Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Cappuccino Web Framework

Introduzione ad uno dei framework più interessanti del momento dedicati alla realizzazione di applicazioni web
Introduzione ad uno dei framework più interessanti del momento dedicati alla realizzazione di applicazioni web
Link copiato negli appunti

In questo articolo introdurremo uno dei framework più completi e particolari presenti nell'ormai vastissimo panorama JavaScript. Cappuccino è uno strumento di sviluppo open-source che permette di realizzare in maniera rapida e indolore applicazioni che verranno eseguite all'interno di un browser web.

L'ultima versione del framework è la 0.5.5 datata 8 ottobre 2008 e nonostante non abbia raggiunto ancora la milestone 1.0 presenta una notevole maturità. Il sito ufficiale è raggiungibile a questo url: http://www.cappuccino.org/.

La caratteristica principale di Cappuccino Web Framework è data dal fatto che utilizzandolo si possono tranquillamente dimenticare alcune componenti fondamentali dello sviluppo per il web come l'HTML e i CSS e concentrarci sull'applicazione in sé.

Cappuccino implementa un proprio linguaggio chiamato Objective-J che non è altro che un porting di Objective-C in JavaScript. Objective-Cè un linguaggio che estende il famoso C con alcuni aspetti ereditati da un altro linguaggio di nome Smalltalk. Esso è molto utilizzato nel mondo Apple e principalmente all'interno del sistema operativo Mac OS X.

La presenza di questo secondo linguaggio oltre al classico JavaScript è uno dei punti di forza di questo strumento. Questo per il semplice fatto che nonostante le applicazioni vengano scritte in Objective-J, non è necessario nessun plugin particolare per i browser. Cappuccino infatti ha una alta compatibilità e permette di realizzare applicazioni per tutti i principali browser moderni (quindi Firefox 2 e 3, Internet Explorer 6 e 7, il nuovissimo Google Chrome, Opera 9 e Safari 3).

Ma come è possibile tutto questo? Come possono i browser interpretare questo nuovo linguaggio senza aver bisogno di un aggiornamento? La soluzione è molto semplice. I nostri oggetti Objective-J vengono completamente parsati e interpretati da uno script (che rappresenta il motore principale di Cappuccino) che "traduce" le chiamate Objective-J in chiamate JavaScript eseguibili all'interno del nostro browser.

Questa cosa a prima vista può sembrare molto strana. Che senso avrebbe inserire nello stack delle chiamate un nuovo passo? Perché introdurre un nuovo linguaggio al di sopra di JavaScript?

Tutto questo perché utilizzando Cappuccino e Objective-J possiamo completamente astrarci dal concetto di web-application (e da tutte le sue problematiche – in primis la compatibilità cross-browser) e dedicarci completamente alla scrittura di codice. Objective-J è un linguaggio completamente object-oriented e permette quindi di aggiungere caratteristiche importanti a JavaScript.

Per iniziare a sviluppare con questo nuovo sistema basterà infatti caricare lo script core di Cappuccino (tramite un banale tag <script> posizionato nella <head>) e, tramite alcune API esposte dalla libreria, includere nella pagina i file con estensione .j contenenti appunto codice Objective-J. Questi file verranno scaricati tramite richieste AJAX e una volta ottenuto il loro contenuto verranno interpretati e adattati all'ambiente JavaScript circostante.

Come sottolineato anche sul sito ufficiale, Cappuccino Web Framework non deve essere utilizzato per rendere più dinamici i siti web tradizionali ma solamente per la realizzazione di applicazioni complesse in quanto l'overhead introdotto non è assorbibile facilmente in realtà piccole. Gli autori suggeriscono esplicitamente altre soluzioni più adatte come PrototypeJS e JQuery.

Demo, tutorial e API

Prima di iniziare a mettere mano a questa nuova tecnologia bisognerebbe soffermarsi sulle applicazioni di demo presenti sul sito ufficiale, magari analizzandole un po' in profondità tramite strumenti di debug come per esempio Firebug. Sul sito ufficiale è possibile testare la piattaforma tramite diverse applicazioni demo tra le quali una gallerie fotografica e una versione fotografica del famoso gioco del 15. Le demo sono accessibili a questo indirizzo: http://cappuccino.org/learn/demos/

Ad accompagnare queste demo sono presenti anche alcuni tutorial che permettono di seguire passo passo la realizzazione di alcune componenti di un'applicazione. L'approccio segue un profilo molto basso permettendo a chiunque la loro comprensione. Oltre a questi tutorial pratici è presente una breve guida alla sintassi e alle caratteristiche implicite del linguaggio Objective-J. L'elenco delle guide è disponibile a questo url: http://cappuccino.org/learn/tutorials/

L'ultimo strumento messo a disposizione dalla comunità di Cappuccino sono le API che permettono di partire con lo sviluppo da una base solida e testata sul quale sviluppare i propri componenti. La documentazione ufficiale è disponibile su http://cappuccino.org/learn/documentation/.

Cappuccino all'opera: 280 slides

Il livello di maturità della piattaforma Cappuccino può essere valutato tramite il principale prodotto software realizzato su di essa: 280 slides. È un'applicazione web che permette di realizzare presentazioni in classico stile PowerPoint o Impress.

280 slides presenta tutte le feature che è possibile trovare nei prodotti desktop citati come per esempio la possibilità di definire dei layout, inserire immagini, disegni o video, salvare e importare file e persino attivare la presentazione direttamente online. L'impatto grafico è davvero notevole e nonostante la lentezza iniziale, una volta avviata l'applicazione è usabile senza troppi problemi. Una demo è disponibile a questo indirizzo: http://280slides.com/Editor/


Ti consigliamo anche