più spesso, da animazioni e suoni. Nonostante la bellezza e l'emozione di questa nostra prima esperienza, può accadere che questa sia per noi l'ultima volta che raggiungiamo questa pagina. E il motivo non sono le immagini, la grafica del sito, il suo «look and feel», ma i contenuti testuali. Se i testi di un sito non sono soddisfacenti gli utenti non torneranno: per questo è necessario valutare accuratamente i contenuti testuali seguendo criteri rigorosi e quantificabili.

Home Run e Casa Mia: sette regole per un sito di successo

Nelle conclusioni di Web Usability, un libro che non dovrebbe mancare nella libreria di nessun web writer, Jakob Nielsen ci presenta le sue sette regole d'oro per creare un sito web di sicuro successo.
L'immagine a cui si richiama Nielsen è presa dal baseball. Partendo dalle lettere di Home Run, il massimo risultato che è possibile ottenere nel baseball, sogno di ogni giocatore di questo sport, Nielsen ci aiuta, con un acronimo facile da ricordare, a memorizzare le regole essenziali del nostro lavoro sul nuovo medium. Ad ogni lettera corrisponde una regola, come è possibile vedere nella tabella qui sotto.

H HIGH-QUALITY Contenuti di alta qualità
O OFTEN Aggiornamenti frequenti
M MINIMAL Tempi di scaricamento minimi
E EASE OF USE Facilità d'uso per l'utente
R RELEVANT Contenuti appropriati per le esigenze degli utenti
U UNIQUE Sfruttare le caratteristiche uniche del nuovo medium
N NET-CENTRIC La rete è al centro della cultura aziendale

Non è facile memorizzare queste sette regole d'oro per chi non è anglofono o non ha una buona familiarità con questa lingua. Per questo ho cercato un acronimo più facile da ricordare per chi parla italiano. È venuto fuori l'acronimo Casa Mia che indica il luogo ideale dove possiamo accogliere nel modo migliore i viaggiatori del Web. Perché restino con piacere e tornino spesso.

C
Contenuti di qualità
A
Aggiornati frequentemente
S
Scaricabili rapidamente
A
Adatti alle esigenze dell'utente
M
Molto semplici da usare
I
Ideali per il Web
A
Al servizio della rete

Sette regole d'oro per i contenuti testuali

Le regole indicate da Nielsen e che abbiamo riassunto nell'acronimo Casa Mia riguardano il sito nel suo complesso, le sue caratteristiche di design e di usabilità, la qualità dei contenuti testuali e grafici, la specificità della progettazione per il nuovo medium e il livello di integrazione con la rete.

Proveremo qui a vedere in quale modo questo regole si applicano in modo specifico alla scrittura dei contenuti testuali.

C - Contenuti di qualità
Spesso la qualità dei contenuti testuali è trascurata anche nella realizzazione di siti web importanti o istituzionali. Troviamo un alto livello di qualità grafica, una buona navigabilità del sito, ma i testi non vengono realizzati da professionisti della scrittura web. Esempi tipici di cattiva qualità sono: errori ortografici e grammaticali, incoerenza terminologica, uso del «marketese».

A - Aggiornati frequentemente
L'aggiornamento riguarda in modo specifico i contenuti testuali e dipende ovviamente dal tipo di sito e dal tipo di contenuti offerti agli utenti. Nielsen suggerisce un aggiornamento quotidiano (o due volte al giorno) per i siti che offrono notizie, mentre altri siti possono facilmente aggiornare le proprie pagine più raramente. In tutti i casi è consigliabile evitare l'irregolarità degli aggiornamenti.

S - Scaricabili rapidamente
I testi si scaricano rapidamente a meno che non vengano utilizzati all'interno di grafici e animazioni come Flash, appesantendo eccessivamente le pagine. Anche se il numero di utenti collegati in banda larga, con tecnologie come l'ADSL, aumenta continuamente, sono pur sempre tanti gli utenti che dispongono solo di collegamenti lenti. Per questo è importante evitare l'eccesso di animazioni e grafica, rispetto ai contenuti testuali puri.

A- Adatti alle esigenze dell'utente
Le informazioni vengono fornite agli utenti soprattutto grazie ai testi, mentre la grafica contribuisce in particolare alla creazione dell'ambiente e dell'interfaccia del sito. Nei contenuti informativi, il principale motivo per collegarsi a un sito, si deve tener conto delle esigenze informative degli utenti. In questo senso è bene evitare di inserire contenuti inutili che distolgano il navigatore dai suoi obiettivi ma anche di utilizzare una formattazione inadeguata alla presentazione dei testi.

M - Molto semplici da usare
Quando pensiamo alla semplicità d'uso di un sito pensiamo soprattutto all'usabilità dell'interfaccia. Anche i testi contribuiscono a migliorare la semplicità d'uso di un sito, in particolare tramite i microcontenuti che guidano gli utenti nella ricerca delle informazioni. Si deve pertanto evitare la scrittura complessa e ridondante di titoli, link, parole chiave, testi alternativi, ecc.

I - Ideali per il Web
Il Web è un medium del tutto nuovo e particolare e i contenuti testuali devono adattarsi a questa nuova realtà. Un aspetto fondamentale è dato dalla brevità e dalla sinteticità con cui i contenuti vengono proposti agli utenti del sito. Per facilitare la lettura sul Web è necessario evitare testi lunghi, verbosi e ripetitivi.

A - Al servizio della rete
L'ultima regola riguarda il modo in cui le organizzazioni che utilizzano il Web come canale di comunicazione dimostrano di mettere la rete al centro del proprio modo di lavorare. I testi di un sito riflettono la capacità di un'organizzazione di dialogare con i propri clienti o utenti tramite i più avanzati strumenti online. Per questo è bene evitare la pubblicazione seguendo solo le modalità dei medium tradizionali e dare il giusto spazio all'interattività con l'utente.

Come si valutano i contenuti testuali?

È possibile identificare una serie di aspetti oggettivi (e possibilmente quantificabili) grazie ai quali valutare la qualità dei contenuti testuali di un sito per poi eventualmente migliorarli? Proveremo a farlo sulla base delle regole di Nielsen, dando a ciascun criterio un punteggio con il quale giungere a una valutazione quantitativa complessiva.

1) Per quel che riguarda la qualità dei contenuti, i criteri identificati sono i seguenti:

Criterio
Punteggio
Correttezza ortografica (assenza totale di errori di ortografia)
5
Assenza di linguaggio «marketese»
10
Terminologia accurata e coerente
5
Totale punteggio "Qualità"
20

2) Per la frequenza di aggiornamento, i criteri identificati sono i seguenti:

Criterio
Punteggio
Assenza di dati non aggiornati
10
Presenza di date di pubblicazione
10
Totale punteggio "Aggiornamento"
20

3) Per la rapidità di scaricamento,
i criteri identificati sono i seguenti:

Criterio
Punteggio
Assenza di testi in grafici pesanti (>50kb)
5
Assenza di animazioni Flash
5
Totale punteggio "Scaricamento"
10

4) Per le esigenze dell'utente,
i criteri identificati sono i seguenti:

Criterio
Punteggio
Assenza di testi non indispensabili
10
Uso di terminologia adeguata
10
Uso di formattazione adeguata
10
Totale punteggio "Esigenze dell'utente"
30

5) Per la semplicità d'uso, i criteri identificati sono i seguenti:

Criterio
Punteggio
Titoli esplicativi e non ambigui
10
Link chiari (con uso di attributi TITLE se necessari)
10
Parole chiave ben evidenziate nel testo
5
Testi dei menu chiari
10
Presenza di testi alternativi nelle immagini
5
Totale punteggio "Semplicità d'uso"
40

6) Per la regola ideali per il Web,
i criteri identificati sono i seguenti:

Criterio Punteggio
Assenza di ridondanza
10
Struttura delle frasi semplice e chiara
10
Testi suddivisi in brevi paragrafi
5
Totale punteggio "Ideali per il Web"
25

7) Per la regola al servizio della
rete
, i criteri identificati sono i seguenti:

Criterio Punteggio
Presenza di link e-mail per il feedback degli utenti
5
Possibilità di pubblicare commenti sui contenuti
5
Possibilità di segnalare una pagina
5
Totale punteggio "Al servizio della rete"
15

Conclusioni

Il punteggio massimo che si può ottenere nella griglia di valutazione proposta è pari a 160. Come si vede, i punti sono stati assegnati ai vari indicatori con pesi differenti basati sull'importanza attribuita all'indicatore. In particolare, viene data grande attenzione ai criteri relativi alla semplicità d'uso (40 punti) e alle esigenze dell'utente (30 punti). Sommando questi punteggi a quelli relativi alla qualità e alla frequenza (40 punti complessivi) si ottiene un punteggio di 110 che considereremo il punteggio minimo che il sito dovrà ottenere per raggiungere la «sufficienza».

La griglia verrà messa alla prova in un prossimo articolo in cui analizzeremo i testi di due siti, uno di tipo giornalistico e l'altro di tipo commerciale. In quell'occasione avremo modo di valutarne l'efficacia e di offrire alcuni consigli pratici per utilizzarla.


Ti consigliamo anche