Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Liberiamoci dagli spyware con Ad-aware

Come utilizzare Ad-aware per liberare il proprio sistema da sofware spia, cookies intrusivi e file che controllano le abitudini di navigazione. Una guida per liberarci dagli spyware
Come utilizzare Ad-aware per liberare il proprio sistema da sofware spia, cookies intrusivi e file che controllano le abitudini di navigazione. Una guida per liberarci dagli spyware
Link copiato negli appunti

Per poter garantire la sicurezza di un sistema occorre
accertarsi che le informazioni contenute non siano di facile accesso,
una sfida sicuramente ardua nell'era di Internet che vede il nostro
computer coinvolto in continui scambi di comunicazioni con altri sistemi.
A complicarci ulteriormente le cose sono arrivate anche le applicazioni
spyware, programmi di piccole dimensioni il cui unico
scopo è, come si deduce dal nome, spiare e raccogliere informazioni
su di noi.

I dati che vengono raccolti possono riguardare la nostra email, i siti
che visitiamo più di frequente, i prodotti che abbiamo acquistato
con la carta di credito, tutte le nostre abitudini di navigazione. Queste
informazioni vengono convogliate verso la società che ha creato
lo spyware, che potrà rivenderle ad aziende interessate (per
ricerche di mercato oppure per inviarci pubblicità non desiderata,
la spam, relativa a prodotti specifici).

Molte volte gli spyware arrivano al nostro computer tramite l'installazione
di programmi che possiamo utilizzare gratuitamente se accettiamo di
visualizzare banners pubblicitari (chiamati per questo adware).
Spesso dopo l'installazione di questi programmi ci accorgiamo di alcuni
comportamenti molto strani del nostro computer: popup pubblicitarie
che si aprono apparentemente senza motivo, rallentamenti del browser
o addirittura del sistema operativo, file e cartelle mai viste prima
che compaiono misteriosamente.

Capita che gli utenti non siano nemmeno stati informati
dell'installazione di questi "programmi aggiuntivi", che rimangono
anche dopo la disinstallazione dell'applicazione adware.
Se riteniamo, a ragione, che gli spyware non abbiano alcun diritto di
raccogliere informazioni sul nostro conto e mandarle in giro per la
Rete, Ad-aware 6.0 di Lavasoft
è il programma che fa per noi. Il termine "aware" significa
consapevole, infatti questo software ci permette di visualizzare tutti
i programmi-spia che sono stati installati sul pc a nostra insaputa,
e naturalmente di eliminarli.

Installazione

Prima di procedere con l'installazione, un avvertimento è
d'obbligo: se sul nostro sistema abbiamo installato dei programmi
adware, l'eliminazione dei componenti spyware potrebbe pregiudicarne
il corretto funzionamento. Possiamo in questo caso decidere se continuare
a essere spiati dal programma in questione oppure se trovare un sostituto
gratuito ma meno invadente e pericoloso.

Ad-aware è compatibile con tutte le versioni di Windows dalla
98 in poi. L'utilizzo è gratuito per uso personale. Se siamo
più esigenti, possiamo acquistare le versioni Plus o Professional,
ideate appositamente per i professionisti che desiderano avere un
controllo più completo delle funzioni. Per cominciare effettuiamo il
download
dell'ultima versione del programma e installiamola seguendo
le indicazioni del Setup Wizard.

L'applicazione è in lingua inglese, ma possiamo ottenere una
versione tradotta in italiano scaricando e installando il Language
Pack
. Dovremo andare nel menu Settings di Ad-aware
e alla voce Language File selezionare Italian.

aggiornamento

Al primo avvio del programma è consigliabile eseguire l'aggiornamento,
cliccando sul bottone Apri aggiornamento Web. Possiamo
infatti notare che il file di riferimento in uso, o Reference-file,
è stato adottato qualche mese fa e sicuramente ora sarà
disponibile una nuova versione.

L'interfaccia di Ad-aware 6.0 è molto compatta
e ci permette di avere tutte le funzioni del programma a portata di
mano. Nella parte sinistra dello schermo troviamo cinque pulsanti: Stato,
Controlla, Ad-Watch, Plug-ins e Aiuto. I moduli che utilizzeremo più
di frequente sono i primi due: Stato per avere informazioni
sullo stato attuale delle funzioni del programma e Controlla
per impostare la scansione.

Se disponiamo di una versione Plus o Professional possiamo utilizzare
le funzionalità di Ad-Watch per monitorare in
tempo reale tutte le attività sospette e bloccare sul nascere
l'installazione degli spyware. La gestione dei Plugins
e delle Extensions invece è disponibile per tutte le versioni
e consente di ampliare le capacità del programma tramite applicazioni
di terze parti.

Oltre al menu principale possiamo notare nella sezione alta dello schermo
alcune icone che costituiscono un menu di accesso rapido. Le più
importanti sono Configurazione e Aggiornamento Web. Vicino a ogni schermata
troveremo inoltre una icona a forma di punto interrogativo: se cliccata
fornirà una breve spiegazione del contenuto del modulo attivo
e delle opzioni disponibili.

Schermata di stato

Questa schermata offre un colpo d'occhio sulle statistiche
e sul funzionamento di Ad-aware. La prima voce, Stato del'inizializzazione,
contiene informazioni sulle definizioni in uso. Cliccando su Dettagli
possiamo visualizzare il numero del Reference File e la data di rilascio,
il percorso del file e la quantità di oggetti presenti nel database
di firme.

schermata di stato

Sotto la seconda dicitura troviamo diverse voci: lo Stato di Ad-Watch,
cioè se è stato caricato o meno, la data e l'ora dell'ultima
scansione eseguita e il numero di oggetti rimossi, il numero di scansioni
effettuate. La Lista delle esclusioni permette di visualizzare
tutti gli oggetti che abbiamo deciso di non far rilevare al programma,
e che quindi non vedremo nel report della scansione. Se abbiamo cambiato
idea, basterà fare click con il tasto destro sull'oggetto e selezionare
Rimuovi dalla lista.

esclusione

Altra opzione molto intelligente che il programma ci mette a disposizione,
la lista Elementi in quarantena contiene tutti gli
oggetti salvati da Ad-aware prima dell'eliminazione. Sappiamo bene che
modificare il registro di sistema può sempre comportare dei rischi,
anche se stiamo estirpando degli spyware. Se lo spyware eliminato dal
registro era in realtà un falso positivo, e quindi la sua eliminazione
comporta dei problemi, è sufficiente ripristinarlo selezionandolo
dalla lista e cliccando su Ripristina. Gli oggetti
contenuti in questa lista non sono in condizione di nuocere e possono
essere ripristinati solo attraverso il Manager della quarantena integrato
in Ad-aware.

quarantena

L'ultima voce riguarda lo stato di esecuzione del programma. Abbiamo
la dicitura "Stato ok" se non ci sono stati
problemi in fase di inizializzazione, mentre possiamo vedere un messaggio
di allerta scritto in rosso con relativa descrizione se il file di reference
non è stato trovato oppure è corrotto. In questo caso
è consigliabile eseguire subito l'aggiornamento via Web o scaricare
il file direttamente dal sito ufficiale.

Selezioniamo il pulsante Controlla
dal menu principale oppure facciamo click su Inizia se siamo nella schermata
di Stato. Questa finestra ci consente di decidere il tipo di controllo
da effettuare, a seconda delle nostre esigenze e delle risorse a disposizione:

  • Controllo veloce del sistema; questa modalità
    effettua una scansione veloce che comprende la memoria, il registro
    e la cartella di Windows. È consigliabile utilizzarla come test
    per stabilire se il sistema necessita di una scansione più
    approfondita.
  • Usa le opzioni di default; la scansione si attiene
    alle opzioni impostate dall'utente e a quelle già presenti
    in memoria.
  • Seleziona i drives/cartelle; il controllo riguarda
    solo le cartelle o i drive selezionati dall'utente tramite l'apposito
    collegamento Seleziona.

Se decidiamo di avviare una scansione approfondita,
selezioniamo la seconda voce e poi facciamo click su Personalizza per
controllare che le opzioni soddisfino le nostre esigenze. Iniziamo con
la scheda Generale: l'avvio del programma insieme a
Windows è normalmente disabilitato, per non influire sulla velocità
di caricamento del sistema. È invece consigliabile non disabilitare
mai le opzioni sulla quarantena e sulla conferma, per avere sempre sotto
controllo il comportamento del programma.

generale

Le impostazioni di Controllo influiscono sull'accuratezza
e sulla velocità della scansione. La prima voce, "Controlla
all'interno delle cartelle", si riferisce ai file compressi o archiviati.
Se abilitiamo questa opzione Ad-aware controllerà anche questo
tipo di files, ma le prestazioni ne risentiranno. Un'altra voce che
ci può interessare riguarda i Preferiti di Internet Explorer:
la scansione sarà in grado di trovare collegamenti sospetti e
di segnalarli per la rimozione.

impostazioni

Le impostazioni della scheda Avanzate riguardano il
livello di accuratezza dei file di log, che registrano tutta l'attività
del programma e archiviano le informazioni rilevate. La voce RegHance
si riferisce a un'altra applicazione di Lavasoft, un editor del registro
di sistema che può lavorare in coppia con Ad-aware. Se disponiamo
di questo programma, inseriamo in questo campo il percorso dell'eseguibile.

logfile

Una volta selezionati i drives o le singole cartelle da controllare
e dopo aver impostato al meglio le opzioni, facciamo click su Continua
per salvare le nostre impostazioni. Alla prossima esecuzione del programma
verranno utilizzate come impostazioni di Default.

Facciamo click su Continua per
iniziare la scansione secondo i criteri che abbiamo impostato. A seconda
del livello di dettaglio richiesto, l'analisi del sistema potrà
durare anche alcuni minuti. Durante l'esecuzione di questo processo
sarebbe consigliabile non eseguire altri programmi e attendere la conclusione
della scansione in corso.

Se non abbiamo mai eseguito un programma simile sul nostro computer,
è molto probabile che Ad-aware terminerà il controllo
avvisandoci con un suono piuttosto sgradevole: significa che sono stati
rilevati degli elementi sospetti che richiedono la nostra attenzione.

scansione

Dopo aver cliccato su Avanti vedremo una schermata di riepilogo contenente
tutti gli oggetti identificati, suddivisi per tipo: files, cartelle,
chiavi o valori del registro di sistema. Tramite il menu del tasto destro
possiamo accedere a tutte le funzioni che ci servono per gestire questi
oggetti. Possiamo infatti decidere di inserire un elemento nella quarantena
o nella lista di dati da ignorare, con le conseguenze di cui abbiamo
parlato prima, oppure di visualizzare informazioni dettagliate.

dettagli

In questo esempio Ad-aware ha riconosciuto un valore sospetto nel registro:
si tratta di un numero identificativo che viene assegnato ad ogni copia
del Windows Media Player. Sfortunatamente, a causa
di una falla, è possibile rilevare il numero identificativo in
questione tramite una semplice pagina web: questo permetterebbe ai siti
che visitiamo di tenere traccia della nostra navigazione e quindi è
da considerarsi un vero e proprio elemento spyware.

Selezionando Esporta Report potremo salvare un file
HTML contenente informazioni relative a tutti gli elementi rilevati
dalla scansione, nella stessa forma tabulare del riepilogo.

riepilogo

Decidiamo cosa fare di questo e degli altri oggetti segnalati, selezionando
tutti quelli che vogliamo eliminare, tenendo presente che sarà
possibile ripristinarli in futuro nel caso avessimo commesso un errore di valutazione.
Dopo aver cliccato su Avanti, il programma ci chiederà
se procedere con l'eliminazione. Se siamo indecisi sulla reale pericolosità
dello spyware in questione è comunque consigliabile informarsi
bene per decidere con più tranquillità. Ad ogni modo Ad-aware
6.0 è un ottimo software e difficilmente sbaglieremo se ci affidiamo
alla sua valutazione.

Dopo aver compreso il funzionamento e la logica
del programma, potrebbe venirci voglia di personalizzare ancora di più
il suo funzionamento. Per fare questo possiamo esplorare le opzioni
che troviamo nella schermata Configurazione > Tweak.

Fra le varie voci troveremo opzioni per risparmiare le risorse del sistema
(Esegui il controllo in Background) e altre configurazioni
relative al modulo Ad-Watch, come per esempio il blocco
in real-time di ActiveX e popup invadenti.

tweak

Le opzioni in Configurazione > Automatismi permettono
di impostare il controllo del sistema all'avvio. Possiamo eseguire un
controllo veloce oppure una scansione più completa e approfondita.
Ad-aware può chiudersi automaticamente dopo l'analisi del sistema.
Per avere un maggior controllo sulla situazione è comunque consigliabile
effettuare la scansione manuale.

automatismi

Una scansione periodica del computer ci farà rendere conto di
quanto sia facile per gli spyware intrufolarsi nel nostro sistema e
operare a nostra insaputa. Per fortuna, grazie a programmi come Ad-aware,
combattere questi piccoli intrusi è diventata questione di pochi
click.


Ti consigliamo anche