Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

SuSE Linux 8.0 Professional

Link copiato negli appunti

Un paio di settimane fa vi abbiamo annunciato l'uscita di SuSE 8.0, una delle distribuzioni più seguite nel panorama internazionale. In questo articolo vi parleremo più diffusamente di uno dei pacchetti commerciali della casa tedesca, SuSE Linux 8.0 Professional. La confezione, del costo di 68,90 euro più IVA, contiene: sette CD (cinque di installazione e due contenenti il codice sorgente), un DVD (contente il set di installazione per una maggiore comodità), tre manuali (I principi basilari, I programmi, Approfondimenti), e comprende anche novanta giorni di supporto gratuito per l'installazione.

Come vi abbiamo già detto, le novità fondamentali consistono nell'ulteriore semplificazione della procedura di installazione (non che se ne sentisse particolarmente la necessità, in quanto la versione 7.3 era già in assoluto una delle distribuzioni più facili da installare), nell'inclusione di KDE 3.0, l'ultima versione dell'ambiente grafico basato sulle librerie QT di Troll Tech. E SuSE è stata la prima distribuzione ad includere questa versione di quello che probabilmente è il Desktop Enviroment più utilizzato al mondo. Le maggiori novità apportate da questa versione risiedono nel grande lavoro di pulizia del codice che è stato compiuto, e in piccoli ritocchi grafici che accompagnano sempre le nuove release. Rimane comunque possibile continuare a utilizzare le vecchie applicazioni per KDE 2.2.

Oltre al grande sforzo per dare agli utenti un prodotto sempre più intuitivo e facile da usare, SuSE esordisce con una nuova utility per la configurazione del firewall, molto ben fatta e semplice da usare. Il tutto integrato in YaST 2, come è ormai stile di SuSE. Oltre al modulo per il firewall tra le novità presenti vi sono un'utility per il backup, una per la configurazione del mouse e una per l'attivazione del DMA per dischi rigidi e lettori CD.

Uno dei pregi più grandi che a mio avviso SuSE ha sempre avuto risiede nella manualista, tra le più complete ed esaustive tra quelle disponibili. E le novità di questa ultimissima versione riguardano anche la documentazione, che è stata rivista. In particolare è stato compiuto un lavoro incentrato alla riorganizzazione dei capitoli.

Sono stati fusi ad esempio il manuale di riferimento e quello di rete, ora sotto il titolo di "Approfondimenti", della dimensione di 461 pagine, è scomparso il Quick Install Manual che non avrebbe avuto evidentemente più molto senso visto le modifiche apportate alla procedura di installazione (anche se rimane sempre possibile utilizzare quella precedente). Al suo posto è stata integrato un capito speciale nel manuale intitolato "I principi basilari", grande 194 pagine, che ha l'obiettivo di prendere per mano i nuovi utenti guidandoli in questo sistema operativo a loro sconosciuto. Sempre in questo manuale vengono affrontati temi come la configurazione di base e la personalizzazione del proprio ambiente di lavoro.

Ultima guida, dal nome "Programmi" (di 151 pagine) è appunto quella relativa ai programmi presenti nella distribuzione. Si spazia dalla suite per ufficio (StarOffice), al lettore di file PDF (Acrobat Reader), ai browser e client di posta, multimedia e grafica. La trattazione degli argomenti resta estremamente chiara e particolarmente indicata a chi, non avendo mai neanche sentito parlare di Linux, vuole un punto di riferimento per questo sistema operativo.

Inoltre, pur essendo ovviamente i manuali "ufficiali" della distribuzione, SuSE è riuscita a mantenere un buon grado di "imparzialità": la trattazione dei vari argomenti resta spesso vincolata dai tools preparati dal team tedesco, a parte qualche caso in cui si fa ovviamente riferimento a YaST 2.

Durante le nostre prove sono state confermate le nostre prime impressioni: SuSE 8.0 è un prodotto molto maturo, dotato di un ampissimo parco software, partito da un'ottima base che è quella ereditata dalla versione 7.3, ma che è riuscito allo stesso tempo a progredire proponendo un prodotto aggiornato e di primissima scelta. Forse le modifiche apportate non sono tali da giustificare il cambiamento di "serie", ma alla fin dei conti si tratta solo di numeri: la 8.x parte così da un altissimo livello, è già molto stabile, e apre così la strada a una serie di innovazioni che vedranno protagoniste le prossime release della distribuzione tedesca.


Ti consigliamo anche