Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Un sistema di commenti per il proprio sito

Come inserire nel proprio sito un sistema di commenti dinamico completo di amministrazione, filtri antispam, opzioni di sicurezza e decine di altre personalizzazioni
Come inserire nel proprio sito un sistema di commenti dinamico completo di amministrazione, filtri antispam, opzioni di sicurezza e decine di altre personalizzazioni
Link copiato negli appunti

Avere un sistema di commenti nel proprio sito è un'opzione utile e spesso molto richiesta dai webmaster. Spingere il visitatore a rilasciare la propria opinione sul contenuto pubblicato o sulle sezioni del sito consente di migliorare il servizio, ricevere pareri o critiche e valutare l'apprezzamento delle proprie creazioni.

Purtroppo non sempre è facile configurare un sistema di commenti. Se utilizziamo un CMS quasi sempre questo è già incluso e non dobbiamo preoccuparci troppo di cercarne uno alternativo. Se invece utilizziamo un sistema fatto "in casa" per gestire il sito potremmo avere voglia di utilizzare qualche classe o qualche script già configurato per introdurre questa funzionalità. In questo caso ci vengono in aiuto le classi e gli script pre-confezionati (permettetemi il termine) rilasciati sul web. Quello che vedremo oggi si chiama Comment Script

Perché Comment Script

Abbiamo navigato parecchio la rete alla ricerca di qualche script o classe che fosse sia professionale sia semplice da installare e da amministrare. Alla fine la nostra scelta è caduta sullo script chiamato Comment Script. Dopo averlo installato sul nostro sito e testato, l'abbiamo trovato veramente ben fatto.

Lo script, che si appoggia ad un database MySQL, comprende veramente tante funzioni che aiutano l'amministratore a gestire al meglio i commenti degli utenti. Tra queste vi sono:

  • Semplice ma efficace struttura dei commenti. Si possono inserire nome utente, sito web, email, titolo e, naturalmente, il testo del commento
  • Protezione dallo spam tramite diversi controlli, come l'inserimento di immagini captcha, akismet e così via
  • Controllo dei flood;
  • Possibilità di bloccare determinai IP;
  • Inserimento di emoticons nei messaggi
  • Inserimento di banner;
  • Condivisione dei commenti tramite servizi di social bookmarking o social news (come Digg, Del.icio.us e così via)
  • Filtro di parole vietate

L'unica pecca da segnalare in anticipo è una particolare restrizione della licenza, che vi invitiamo a leggere con attenzione prima di passare "in produzione" lo script. La licenza infatti permette l'utilizzo gratuito del sistema solamente su siti privati non a carattere commerciale. Per chi volesse utilizzarlo su siti aziendali o su siti commerciali (compresi i siti con banner o altri sistemi pubblicitari) è disponibile una licenza singola al costo di 19 euro.

La versione originale dello script permette di scegliere solo la lingua inglese o tedesca, il che potrebbe creare qualche problema per chi non fosse molto ferrato in tali lingue. Nell'ultimo paragrafo tuttavia troverete il link alla nostra traduzione, eseguita ad hoc per quest'articolo e liberamente utilizzabile da chiunque volesse provarla. Poiché lo script ufficiale è in lingua inglese la guida verrà redatta seguendo tale localizzazione.

Installazione

L'installazione dello script è semplice ed intuitiva. Per prima cosa scaricate dal sito dello sviluppatore il pacchetto completo. Il pacchetto si può trovare in formato .zip oppure .tar.gz. Basta che vi colleghiate alla pagina http://www.gentlesource.com/comment-script/, scorrere la stessa fino a che non incontrate il paragrafo download.

Decomprimiamo il pacchetto e carichiamo il suo contenuto sul nostro server. Puntiamo poi il nostro browser all'indirizzo http://www.miosito.it/comment_script/admin/. Naturalmente al posto di miosito.it dovrete includere il nome del vostro sito e sostituire eventualmente il nome della directory di upload che di default è /comment_script/. Puntando sulla directory /admin lo script (se non installato precedentemente) avvierà il processo di installazione.

Dopo aver caricato la pagina si inizia con la procedura di installazione composta da una semplice serie di box da compilare. Vi consiglio, se non li avete già, di procurarvi i dati di accesso al vostro database, ossia il nome utente, la password utente e il nome del database su cui vorrete salvare i dati del commento.

Dopo la compilazione dei campi relativi alla connessione al nostro database, nel passaggio numero due, dovrete inserire i dati personali di accesso allo script come amministratore. Nel terzo e ultimo passaggio dovrete solamente cliccare sul pulsante Install Now per completare l'installazione.

Il pannello di controllo

Ora che lo script è installato dobbiamo prima di tutto configurarlo per poterlo utilizzare al meglio. A dire il vero è già quasi tutto pronto per l'utilizzo, ma ci sono alcune funzioni che è meglio impostare prima di renderlo pubblico nel vostro sito.

Puntiamo quindi il browser alla cartella /admin dello script (http://www.miosito.it/comment_script/admin/) dove ci verrà mostrata la pagina di login. Qui dobbiamo inserire i dati di accesso che sono stati definiti durante l'installazione al secondo passaggio. Come potete vedere il sistema è fornito anche di uno strumento per il recupero della password (link Forgot your password?) nel caso in cui la si dimentichi.

Una volta eseguito il login abbiamo accesso al pannello di amministrazione dello script. Il suo utilizzo e le sue funzioni sono veramente intuitive, quindi non preoccupatevi se sono in inglese. Alla destra abbiamo il menu composto dalle seguenti voci:

  • Homepage: ci rimanda alla homepage dell'amministrazione
  • Latest Comment: mostra gli ultimi commenti inseriti
  • Page List: mostra le pagine in cui è inserito il sistema di commenti. In particolare suddivide i commenti per pagine e non più per data di inserimento come in Latest Comment
  • Admin Account: da qui si possono effettuare modifiche i dati di accesso
  • Configuration: la parte più importante dello script, dove possiamo apportare tutte le nostre modifiche alle impostazioni
  • Backup: è intuitivo: da qui si può gestire l'esportazione o importazione del backup del database
  • Documentation: mostra la documentazione relativa allo script, in lingua inglese
  • Log Out: log out e uscita sicura dal pannello di amministrazione

Come prima cosa accediamo alla sezione Configuration; in questa pagina la lista delle funzioni è veramente lunga per questo vi illustrerò il funzionamento solo di quelle più importanti.

La prima configurazione

Dopo essere entrati nella sezione Configuration fate clic su General Settings: da qui si hanno sotto controllo tutte le funzioni dello script.

Figura 1: Il pannello di configurazioneIl pannello di configurazione di Comment Script

Come potete vedere la prima voce serve per selezionare la lingua con cui si presenta lo script, abbiamo poi tre voci di configurazione relative alla visualizzazione dei commenti: Display Comments: se impostato su YES nelle pagine saranno mostrati i commenti, impostato su NO i commenti inseriti non verranno mostrati; Display Comment Form serve per indicare se vogliamo o no visualizzare il form di inserimento commenti. Fino all'opzione Front-end - comments per page è meglio non toccare nulla se non sapete quello che si sta facendo. Front-end - comments per page definisce il numero di commenti da visualizzare nella pagina, se lasciato su zero il sistema farà visualizzare tutti i commenti uno di seguito all'altro.

Le altre opzioni cui fare attenzione:

  • Front-end comment order direction: definisce in che ordine vengono visualizzati i commenti. Possiamo selezionare se mostrarli in ordine di data decrescente (By date descending) o in ordine crescente (By date ascending);
  • Enable comment moderation: se impostato su YES mette in coda di moderazione tutti i commenti, significa quindi che l'amministratore li deve approvare uno ad uno prima che siano visualizzati;
  • Publish Delay (in minutes): questa è una funzione al quanto curiosa, infatti serve per ritardare la pubblicazione dei commenti dopo il loro inserimento. Non ha uno scopo particolare, potrebbe servire, ad esempio, per far credere agli utenti che ci sia una finta moderazione del commento e dunque limitare le loro attività di spam o affini.

Abbiamo illustrato le configurazioni principali, ora mostriamo le altre funzioni secondarie che però ci saranno sicuramente utili in altri ambiti come la lotta allo spam.

Funzioni principali

Andiamo di nuovi nella sezione Configuration per visualizzare tutte le altre funzioni o moduli che, tra l'altro, possono essere rimossi o aggiunti senza dover effettuare particolari modifiche allo script. Di seguito un elenco con spiegazione dei moduli più importanti presenti nello script:

Akismet

Akismet - chi utilizza wordpress sicuramente già lo conoscerà - è un servizio remoto che serve per analizzare il testo di tutti i messaggi che riceviamo e prevenire lo spam. Akismet vanta un controllo di messaggi al giorno che ha fatto balzare il contatore totale (dal 2005) a circa 3 miliardi di messaggi di spam analizzati fino ad oggi.

L'utilizzo di questo modulo è veramente semplice. Nel suo pannello di configurazione (Configuration -> Akismet) dobbiamo semplicemente impostare come si deve comportare nell'eventualità che sia stato localizzato un messaggio di spam. Quindi le tre opzioni sono: Off -> Spento; Moderate -> Moderato; Reject -> Respinto. Ricordiamo che per essere utilizzato Akismet richiede l'inserimento di una "API key" che può essere ottenuta via e-mail semplicemente iscrivendosi al sito http://wordpress.com/signup/.

Se utilizzato Akismet vi fa, quasi, dimenticare della presenza dei messaggi di spam. Così da evitare l'utilizzo di immagini di captcha o di altri controlli.

Captcha image

Altro modulo molto utile per prevenire lo spam è quello che ci permette di inserire un'immagine di controllo prima di inviare il commento: il captcha.

Nel modulo Captcha dobbiamo semplicemente indicare nel campo in Enable Captcha se attivare o no la funzione. Poi in Font Size dobbiamo impostare la dimensione del carattere del testo visualizzato all'interno dell'immagine, Image Width e Image Height indicano rispettivamente la larghezza dell'immagine e la sua altezza.

In ultimo abbiamo l'opzione Enable Garbage Collector, che imposta lo script per generare ogni volta un'immagine di captcha diversa che viene salvata in una specie di "cestino". Questa opzione, se impostata su YES, permette in automatico di cancellare le immagini più vecchie così da risparmiare spazio sul server.

Content mailer

Il modulo Content Mailer serve per rimare aggiornato, tramite l'invio di una mail, su ogni commento inserito nel proprio sito. Le opzioni di questo modulo sono due, la prima serve per attivare o disattivare il Content Mailer. Nella seconda, invece, abbiamo una text box nella quale dobbiamo inserire uno o più indirizzi email (separati da una virgola) ai quali vogliamo vengano inviati i commenti inseriti.

Smilies/Emoticons

Questa è una delle opzioni più richieste nei script di gestione commenti, tramite questo modulo è possibile permettere l'inserimento delle Smilies nei messaggi. Per attivare la funzione Smilies basta impostare Enable Smilies/Emoticons su YES. In ultimo dobbiamo stabilire la dimensione degli Smilies mostrati nei messaggi: Small, Medium o Large.

Altra funzione molto richiesta è quella definita nel modulo Social Links. Tramite il quale è possibile inserire i Social Links per la condivisione della pagina nella quale viene inserito Comment Script. Sicuramente tutti voi conoscerete servizi di Social Bookmarking quali: Del.icio.us, Digg, OKNOtizie e così via. Il modulo svolge il compito di mostrare i link per il bookmark automatico. Eventuali altri servizi possono essere aggiunti tramite un template.

Nella seconda parte dell'articolo vedremo le funzioni di sicurezza e installeremo lo script sul nostro sito.

Dopo aver presentato, nella prima parte di questo articolo, le caratteristiche principali, passiamo alle funzioni per la sicurezza e all'installazione dello script. Nell'ultima pagine trovate anche il link per la traduzione in italiano dello script.

Funzioni per la sicurezza

Data la natura professionale di Comment Script non potevano mancare moduli utilizzabili per la sicurezza interna del sistema dei commenti. Le opzioni sono diverse:

IP Block

Serve per eliminare le visite non gradite, magari da parte di Bot conosciuti che recano solamente danni oppure rallentamenti al nostro script e, di conseguenza, al server. Per attivare questo controllo basta spuntare una delle due opzioni: Moderate o Reject ed inserire nella casella di testo sottostante gli indirizzi IP vietati, uno per ogni riga. Lo script in automatico effettuerà un controllo ad ogni visita del singolo IP e bloccherà lo script nel qual caso il riscontro sarà positivo attuando una delle opzioni da voi selezionate.

Flood protection

Per chi non avesse mai sentito parlare di flood va detto che è quell'azione effettuata dall'utente per inviare in maniera automatica o manuale una grossa quantità di dati (messaggi in questo caso) con lo scopo di rallentare lo script. Comment Script riesce a localizzare un flood e nel caso ci sia esegue una delle solite due opzioni che dovete impostare: Moderate o Reject del messaggio.

Inseriamo Comment Script nelle nostre pagine

Altro vantaggio di questo script è la semplicità con cui può essere incluso all'interno delle proprie pagine. Una volta installato, lo script creerà nella propria cartella un file denominato: include.php. Questo file lo dobbiamo spostare, manualmente, nella cartella in cui sono contenute le pagine nelle quali vogliamo inserire Comment Script.

Ora apriamo una delle nostre pagine in cui vogliamo includere Comment Script. Inseriamo come prima riga la seguente porzione di codice, dopo il tag di apertura PHP <?php:

include './include.php';

se invece la nostra pagina è composta da semplice codice HTML dobbiamo per prima cosa rinominare la pagina da .htm a .php (in modo che il server la riconosca) e poi inseriamo prima del TAG <HTML> il seguente codice:

<?php include './include.php'; ?>

Con la prossima porzione di codice Comment Script "stampa" i tag HTML necessari a visualizzare nel browser i commenti inseriti e il form di compilazione.

Inseriamo, se siamo ancora nell'ambito PHP:

echo $c5t_output;

se invece come prima abbiamo solo codice HTML, inseriamo:

<?php
echo $c5t_output;
?> 

Salviamo la pagina e chiudiamo, prima di verificare che tutto sia andato come dovuto dobbiamo effettuare una piccola modifica alla pagina include.php. Apriamola e cancelliamo la riga:

echo $c5t_output;

Bene ora potete caricare la vostra pagina in cui avete inserito il codice ed ecco servito un bel form per i commenti nelle vostre pagine!

Localizzazione in Italiano

Come detto nei primi paragrafi di questa guida lo script è rilasciato in lingua inglese. Al suo interno contiene però una localizzazione in lingua tedesca ma purtroppo non in italiano.

Abbiamo provveduto quindi ad effettuare una semplice traduzione delle funzioni principali (in futuro la completerò con tutti i moduli) tramite la quale potete comunque avere più del 60% dello script in lingua italiana. Soprattutto avrete il front-end in italiano per evitare che alcuni utenti non padroni della lingua inglese evitino di inserire questo strumento perché non tradotto. Prima di iniziare effettuiamo un backup di tutti i file contenuti nella cartella di Comment Script. Nel caso di un errore nella procedura possiamo così rimettere tutto al suo posto senza danni.

Per prima cosa dovete scaricare il pacchetto completo della lingua italiana da noi tradotto. Poi dovete decomprimerlo e fare un copia e incolla della cartella principale dei file di lingua nelle apposite sottocartelle.

Per una operazione più semplice vi basta aprire la cartella /comment_script_it selezionare tutte le cartelle e copiarle nella vostra directory di Comment Script.

Ora aprite il file /cartella_comment_script/configuration/default.inc.php, sostituite il seguente codice (riga 78):

$c5t['available_languages']     = array(
                                    'en' => 'English',
                                    'de' => 'German'
                                    );

con:

$c5t['available_languages']     = array(
                                    'en' => 'English',
                                    'de' => 'German',
                                    'it' => 'Italian'
                                    );

Andate nel pannello di amministrazione al percorso Configuration / General Settings e nella prima voce, tramite il menu a discesa, selezionate Italian. Cliccate su Save Settings e ricaricate la pagina oppure andate nella home per vedere il tutto in italiano.

Questa traduzione non è ufficiale e pertanto potrebbe contenere dei problemi o degli errori. Se si dovessero verificare dei problemi ricaricate il backup dei file e tutto tornerà come prima.


Ti consigliamo anche