Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Il nuovo Firefox 1.5

Il nuovo Firefox è un altro, enorme passo in avanti della comunità open source. Migliorata la visualizzazione delle pagine e aggiornati i supporti agli standard Web. È sempre più l'alternativa reale ad Internet Explorer
Il nuovo Firefox è un altro, enorme passo in avanti della comunità open source. Migliorata la visualizzazione delle pagine e aggiornati i supporti agli standard Web. È sempre più l'alternativa reale ad Internet Explorer
Link copiato negli appunti

A oltre un anno dall'uscita della versione 1.0, il team di Mozilla rilancia Firefox rilasciando una nuova versione, la 1.5. Si tratta di un cambiamento sostanziale in quello che non è solo probabilmente il più diffuso browser per GNU/Linux ma è soprattutto la più grande alternativa a Internet Explorer di Microsoft. Il browser della casa di Redmond è certamente il più utilizzato al mondo e Mozilla ha cercato di rompere questo monopolio sul campo dell'innovazione tecnologica e della velocità. E, aspettando Internet Explorer 7, è innegabile come Firefox sia il browser più avanzato tra quelli disponibili. A oggi il browser della Mozilla Foundation è stato scaricato ben 117 milioni di volte, un risultato incredibile.

Ma ancora più incredibile è il fatto che il giorno dopo il lancio Firefox 1.5 era già stato scaricato 2 milioni di volte, una cifra impressionante che dimostra quale è la mole di utenti appassionati e che seguono attivamente lo sviluppo di questo browser. Passiamo ora ad analizzare quali sono le maggiori novità introdotte: poche di queste hanno riguardato l'interfaccia, che è stata ritoccata solo per quel che riguarda il menu delle preferenze.

Una delle più importanti è certamente quella che consente un migliore caricamento delle pagine già viste. Questa può non sembrare una novità, ormai tutti i browser hanno un sistema di caching che consente di non dover scaricare le pagine di nuovo. Ma anche Firefox aveva già un sistema del genere: la novità consiste ora nel mettere in cache non le pagine html, ma quello già renderizzato. Il risultato è che operazioni come "Indietro" o "Avanti" sono praticamente istantanee.

È stato anche migliorato il sistema dei tab: ora è possibile riordinarli come meglio si crede usando semplicemente un drag and drop del mouse. Per quanto non sia una novità chiave è certamente un miglioramento e una possibilità offerta in più all'utente: la tabbed browsing è ormai una funzionalità chiave in grado di consentire una navigazione molto più funzionale e meno caotica per chi vede molte pagine contemporaneamente.

Completa questa release una nuova funzionalità in grado di cancellare con un solo click tutte le informazioni relative alla navigazione effettuata da un utente come la cronologia, i cookies che possono in qualche modo violare la privacy di chi naviga se questi dati finissero in altre mani.

Molto interessante anche la funzionalità di auto-aggiornamento: d'ora in poi Firefox potrà fare un update automatico scaricando esclusivamente un pacchetto contenente le differenze tra le versione presente sul pc e quella più aggiornata. Se vogliamo questa può essere intesa come una risposta a chi ha puntato il dito contro Firefox per i problemi di sicurezza degli ultimi tempi.

Importante anche l'introduzione del supporto a SVG (Scalable Vector Graphics) fino ad ora disponibile esclusivamente come plugin esterno, un sistema molto interessante che probabilmente troverà ampia diffusione nel prossimo futuro.

Anche il sistema delle extensions è stato migliorato soprattutto dal lato degli sviluppatori che ora hanno a disposizione nuovi strumenti per ampliare le funzionalità di Firefox.

In attesa della creazione dei pacchetti specifici per la propria distribuzione è possibile scaricare questa nuova release dal sito di Mozilla.


Ti consigliamo anche