Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Il primo servizio Cloud con PHP

Utilizzare lo scaffolder, il tool per realizzare l'ossatura del progetto
Utilizzare lo scaffolder, il tool per realizzare l'ossatura del progetto
Link copiato negli appunti

Lo strumento fondamentale del Windows Azure SDK per PHP è lo scaffolder. In questa lezione vedremo come servircene per creare un progetto.

"Scaffolding" in inglese significa "impalcatura", e in questo caso sta ad indicare la creazione automatica di una struttura di base per la nostra nuova applicazione.

Dalla nostra interfaccia a riga di comando possiamo lanciare lo script di scaffolding, specificando allo strumento che vogliamo chiamare il nostro nuovo progetto "HelloPHP":

scaffolder run -out=./HelloPHP
Figura 5. (clic per ingrandire)


Sarannno generate alcune cartelle e file di configurazione necessarie per l'esecuzione di una Web Application in PHP sulla piattaforma cloud di Windows Azure. Allo stesso tempo, verrà creato per noi un nuovo Web Role che conterrà effettivamente i file PHP dell'applicazione Web.

La struttura iniziale dei file sarà quindi quella mostrata nella figura seguente:

Figura 6. (clic per ingrandire)


File Descrizione
ServiceDefinition.csdef
ServiceConfiguration.cscfg
sono file di configurazione specifici per il deployment su Windows Azure che determinano alcuni aspetti del comportamento della nostra applicazione sul cloud
La cartella PhpOnAzure.Web contiene il Web Role del nostro progetto, cioè l'applicazione Web PHP vera e propria che svilupperemo

  • bin, è una cartella che contiene alcuni script per installare il runtime di PHP sulla piattaforma cloud di Windows Azure
  • php ha al suo interno il file di configurazione "php.ini" e altre eventuali estensioni personalizzate di PHP che possono servire alla nostra applicazione
  • resources contiene file di utilità per il deployment

Per essere certi che tutto sia andato effettivamente a buon fine, proviamo a realizzare velocemente un primo semplice script PHP all'interno della nostra Web application. Creiamo un nuovo file dentro la cartella del Web Role "PhpOnAzure.Web" e chiamiamolo "index.php".

Il primo test che quasi sempre si fa su qualunque piattaforma per essere sicuri che il runtime di PHP funzioni correttamente è quello di stampare le informazioni di sistema di PHP. Inseriamo quindi all'interno del file "index.php" queste poche righe di codice:

<?php
phpinfo();
?>

Dopo aver salvato il file, l'applicazione è pronta per essere testata. Nel prossimo appuntamento vedremo come è possibile testare le applicazioni PHP in locale all'interno dell'emulatore di Windows Azure, e come poi è possibile in pochi minuti portare la nostra applicazione sul cloud e renderla disponibile a tutto il mondo.


Ti consigliamo anche