Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Thunderbird: pronta la versione 1.5

Anche per Linux è stata rilasciata la versione 1.5 di Thunderbird, il client di posta elettronica open source. Tra le novità una maggiore attenzione alla sicurezza degli utenti e un filtro antiphishing
Anche per Linux è stata rilasciata la versione 1.5 di Thunderbird, il client di posta elettronica open source. Tra le novità una maggiore attenzione alla sicurezza degli utenti e un filtro antiphishing
Link copiato negli appunti

A quanto pare l'avanzata di Mozilla non ha intenzione di arrestarsi. E così, dopo Firefox 1.5 ecco che il 12 Gennaio ha visto la luce la versione 1.5 anche del client di posta, Mozilla Thunderbird. Anche Thunderbird, in maniera più silenziosa e probabilmente con una spinta meno forte si sta facendo avanti tra un'utenza divisa nei i più diffusi sistemi operativi, Windows, Linux e MacOSX.

Avere programmi multipiattaforma da usare in ambito professionale può essere certamente un enorme vantaggio da sfruttare per il software libero: ad esempio chi non se la sente a fare il "grande passo" e passare a Linux può comunque toccare con mano la bontà di alcuni programmi anche su Windows o su Mac per poi ritrovarseli invariati anche sotto Linux qualora si decidesse a utilizzare un sistema operativo libero.

Questo ha anche dato modo di apprezzare molto la possibilità di offerta da Thunderbird di utilizzare lo stesso profilo utente, contenente la posta, rubrica, le impostazioni e tutto quello che c'è di personale per due versioni di questo client una per Windows l'altra per Linux: in pratica se il profilo risiede su partizione FAT l'utente potrà specificare lo stesso percorso per entrambi i sistemi operativi.

Per quanto riguarda le novità introdotte in questa versione troviamo la possibilità di aggiornare Thunderbird usando direttamente una sua funzione, oppure un controllo ortografico contemporaneo alla scrittura dell'email (prima era possibile farlo solo in un secondo momento). Estremamente interessanti sono i miglioramenti che vanno a favore della sicurezza dell'utente. Ormai purtroppo sono diffusissimi su larga scala i tentativi di phishing, di truffe che sfruttano sistemi subdoli per estorcere all'utente ignaro i propri dati di accesso solitamente per il proprio home banking. Si tratta di email fraudolente che purtroppo mietono vittime. Thunderbird 1.5 contiene una nuova funzionalità che ha lo scopo di riconoscere se dietro un messaggio ricevuto si cela un tentativo di phishing, analogamente a quanto era già possibile fare con il riconoscimento dello spam. In questo modo l'utente potrà ricevere un avviso a tutela della propria sicurezza.

Sono presenti anche miglioramenti grafici come l'interfaccia delle opzioni ridisegnata, quelli relativi ai filtri antispam e ai filtri in generale, un autocompletamento degli indirizzi che ora tiene conto di quelli più utilizzati. A questo aggiungiamo ovviamente quel fantastico sistema di aggiunta di funzionalità dato dalle estensioni, in base alle quali l'utente potrà aggiungere a proprio piacimento feature non inserite ufficialmente ma ugualmente interessanti.

Le novità introdotte da questa versione di Thunderbird di certo impreziosiscono ulteriormente questo client di posta, già da tempo una seria alternativa ai programmi più diffusi tra gli utenti come Eudora o Outlook.


Ti consigliamo anche