Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

La progettazione di un sito usabile

Quali strategie adottare per rendere un sito fruibile da tutti gli utenti
Quali strategie adottare per rendere un sito fruibile da tutti gli utenti
Link copiato negli appunti

Un sito è usabile se con il maggior numero di browser resta navigabile e le sue funzioni restano disponibili. La sua usabilità aumenta con il diminuire della dipendenza dei parametri di configurazione dei browser e del computer usato dal visitatore. L'usabilità aumenta ulteriormente con l'indipendenza dal sistema operativo, dalla versione, e dalla risoluzione dello schermo.

È fondamentale, però, non perdere di vista il fatto che un sito è usabile anche per la sua struttura, per i contenuti ed in generale se risulta navigabile per la sua chiarezza d'impostazione.

L'usabilità, quindi, è anche (e forse soprattutto) un aspetto da considerare durante la progettazione e molte specifiche devono arrivare proprio da chi di questa fase è responsabile.

Responsabilità del project manager

È responsabilità del project manager fissare i requisiti d' usabilità che il cliente richiede per il sito in fase di realizzazione. Suo compito è assistere il progettista nella fase di scrittura delle specifiche ed approvarne i contenuti, garantendo al committente che già da questa fase si siano considerati i suoi desideri.

Al project manager si fa risalire la responsabilità di fissare la procedura di collaudo che meglio potrà dimostrare l'usabilità del sito ed i test da effettuarsi. La composizione del gruppo di collaudo dovrebbe essere supervisionata assieme al riferimento interno del cliente.

Responsabilità del progettista

Il progettista deve redigere le specifiche di sviluppo che indichino tutte le caratteristiche che il sito deve avere per soddisfare le richiesta pervenute dal cliente in relazione all'usabilità, facendosi interprete di quelle non chiaramente espresse (anche per limiti di linguaggio o conoscenze).

Responsabilità del progettista è inserire nel progetto le indicazioni per i grafici, per gli sviluppatori e per i redattori dei contenuti.

Rendere usabile un sito già prossimo alla conclusione dello sviluppo, può significare dover rifare buona parte del lavoro.

Credere che ogni collaboratore penserà autonomamente a rendere usabile la propria parte è un errore che si paga duramente e che si evidenzia quando spesso non vi è più nulla da fare.

Il resto dell'articolo esamina gli aspetti sui quali il progettista dovrebbe dettare le specifiche, controllato dal project manager che è il principale garante verso il committente.

Struttura del sito

Un sito usabile è un sito prima di tutto navigabile. La navigabilità del sito dipende principalmente dalla sua struttura.

Un sito mal organizzato nei suoi contenuti è per definizione non usabile, indipendentemente da tutti i fattori tecnici.

Prima ancora di decidere sul sistema di sviluppo, sulle tecniche impiegate, sul linguaggio usato, occorre che sia redatto un albero dei contenuti del sito che evidenzi le sezioni principali ed i temi dei livelli immediatamente sottostanti.

Disegnando l'albero occorre considerare vari aspetti tra cui:

  • la rigorosità e correttezza formale dell'albero;
  • le abitudini dei navigatori che si aspettano certe suddivisioni;
  • la semplice visione del quadro d'insieme per il visitatore;
  • la rintracciabilità delle sezioni corrette in relazione all'informazione cercata

Individuabilità del contesto

Capire in quale punto del sito ci si trova è importante ai fini della sua usabilità. Navigare al suo interno alla ricerca di una pagina d'interesse e non riuscire poi a tornarvi perché non si ha modo di capire dove ci si trova controproducente e demotivante.

Alle pagine interne di un sito, inoltre, si può arrivare direttamente da un motore di ricerca e, quindi, sapere dove ci si trova è importante per capire come affrontare la visita. Non di rado la visita non è completa perché non si ha modo di capire quali sezioni si sono viste e quali no.

Troppo spesso i siti hanno buoni menu, ma scarse informazioni che indicano il punto nel quale ci si trova. Ogni pagina dovrebbe essere chiaramente identificata e allo stesso modo deve essere chiaro il percorso per arrivarci.

Grafica, icone e layout

Nella fase di progettazione occorre dare le specifiche affinché il grafico possa elaborare quanto richiesto dal committente tenendo sempre presente i criteri di usabilità del sito.

Oltre alle strutture d'impaginazione compatibili tra le varie versioni dei vari browser, occorre pensare anche a formati ben visibili alle diverse dimensioni delle finestre ed alla dimensione e peso dei componenti grafici.

Un sito eccessivamente lento con connessioni dial-up è un sito non usabile. Occorre considerare, infatti, che molte aziende pur disponendo di linee Adsl o Hdsl in realtà poi frazionano la banda tra numerosi utenti rendendo ogni sessione lenta come, se non più, quella di un modem a 33 kbps.

Si pongono, per altro, anche problemi con colori ed accostamenti:

  • alcuni abbinamenti di colore sono di difficile visione;
  • alcuni colori sono psicologicamente associati ad eventi o messaggi sublimali (il rosso vuol dire stop, per esempio);
  • alcuni colori sono visualizzati male su certe configurazioni di hardware o su alcuni notebook.

L'intero sistema di navigazione tra le pagine del sito deve essere pensato in modo da essere chiaro per il visitatore medio.

Un menu d'originale disegno può risultare estraneo alle abitudini impedendo, di fatto, la navigazione. L'idea che il visitatore interessato troverà il sistema per navigare è errata. Il visitatore abbandonerà, piuttosto, il sito.

Il sistema di navigazione tra le pagine dovrebbe consentire di raggiungere senza troppi livelli tutte le zone d'interesse evitando, se possibile, giri viziosi che in eccesso possono confondere.

Bottoni ed altre forme d'attivazione

È fondamentale che i bottoni si possano identificare come tali. Capita spesso di notare siti nei quali i pulsanti sono affogati nel resto del disegno ed emergono solo se si passa sopra col mouse. Siamo sicuri che il nostro visitatore abbia voglia di cercarli?

Una descrizione dovrebbe sempre accompagnare i pulsanti per spiegare cosa succederà all'attivazione del bottone. Non sempre si ha voglia di provare, per vedere cosa succede. Si vorrebbe saperlo prima.

I bottoni con effetti sonori devono prevedere l'eliminazione del suono. Perché si pensa spesso a zittire la musica d'accompagnamento e non si pensa ai pulsanti? Eppure possono dar fastidio allo stesso modo. Molti navigano di notte, magari dalla camera da letto col partner assonnato di fianco...

Oltre a quanto già detto per i pulsanti, per i link occorre considerare che:

  • occorre evitare al massimo l'apertura di altre sessioni. È un'eccezione, non la regola;
  • cambiare il formato di rappresentazione del link è pericoloso. Molti potrebbero non capire che si tratta di ciò;
  • controllare periodicamente i link per garantirsi che le pagine indicate siano online. Link orfani, oltre che infastidire, possono causare attese che portano il visitatore ad abbandonare il sito.

Ridondanza delle funzioni attive

Per aumentare le possibilità di navigazione è opportuno che le funzioni attive siano ridondanti.

I menu dovrebbero essere presenti sia nelle zone alte sia in quelle basse delle pagine per evitare che l'utente perda di vista il sistema di navigazione leggendo i contenuti.

Ogni pulsante dovrebbe avere anche un link attivo da utilizzarsi in caso di malfunzionamenti causati dalle configurazioni client.

Contenuti multi lingua

Nei siti con pagine in varie lingue, il sistema di navigazione deve consentire di decidere già sulla home quale versione s'intende leggere.

Sulle pagine il link alla versione in altra lingua non deve portare alla home ma alle pagine corrispondenti e viceversa.

Andrebbero evitate le pagine con testi in varie lingue. Sono di difficile lettura per tutti, eccessivamente lunghe (o i testi incompleti) e normalmente non gradite. Inoltre il posizionamento sui motori di ricerca ne risulta negativamente influenzato.

Web site map

Una mappa con l'elenco completo delle pagine (o delle sezioni principali per i siti più grossi) rappresenta un buon sistema d'accelerazione della visita e non dovrebbe mai mancare.

La mappa deve essere chiaramente indicata su tutte le pagine e presentarsi come un indice testuale con le indicazioni complete.

Mini sito html

Per i siti in Flash o con abbondante javascript, un mini sito html è indicato per consentire la fruizione dei contenuti a chi non dispone dei plug-in o ha javascript disabilitato.

Il mini sito è anche indicato per coloro i quali hanno problemi di banda e potrebbero preferire la lettura dei soli contenuti senza parti grafiche.

Collaudo

L'usabilità del sito deve essere oggetto d' attento collaudo, direttamente sotto la supervisione del project manager.

Le persone che effettuano il collaudo devono avere chiare indicazioni su cosa sperimentare. I gruppi devono essere composti da individui rappresentanti il target del sito. Per progetti particolarmente importanti, apposite aziende sono in grado di reperire volontari interessati alle prove.

Conclusione

Per rendere usabile un sito non basta preoccuparsi degli aspetti d'implementazione delle pagine. Molti fattori sono da affrontare già in fase di progettazione per dare le indicazioni necessarie agli sviluppatori ed ai grafici.

Principali garanti dell'usabilità sono il project manager ed il progettista e loro è la responsabilità di dare le opportune specifiche e controllarne l'applicazione.


Ti consigliamo anche