Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Cross-processing con Photoshop

Metodi e tecniche per applicare questo popolare effetto alle nostre foto
Metodi e tecniche per applicare questo popolare effetto alle nostre foto
Link copiato negli appunti

In questo tutorial tratteremo del cross-processing con Photoshop CS4. Il cross processing era una procedura utilizzata nella fotografia analogica in cui la pellicola di un certo tipo veniva sviluppata con una soluzione chimica adatta ad un altro tipo pellicola. Un esempio è lo sviluppo nel quale, per una pellicola negativa a colori, veniva usato il processo che si usava per una pellicola positiva.

Nella fotografia digitale ovviamente i processi chimici non vengono più usati, però si può imitarne l’effetto utilizzando gli strumenti di Photoshop, aumentando il contrasto e cambiando la tonalità e grana dell’immagine.

Questa tecnica può essere utile anche a dare vita a certe immagini in partenza poco interessanti.

Come spesso accade con i software non esiste un unico modo per ottenere determinati risultati e in questo tutorial verrano mostrati soltanto alcuni metodi per simulare questa tecnica. Partiamo con l’immagine seguente.

Figura 1 - Fotografia di partenza

È una immagine un pò banale, nonostante l’arco sia posizionato tenendo conto della regola dei terzi.

Un primo metodo per simulare il cross processing consiste nell’agire sul bilanciamento colori.

Useremo sempre metodi non distruttivi, in maniera da poter modificare l’immagine in qualsiasi momento senza dover ripetere nuovamente tutti i passaggi.

Per questo motivo scegliamo di modificare l’immagine attraverso il comando Bilanciamento colori cliccando l’icona Crea nuovo livello di riempimento o di regolazione e scegliendo Bilanciamento colore. Questo metodo crea un nuovo livello con una maschera in cui è sempre possibile modificare i parametri. Lo stesso comando è presente nel menù Immagine > Regolazioni > Bilanciamento colore. Questo metodo però agisce direttamente sull’immagine e, una volta avvenuta la modifica, non è più possibile variarne i parametri.

Andiamo quindi sul pannello Bilanciamento colore e modifichiamo i parametri Ombre spostando il valore verso il rosso. Le stessa cosa per le luci, spostiamo il valore su valori tendenti al giallo.

Figura 2 - Bilanciamento dei colori

Otterremo l’immagine seguente:

Figura 3 - Immagine modificata

Ora possiamo aggiungere contrasto andando sempre sull’icona Crea nuovo livello di riempimento e scegliendo l’opzione Curve nel modo seguente:

Figura 4 - Modifica attarverso le curve

Volevo ricordare che lo stesso effetto si può ottenere operando sui Livelli, è solo una questione di preferenze decidere quale comando usare per ottenere un risultato.

Ora creiamo un effetto di vignetting. Prima andiamo sullo strumento Selezione ellittica (M da tastiera) e clicchiamo al centro dell’immagine tenendo premunto Alt.

Figura 5 - Creazione di un effetto vignetting

Invertiamo la selezione tenendo premuto Ctrl+Shift+I (Cmd+Shift+I per Mac) oppure dal menu Selezione > Inversa. Creiamo un nuovo livello appena sopra l’immagine di sfondo e riempiamo la selezione così ottenuta di nero. Andiamo sul menu Filtro > Sfocatura > Controllo sfocatura e diamo un raggio di sfocatura abbastanza ampio, intorno a 62. Diamo una opacità del 37 per cento al livello, e la nostra immagine è pronta.

Questo potrebbe essere un primo passo per creare un effetto di post processing, le possibilità di combinazione sono infinite, sperimentate con diversi valori di bilanciamento colore e aumentate o diminuite il contrasto con lo strumento curve.

Esistono altri modi per ottenere effetti di post processing, anche in maniera veloce, con Photoshop.

Un'altra maniera per lavorare sui colori è quella di adoperare lo strumento Curve, cliccando sul pannello Regolazioni>curve e andando a modificare non più la curva RGB, bensì lavorando sui vari canali. Ad esempio scegliamo dal menu a tendina il canale Rosso e aumentiamo il contrasto.

Figura 6 - Modifica dei valori dei canali

L’immagine avrà acquistato una tonalità rossa nelle zone più scure e in quelle più chiare.

Figura 7 - Immagine modificata

Lo stesso procedimento si può fare con gli altri canali, il verde e il blu. Il risultato sarà il seguente.

Figura 8 - Immagine modificata

Ovviamente il risultato è stato molto veloce e il file pesa anche poco, essendo stato introdotto solo un livello sopra alla foto originale. Si può creare il vignetting come fatto in precedenza come tocco finale.

Esistono comunque metodi ancora più veloci per creare questo tipo di effetti. Nelle versioni più recenti di Photoshop sono state automatizzate alcune operazioni attraverso l’introduzione di preset o regolazioni predefinite.

Andiamo quindi sul pannello Regolazioni e clicchiamo su Predefiniti curve. Si aprirà un menu a tendina in cui apparirà la voce Cross processing.

Figura 9 - Cross processing predefinito

Cliccandoci sopra si applicherà l’effetto predefinito, il cui risultato potrebbe essere non proprio quello che avremmo voluto per la nostra foto. Potremo comunque variare i parametri aprendo le curve dei singoli canali come fatto in precedenza, aggiungere vignetting e contrasto.

Figura 10 - Modifica dei parametri

Un ultimo consiglio, sperimentate, duplicate i livelli e cambiate modalità di fusione, fate uso di maschere, e non dimenticate di salvare le curve degli effetti che più vi piacciono, potrebbero tornarvi utili in futuro.


Ti consigliamo anche