Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

WordPress: gestione dei Dati Transient

Scopriamo cosa sono e impariamo a gestire i dati transient di WordPress, informazioni immagazzinate temporaneamente dal database che possono influire sulle performance.
Scopriamo cosa sono e impariamo a gestire i dati transient di WordPress, informazioni immagazzinate temporaneamente dal database che possono influire sulle performance.
Link copiato negli appunti

WordPress dispone di una specifica API denominata Transient API, che offre un modo standardizzato di memorizzare temporaneamente dati all'interno del database, assegnando loro un nome e un periodo di tempo al termine del quale vengono eliminati. Si tratta di un tipo di caching che permette di archiviare temporaneamente informazioni che, normalmente, richiedono molto tempo per essere recuperati o calcolati. La Transient API offre, quindi, la possibilità di velocizzare notevolmente il caricamento delle pagine di WordPress.

In questa sede, però, non si descriveranno le funzionalità dell'API. Ciò che interessa sono invece i dati che possono accumularsi nel database, rischiando di generare nel tempo problemi di prestazioni.

Cosa sono i dati transient

I dati transient sono simili ai dati delle opzioni di WordPress. Come questi ultimi, vengono memorizzati nella tabella wp_options del database, ma a differenza delle opzioni, i transient hanno un tempo di scadenza.

Come anticipato, però, non sempre i dati transient vengono eliminati alla scadenza prevista. Inoltre, non di rado vengono caricati in ogni pagina di WordPress, e questo potrebbe creare notevoli rallentamenti dell'intera installazione. Per rimettere ordine nella tabella wp_options, si presentano quindi diverse soluzioni.

La prima, meno consigliabile per gli utenti meno esperti, è quella di eliminare manualmente i dati transient dal database tramite il pannello di amministrazione di phpMyAdmin.

La prima opzione è quella di creare una query nel form di ricerca, come mostrato nell'immagine che segue.

Il parametro inserito permette di effettuare una ricerca in cui il valore di option_name contiene la stringa transient. Il risultato sarà un elenco di dati transient che nei siti più grandi può arrivare a contenere centinaia o migliaia di righe.

Questo tipo di ricerca equivale ad effettuare sul database la seguente query:

SELECT * FROM `io_options` WHERE `option_name` LIKE '%transient%'

Invece di operare direttamente sul database, operazione sempre rischiosa anche per i più esperti, c'è sempre la possibilità di utilizzare un plugin. Tra i vari plugin disponibili nella directory di WordPress.org, si segnalano i seguenti:

Per i fini di questo articolo, si è scelto il plugin Transients Manager il quale vanta oltre 10.000 installazioni attive e una valutazione assoluta di 5 stelle su 5.

Una volta installato, il plugin genera una pagina di amministrazione accessibile dal menu "Strumenti -> Transients". In questa pagina vengono visualizzati tutti i transient rilevati, che potranno quindi essere modificati o eliminati singolarmente o attraverso operazioni di gruppo. Con un solo pulsante sarà possibile eliminare i transient scaduti, eliminare tutti quelli per i quali è impostata una data di scadenza, oppure, in ultimo, eliminare tutti i transient.

L'analisi dei dati transient è importante soprattutto nei siti più datati e di maggiori dimensioni. Accade spesso, infatti, che l'eliminazione di plugin non più utilizzati non rimuove non solo le opzioni di configurazione, ma nemmeno i dati transitori, generando un accumulo di dati che nel tempo possono rallentare inesorabilmente le query di WordPress.

Ti consigliamo anche