Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Amanda: backup per Linux

Amanda è un software open source di gestione dei backup su Linux. Permette i backup di rete, anche Windows, e supporta diversi dispositivi di archiviazione dati. Buona l'infrastruttura client-server che supporta il programma.
Amanda è un software open source di gestione dei backup su Linux. Permette i backup di rete, anche Windows, e supporta diversi dispositivi di archiviazione dati. Buona l'infrastruttura client-server che supporta il programma.
Link copiato negli appunti

Una delle operazioni fondamentali nell'amministrazione di un
sistema,
qualunque esso sia, è certamente il backup
dei dati
. Per quanto sistemi come Raid possano
addirittura annullare i tempi di interruzione del servizio o limitare i
casi in cui è necessario ripristinare dei dati, il backup
risulta essere un'operazione molto delicata e ugualmente d'obbligo per
un'azienda (e perché no, anche per un privato). Pensate ad
esempio alla rottura contemporanea di due dischi, o di un controller, o
qualunque altra causa esterna come incendi o furti, o anche
semplicemente l'errore umano, che ha portato alla cancellazione
involontaria di file importanti. 

Sotto GNU/Linux esistono da anni
programmi che possono essere utilizzati con successo come strumenti per
il backup come ad esempio tar oppure dump.
Quando però le esigenze si complicano un po' ecco allora che
c'è bisogno di strumenti più complessi e
completi. Uno dei più popolari programmi per il backup
è certamente Amanda. 

Giunto
pochi giorni fa alla versione 2.5, ha tra
le sue peculiarità
quella di consentire un backup in rete dei dati presenti su workstation
e server, indipendentemente dal sistema operativo utilizzato, sia esso
Linux, un altro Unix o Microsoft Windows.Tra le caratteristiche
supportate vi è  la possibilità di
creare dei backup incrementali, oppure effettuarli su più
volumi (in modo da non dover cambiare tecnologia qualora la dimensione
dei nostri dati superi quella del supporto di backup) e degli ottimi
strumenti per la compressione. 

Inoltre Amanda è in grado di
supportare una vastissima quantità di dispositivi
di backup
, siano essi basati su nastro o su disco. Cosa
molto importante, è possibile usare, per chi dispone di
questo tipo di tecnologia anche degli autoloader, in modo da poter
pianificare i propri backup nel tempo senza doversi curare del cambio
di nastro. Certamente la feature più interessante di Amanda
è quella che consente, in una rete, di utilizzare un'unica
unità nastro per effettuare in maniera sicura e veloce il
salvataggio dei dati dei computer che vogliamo, grazie a
un'architettura client-server ben studiata. 


Ti consigliamo anche